Bergamaschi (Ambrosiana): “Dobbiamo cercare di essere più attenti in difesa e più cinici sotto rete”

366

Vuole fare un plauso ai suoi ragazzi, il direttore sportivo dell’Ambrosiana Mattia Bergamaschi, per la buona prestazione fatta domenica scorsa, all’esordio in campionato, contro i triestini del San Luigi in una serie D che diventerà un banco di prova sempre più duro per tutti con il passare delle giornate. L’Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli è stata inserita, come da previsione, nel girone C assieme alle altre rivali veronesi Caldiero, Legnago, Villafranca e Vigasio. Bergamaschi è soddisfatto dei primi tre punti della stagione 2019-20 portati a casa dai rossoneri contro i bianco-verdi friulani battuti al “Montindon” di Sant’Ambrogio per 3 a 2. “Il San Luigi, squadra neo promossa, si è confermata un ostacolo davvero tosto da superare – dice Mattia Bergamaschi -. Alla fine abbiamo sudato le classiche sette camicie per batterli. Ci è andata bene ed abbiamo dimostrato buoni progressi ma anche qualche errore di percorso su cui dobbiamo lavorare. L’importante era partire bene e senza timori di sorta. Compatti e arcigni fino alla fine. L’anno scorso avevamo perso all’esordio nel campionato di serie D e stavolta abbiamo sconfitto la cabala”.

Tre punticini che fanno morale ai ragazzi di mister Tommaso Chiecchi e permettono di guardare avanti al prossimo impegno di campionato in programma domani sul campo di Tamai. “Dobbiamo crescere nella trasferta a Brugnera di Pordenone che mi aspetto dura. Loro sono una buona squadra che può mettere in difficoltà chiunque. Testa bassa, piedi a terra e tanta voglia di lottare su ogni pallone utile. Vogliamo tornare a casa con un risultato positivo”. Domenica scorsa, nella prima giornata di campionato, oltre all’Ambrosiana anche i termali del Caldiero hanno conquistato una sgargiante vittoria, mentre Villafranca e Legnago Salus si sono spartiti un prezioso pareggio. Prima sconfitta stagionale invece per il Vigasio di mister Colantoni che però nei giorni scorsi ha presentato ricorso nella gara contro il Cjarlins Muzane persa per 1 a 0 lamentando che il centravanti del Muzane Matteo Gubellini non poteva scendere in campo perchè doveva ancora scontare una squalifica da quando giocava nella Beretti della Triestina. A Vigasio sono fiduciosi ed aspettano la decisione del giudice sportivo.

Sono cinque le formazioni che dopo una giornata di campionato guidano il raggruppamento del girone C di serie D: Luparense, Ambrosiana, Caldiero, Cartigliano e Cjarlins Muzane con tre punti. Oggi alle 16.00 andrà in scena il derby tra Caldiero e Legnago Salus, una gara da tripla con esito assai incerto. Alla stessa ora a Vigasio i biancazzurri del presidente Zaffani attendono il Chions. “Noi dell’Ambrosiana siamo abituati a costruire il nostro muro mettendo un mattoncino alla volta. Affrontando con la giusta convinzione e lucidità un avversario alla volta. Dobbiamo cercare di essere più cinici nei momenti top delle partite ma quello che conta è portare a casa tanti punti che ci garantiranno una salvezza tranquilla. Non vogliamo soffrire come l’anno scorso che siamo salvati vincendo nei play out a Darfo Boario negli ultimi minuti utili della partita grazie ad una bella rete del nostro Dario Biasi”. Tutte le squadre torneranno in campo già mercoledì 11 settembre nel turno infrasettimanale valido per la terza giornata di andata del girone “C” di serie D, programma che prevede due derby veronesi, Ambrosiana – Vigasio e Caldiero Terme – Villafranca mentre il Legnago ospiterà il Montebelluna.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata