Seconda categoria girone C: il punto sulla 16^ giornata

Ancora un allungo in vetta del Lonigo (6 a 0 al Real Monteforte), e il Brendola è ora a -3. Brindisi benaugurante del Soave (battuto il Sossano), lo imitano l'U.S. Provese (suo il derby contro l'A.C. Sambonifacese: 2 a 1) e il Locara (fermate, 3 a 2, le Alte Ceccato!). L'Altavilla cala il "poker" contro il S.Vitale 1995, tre le gare terminate in parità.

334

Il Lonigo del belfiorese trainer Loris Fedrigo (diesse è il mitico Carlino Facchìn, ex “memoria storica del calcio sambonifacese in tutti i suoi possibili ruoli) marca, rimarca, evidenzia, sottolinea il suo dominio nel girone “C” di Seconda categoria e lo fa aggiudicandosi in maniera chiassosa e un po’ tennistica (6 a 0) il match contro il più famelico di punti Real Monteforte, del mister belfiorese pure lui Simone Marini – penultimo della classe a 9 freccette -, una in più dei vicentini nero-verdi del Grancona, una in meno del San Vitale, 3 in meno del Sossano Villaga Orgiano di mister Dario Lucatello. Ora salgono a 3 i gradini (il rapporto è di 37 a 34) sui quali si trovano felicemente e fieramente appollaiati i leoniceni rispetto agli accorrenti atleti biancazzurri del Brendola di mister Vinicio Corato. Ieri, fermati in casa loro, i brendolesi sull’1 a 1 dal Castelgomberto Lux di un altro tecnico quasi omologo, Daniele Corato (vantaggio Brendola con la punta 1993 Marco Pavan, pareggio a cura di un altro “puntero” del 1993, Marco anche lui, Cenzato. Reti realizzate entrambe nel primo tempo e quindi con una ripresa tutta da giocarsi. Tornando al Lonigo, splendido tris calato da Stefan Gonta più la doppietta di Alberto Veronese e l’assolo di Matteo Masetto.

Sul 3° miglior scranno, a 31 punti, troviamo il Locara, tornato a imitare lo strepitoso campionato dell’edizione precedente a questa: 3 a 2 al “Valentino Frigotto” per i biancazzurri locaresi di mister Carlo Danieli a scapito delle Alte, svettanti, Ceccato di mister Diego De Grandi (marcatore il giallo-rosso vicentino Valentino Schenato, classe 1991, autore della doppia). Per il Locara, invece, tre realizzatori diversi: il 1993 Roberto Perez Ventura, il centrocampista 1994 Antonio Marchese e al 94° minuto (gulp!) l’attaccante classe 1989 Emilio Frigo. Al “Comunale” di Tavernelle, 4 a 1 dell’Altavilla di trainer Marco Trimigliozzi a spese del San Vitale 1995: per i biancocelesti alto-villani del presidente Sergio Minchio, doppia del 1996 Filippo Melison, preceduta dagli acuti del centrocampista 1993 Leonardo Neri e dall’avanti 1992 Enrico Tozzo. Il solo “puntero” 1997 Mikeljan Met-Hasani, invece, per i biancazzurri sanvitaliani.

Nulla di fatto, 0 a 0, a Grancona tra i nero-verdi nati nel 1969 del presidente Marco Gastaldi e mister Francesco Federico e il Montecchio San Pietro di mister Piergiovanni Rutzittu, con il bicchiere di buon rosso brulè mezzo vuoto per i monscledensi, agganciati al 4° posto a quota 29 dall’U.S. Provese. A Brogliano vicentino, finisce invece 1 a 1 tra il Real Brogliano di mister Daniele Cavedon e l’Altavalle del Chiampo dell’omologo Marco Gianesello: entrambe nel cuore della ripresa le marcature. Apre il neo-entrato, al posto del 2000 Alessandro Nizzero, il 1993 Sebastian “Bach” De Franceschi, chiude la punta 1998 Edoardo Cavallaro.

Cin cin – e qui l’ottimo vino della rinomata e conosciuta in tutto il mondo Cantina Sociale non manca di certo! – degno di un buon Soave di mister Gianmarco Cucchetto, il quale ora raggiunge a 19 punti sia i “cugini” sambonifacesi che il Real Brogliano al quint’ultimo posto in graduatoria. La vittoria è esigua, 1 a 0, ma ugualmente importante e salutare, la vittima si chiama Sossano Orgiano Villaga, preciso “arciere” delle mitiche “frecce rosse” del presidente Franco Adami (dal recioto di Soave color ambra, fresco, appannato e spumeggiante) Matteo Langella, classe 1996, noto nei tabellini dei nostri marcatori. La Provese del soavese coach Mirko Dalle Ave ha invece superato, 2 a 1, l’A.C. Sambonifacese di mister Freddy “Mercury” Serato, grazie alla doppietta di Christopher Basso, e dopo che i “rosso e blu dell’Est” del presidente Roberto Cocco ci avevano provato grazie al gol messo a segno dall’ex Sarego, nonché duemillenario Matteo Cunico.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata