Alle Terme di Giunone si è presentata la squadra di serie D del Calcio Caldiero Terme 2019-2020

1529

Venerdì, presso le Terme di Giunone, si è tenuta la presentazione dell’A.S.D. Calcio Caldiero Terme 2019-2020 che per la prima volta nella sua storia parteciperà al campionato di serie D. A presentare la serata è stato il giovane giornalista Alessio Faccincani che ha svelato la prima squadra gialloverde del riconfermato mister Cristian Soave, la Juniores guidata da mister Enrico Fracasso, che quest’anno parteciperà nella categoria Nazionali Elitè, e presentato tutte le personalità intervenute alla bella serata gialloverde.

Sul palco, oltre al presentatore, c’erano il vice presidente Augusto Fanini, il presidente Filippo Berti, il diesse Fabio Brutti e mister Cristian Soave. Il primo a prendere la parola è stato il direttore delle terme Vittorio Gazzabini il quale ha detto: “Sono felice di ospitare il Caldiero, squadra dove io ho giocato in passato, e che ora da lustro al nostro paese partecipando alla serie D 2019-2020, in bocca al lupo per la vostra annata!” Il giovane e rampante presidente dell’ASD Calcio Caldiero Terme, Filippo Berti, ha poi detto: “Ringrazio Vittorio per averci invitato in questa splendida location e non vi nascondo che sono molto emozionato. Ringrazio l’amministrazione comunale per tutto quello che ha fatto per adeguare le strutture alla serie D. Porgo il benvenuto ai nuovi e un ben ritrovati ai riconfermati. Un saluto a quelli che ci hanno lasciato e che hanno contribuito alla splendida stagione scorsa. Vi chiedo di rispettare questa maglia e questi colori, perché l’anno scorso se abbiamo ottenuto certi obiettivi è stato grazie al grande attaccamento alla maglia di un gruppo, formato da giocatori e da uno staff tecnico, che è sempre stato molto coeso, anche nei momenti di difficoltà rendendo partecipi anche quelli che giocavano meno”.

“Per ottenere risultati importanti, bisogna che ogni componente funzioni bene, sia in campo che fuori dal campo. Sappiamo che il campionato di serie D è molto difficile ma sono sicuro che la squadra che abbiamo messo a disposizione di mister Soave saprà, con forza e grande volontà, darci anche quest’anno delle belle soddisfazioni. Con il massimo impegno, da parte di tutti, dirigenti, tecnici e voi giocatori, i risultati sicuramente arriveranno”.

Hanno poi portato i saluti del Sindaco di Caldiero Marcello Lovato (assente perché in ferie), il vice sindaco Francesco Fasoli e l’assessore allo sport Andrea Dal Sasso. “Sono orgoglioso che voi siate riusciti a raggiungere la massima categoria dilettantistica, un’impresa – ha detto Fasoli – che contribuisce a dare lustro al nostro comune. Inoltre, ringrazio la società anche per quello che fa a livello sociale per i nostri figli”. Andrea Dal Sasso ha aggiunto: “Innanzitutto ringrazio il presidente per le belle parole rivolte all’amministrazione comunale. Noi però abbiamo solo fatto quello che voi vi siete meritati, per noi è un orgoglio che voi portiate il nome di Caldiero in tutto il Veneto e in Italia. E’ quindi l’amministrazione che è riconoscente con voi, per noi è un investimento perché crediamo in questa società. Abbiamo fatto delle migliorie e degli adeguamenti agli impianti che anche l’anno scorso hanno ospitato delle selezioni giovanili della Nazionale Italiana. Questa location è la migliore di Caldiero e voi ve la meritate perché siete un Eccellenza”.

Poi Faccincani ha presentato uno a uno i giocatori della Prima squadra del Calcio Caldiero Terme 2019-2020, che sono i Portieri Stefano Fortunato (90), Tommaso Anderloni (2000) e Andrea Sega (2002), i Difensori Francesco Braga (2001), Terence Mamodou (2001), Davide Cazzola (2001), Josè Luis Colman Castro (85), Nicolò Baldani (2000), Andrea Dallara (94), Mattia Falchetto (94), Francesco Baschirotto (2000), Bilal Boudraa (94), Alessandro Sacchetto (2000) e Simone Vanzetta (2000), i Centrocampisti Mattia Negri (94), Alberto Filiciotto (92), Luca Viviani (91), Davide Marini (99), Pietro Laperni (2001), Alessandro Rossignoli (2001) e Fabio Martone (2002) e gli Attaccanti Emilio Brunazzi (86), Lorenzo Zerbato (91), Riccardo Santi (90), Gustavo Ferretti (84), Nicolò Campaldini (2001) e Jacob Sbavi (2001).

La squadra ha parlato il capitano Lorenzo Zerbato che ha detto: “Ringraziamo il presidente Berti, finalmente una presentazione in una location dinamica e molto bella. Stiamo correndo molto per prepararci al meglio per questa stagione. L’anno scorso avevamo l’obiettivo di salire di categoria e ci siamo riusciti. Abbiamo ancora in mente la finale di Firenze contro il Casarano, è stato belle vedere molti tifosi del Caldiero seguire la squadra ed incoraggiarla”.

Il meritatamente riconfermato mister Cristian Soave, per il grande salto in serie D, ha detto: “L’anno scorso ci avete messo un po’ di pressione, ma siamo stati bravi a dominarla ed a fare una stagione molto bella. Forse è mancata la ciliegina sulla torta che avremmo meritato. Spero che questa ferita ci serva per ricominciare alla grande questa stagione. Ci tenevo a fare due ringraziamenti, il primo va ai ragazzi che non ci sono più, perché se siamo in serie D è merito anche loro, l’altro va alla società, al presidente Berti e al diesse Brutti, che mi hanno dato fiducia, è un bel segnale di continuità, cosa che di questi tempi non è mai scontata. Abbiamo una buona rosa e penso che con umiltà dobbiamo cercare di andare a raggiungere il nostro obiettivo senza che ci cada dal cielo, tenendo sempre presente che siamo una matricola e che dobbiamo rispettare la categoria”.

 Il diesse Fabio Brutti ha aggiunto: “E’ il 10° anno che sono qui a Caldiero e forse è stata l’estate più dura, anche io ringrazio Filippo perché è stato attivo ogni giorno più di me per strutturare la squadra al meglio. Intanto mi piace parlare di due squadre, prima squadra e Juniores Nazionali, perchè siamo ambiziosi da per tutto. Io dico che chi viene a Caldiero deve essere ambizioso, detto questo dobbiamo prima di tutto salvarci, però, più vinciamo e meglio è. Da quì si parte, poi vedremo quello che verrà!” Il nuovo bomber gialloverde Gustavo Ferretti ha aggiunto: “Ho scelto Caldiero per l’organizzazione perfetta e per gli obiettivi ben definiti. Il presidente ha le idee ben chiare e abbiamo un’allenatore che è bravo, preparato e sa quello che vuole. Mi ha colpito anche la serietà, cosa che al giorno d’oggi non sempre si trova. Grazie ai ragazzi che non ci sono più che ci hanno permesso di essere ora in serie D ma adesso il passato bisogna lasciarlo alle spalle perché la serie D è molto difficile e ci sono squadre molto più esperte. Noi dobbiamo stringere i denti e lavorare molto, specialmente in questo periodo di preparazione”

E’ poi stato presentato lo staff tecnico dei termali di mister Cristian Soave formato dall’allenatore in Seconda Silvano Bendinelli, Collaboratore Tecnico Gianpaolo Bazzoni, Preparatore Atletico Fabio Gaspari, Preparatore dei portieri Paolo Riccardi, Fisioterapista Paiolo Alessandro, Team Manager Oscar Cherobin, Dirigente accompagnatore Ivan Miraglia, addetto all’arbitro Attilio Bonvicini e lo Scouting Gianluca Benini oltre naturalmente al direttore dell’area tecnica e diesse Fabio Brutti.

Hanno poi parlato il Sindaco di Mezzane Giovanni Carrarini e l’assessore allo sport Lucio Berton. Il paese di Mezzane sta ospitando sul proprio campo i termali per la preparazione pre-campionato: “Per Mezzane – ha detto Berton – è un onore ospitare la squadra del Caldiero. Per il paese è una grande gioia ma anche un’opportunità, perché crediamo nel Caldiero calcio e per quello che fa anche per il settore giovanile della nostra zona”. Il sindaco Carrarini ha aggiunto: “Per Mezzane è una gioia ospitare una squadra di serie D, penso che sia la prima volta. Conosco Filippo, anche se non abbiamo mai parlato di calcio. Vi faccio un grosso in bocca al lupo e buon lavoro a tutti, sono convinto che sarà veramente una stagione strepitosa”.

Per la Sezione provinciale Figc-Lnd, presente Ilaria Bazzerla accompagnata dal vice presidente vicario del C.R.V. Patrick Pitton, che ha detto: “Fra poco sapremo in che girone sarà inserito il Caldiero, probabilmente il B o il C. Il Caldiero fa ora parte di una delle tante belle favole del calcio veronese. Per voi non deve essere un traguardo ma un punto di partenza perché la serie D porta il Caldiero nella storia di questa comunità. La squadra del presidente Filippo Berti ha portato in alto i colori gialloverdi non solo nel Veneto ma anche a livello Nazionale. Complimenti alla società e all’amministrazione comunale per gli investimenti fatti. Auguro alla società di scrivere altre pagine importanti della sua gloriosa storia. Vi dico di osare, perché solo chi osa sogna in grande e voi lo potete fare perché siete supportati da una grande società e da un paese che vi sta vicino. In bocca al lupo per il prossimo anno”.

Ilaria Bazzerla ha portato i saluti del delegato provinciale Claudio Prando, ospite alla presentazione del Tregnago. Ho seguito tanto il Caldiero lo scorso anno e ho sempre creduto nella possibilità di approdare in serie D. Il Caldiero è all’avanguardia anche nel settore giovanile con gli Juniores Nazionali e con gli Allievi promossi negli Elite. Avete il miglior mister, ma anche il migliore preparatore atletico (Fabio Gaspari) che ha preparato bene la squadra per le ben 47 gare ufficiali giocate lo scorso anno”. Pitton ha poi consegnato a nome del presidente Beppe Ruzza una spilletta d’argento del C.R.V. visto che ora i gialloverdi fanno parte della serie D.

La società ha presentato anche alcuni ragazzi della squadra Juniores che parteciperà al prossimo campionato Nazionale Elite che sarà ancora guidata da mister Enrico Fracasso che ha detto: “E’ un orgoglio per noi avere la possibilità di partecipare ad un campionato così importante, non lo conosciamo ma cercheremo di rispettare le ambizioni della società cercando di dare l’anima per onorare la maglia”. Il vice presidente dei “termali”, Augusto Fanini, ha aggiunto: “12 anni fa non avrei mai potuto immaginare di essere in serie D. Siamo partiti con neanche una squadra nelle categorie Regionali, adesso le abbiamo tutte nei Regionali e due addirittura negli Elite di cui una nei Nazionale Elite. Il sogno continua e spero di poter continuare a crescere…mai mettere limiti alla provvidenza!”

Alessio Faccincani ha poi presentato due nuove figure, Alessandro Dusi e Gabriele Viviani che si occuperanno del marketing: “Insieme a Gabriele cercherò di fare crescere la società a livello Marketing, come hanno detto prima il presidente e il diesse, questa società deve avere ambizione, non solo quella sportiva, ma anche grande entusiasmo da trasmettere agli sponsor e alla comunità. Stiamo improntando un piano che speriamo aiuti a far crescere ancor più la società”. Viviani ha aggiunto: ”Sono 5 anni che faccio parte della società e sono felice di aver dato il mio contributo ha raggiungere un sogno che nessuno si aspettava. Io e Alessandro cercheremo di alleviare il peso economico alla famiglia Berti, che contribuisce in maniera rilevante al sostentamento della società”.

La parola è poi passata all’ex allenatore professionista, opinionista televisivo grande conoscitore del calcio veronese, e non solo, Romano Mattè, il quale ha detto: “Avete un grande presidente, umile ma di una forza incredibile, è un ragazzo davvero splendido. Avete scritto una pagina leggendaria per questa società e per questo comune. Per la prima volta affronterete la serie D, una categoria dura e difficile, dovete affrontarla aggredendola con grinta e velocità calandovi subito in questa nuova realtà. Voi potete avere il miglior mister, il miglior preparatore, il miglior modulo, ma quello che vale di più, come ha detto Marco Van Basten, per fare una buona squadra ci vuole disciplina tattica, intesa nel senso totale, condizione fisica e soprattutto empatia fra i giocatori, i quali si devono aiutare, rispettarsi, avere spirito di sacrificio reciproco e avere ancora voglia di entusiasmarsi ed incitarsi a vicenda. Non sono importanti i moduli ma gli uomini che formano il gruppo. Questa sarà la forza vincente altrimenti sarà come costruire un edificio sulla sabbia”.

Dopo la passerella che ha visto sfilare sul palco, uno a uno, tutti i protagonisti del Caldiero 2019-2020, il presidente Berti ha chiuso ringraziando tutte le persone che lavorano come volontari dietro le quinte ma che sono di importanza vitale per la società. Poi, sulle note dell’inno “Forza Caldiero”, tutti i presenti si sono spostati presso il Ristorante “Calidarium”, in centro a Caldiero, dove hanno consumato un ricco buffet.

la redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata