Seconda categoria girone C: il punto sulla 17^ giornata

Il Lonigo precipita dall'Altavalle e il Brendola lo raggiunge in testa alla classifica. Anche il Locara, ora 3°, ne approfitta della caduta dei leoniceni, e non rallentano, un po' dietro, nemmeno Provese e Montecchio S.Pietro. Boccata di grande ossigeno per il Borgo Soave, vincitore a San Vitale, vittoria esterna per il Grancona, non più "fanalino di coda".

446

La 17esima di campionato costa nel girone “C” di Seconda il primato assoluto, solitario al Lonigo di mister Loris Fedrigo, di ritorno da Chiampo con un pugno di mosche: ha vinto, infatti, 1 a 0, l’Altavalle del coach Marco Gianesello, mattatore la punta Giordano Stecco, classe 1990. I leoniceni sempre al comando, ma non più in assoluta e beata solitudine, a 37 punti, perché raggiunti ora dal Brendola di mister Vinicio Corato, vincitore extra large (2 a 6) al “Fa.Lou.Sal.” di Monteforte. Per il Real, in cui si parla di panchina del belfiorese trainer Simone Marini in stato di ebollizione, le reti portano il DNA del 1999 Omar Cissè e dello “spedizioniere della rete”, il 1987 Marco Tracco, ex sangiovanneo. Per i biancazzurri vicentini, invece, al bersaglio vanno il 1993 Marco Pavan, per due volte, il 1992 Giulio Cervellìn, il centrocampista 1998 Mattia Parlato (doppietta anche per lui!) e il compagno di reparto, il 1999 Matteo Rigolon. Domenica di festa anche per l’U.S. Provese: i rosso-neri del soavese coach Mirko Dalle Ave si recano a Sossano per fare la voce grossa: 0 a 1 e match winner è il 1992 Giulio Mancassola.

 Ne approfittano della caduta dei leoniceni tutte le altre inseguitrici, a partire dal Locara di mister Carlo Danieli, che ieri ha vinto al “Renzo Tizian”, per 2 a 3, il derby contro l’A.C. Sambonifacese di mister Freddy “Mercury” Serato, con reti per i biancazzurri dell’avanti 1989 Emilio Frigo (doppietta per lui) e del rigorista Francesco Marchese. Per i “rosso e blu dell’Est”, invece, l’ex Gazzolo 1992 Arben Kumara e l’ex sangiovanneo Vittorio Cengia, classe 1995. Altro cic cin festoso, quasi a infrangere i calici, per il Borgo Soave Calcio di mister Gianmarco Cucchetto: 1 a 3 in quel di San Vitale, sul sintetico del patronato “Sant’Antonio”, con “arcieri” bianco-rossi Pierluca Ruffo, difensore datato 1996, Simone Anselmi (1996) e il coetaneo Alessandro Avesani. Di contro, per i sanvitaliani, l’ha cacciata in buca il solo difensore 1990 Lorenzo Mettifogo. Il Montecchio San Pietro di mister Piergiovanni Rutzittu non sta lì a dormire, a poltrire, ed anche lui accorcia le distanze dalle due co-capoliste – ora a -5 – sminuzzando, 3 a 0, in casa propria il Real Brogliano dell’omologo Cavedòn. I precisi mazzieri nero-verdi sono: la matura (1988) punta Nicola Pegoraro e il collega di reparto, oltre che di carta d’identità, il 1986 Stefano Trevisan.

Il Castelgomberto Lux di mister Daniele Corato regola, 1 a 0, l’Altavilla dell’omologo Marco Trimigliozzi, grazie all’unghiata sferrata ancora nel primo tempo dal navigato (1984) Arissou Traorè. Al “Pietro Ceccato”, passa, 1 a 2, il Grancona di mister Francesco Federico grazie alle reti dei vincitori nero-verdi del presidente Marco Gastaldi Alfred Deneku Leorato (1994) e dell’evergreen (1979) Emiliano Franceschini (non parente del Ministro Dario), il quale, segnando al 90mo, fa rima con Renato Cesarini… Per i giallo-rossi delle Alte Ceccato di mister Diego De Grandi, segna il gol della magra consolazione il centrocampista 1997 Mattia Lovato.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata