Seconda categoria girone C: il punto sulla 6^ giornata

Una domenica da incorniciare per le veronesi Soave, Locara, Provese ed A.C. Sambonifacese: non invece per il Real Monteforte, battuto in casa dal Castelgomberto Lux. Crollano le Alte Ceccato, cede il Brendola, ma è sempre capofila, momento magico per il Lonigo del diesse Carlino Facchin.

432

Una domenica, la 6^ del girone “C”, la quale non danneggia più di tanto la ancora capolista Brendola: i I biancazzurri di mister Vincio Corato, al “Comunale” “A” di Brendola, si possono permettere addirittura il lusso di capitolare davanti al pubblico amico, per mano, 0 a 1, del rinato Locara di mister Carlo Danieli. I biancazzurri della frazione di San Bonifacio passano grazie alla stilettata inferta nel cuore degli avversari e della ripresa dalla’ala mancina Pozza. Edoardo, classe 1999, il quale onora la festività del suo santo protettore nel migliore dei modi. Brendola, dunque, ancora al comando con 15 punti, ma, attenzione al Lonigo del diesse, il sambonifacese Carlino Facchìn (consulente di mercato, il caldierese Luca Fortini), e di mister Loris Fedrigo, dietro a 14 freccette: al “Mancassola”, 4 a 2 dei loniceni a spese della molto quotata avversaria delle Alte Ceccato di mister De Grandi (in rete, per i giallo-rossi del feudo delle Sorelle Ramonda, Schenato e Antonio Fiorenza). Per i vice-rettori, meglio, per i pro-rettori, del raggruppamento “C” di 2^ categoria, esultano il 1999 Loris Danuso, il 1990 Stefan Gonta, il coetaneo Alberto Veronese e l’avanti 1998 Matteo Lunardi.

Domenica favorevole per le nostre compagini veronesi dell’Est: l’U.S. Provese del soavese coach Mirko Dalle Ave va a vincere, 0 a 1, a Tavernelle, in casa dell’Altavilla del coach Marco Trimigliozzi; e, lo fa con un’unghiata sferrata dall’ex Albaredo, bomber Pier Luigi Dal Bosco. L’A.C. Sambonifacese di mister Freddy “Mercury” “Liam Brady” Serato alza la voce, 0 a 2, a Brogliano, in casa dei bianco-rossi berici del Real del massimo dirigente Pietro Cazzola: precisi “arcieri”, il 1995 Vittorio Cengia e il 1992 Arben Kumara. Il Borgo Soave del presidente Franco Adami e di mister Gianmarco Cucchetto rifila 4 pappine a zero all’avversario nero-verde di mister Federici: doppia della “freccia rossa” Massimo Veronese, classe 1994, poi, acuti da parte di Matteo Langella (1996) e del suo coetaneo Alessandro Avesani.

Altra brutta battuta d’arresto del Real Monteforte di mister Simone Marini, che al “Fa. Lou. Sal” soccombe di 2 reti a zero al Castelgomberto Lux del coach Vinicio Corato. Per i giallo-blu “castellani” del presidente Enrico Meggiolaro la cacciano dentro l’avanti 1984 Arissou Traore e Povolo. Crolla anche il Montecchio San Pietro al “Comunale” Giuriato: 1 a 2 e sfreccia il Sossano Villaga Orgiano di mister Lucatello. Tutti i gol maturano nel corso della ripresa: apre il montecchiese Nicola Pegoraro, classe 1988, chiudono alla grande e a loro favore i biancazzurri ospiti del presidente Fabio Caporiondo Urbani e la punta 1994 Giorgio Maràn. Infine, ad Altissimo Molino, semaforo verde per il San Vitale 1995 di mister Quinto: 1 a 2 in casa dell’Altavalle del Chiampo del coach Marco Gianesello (in rete con il 1995 Arshdeep Singh, subentrato a Diba, ma quando ormai i due puledri sanvitaliani – Met Hasani e il 1995 Edoardo Povoleri – avevano già lasciato la scuderia, la stalla.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata