0.6 C
Verona
giovedì, 8 Dicembre 2022

Bomber Lorenzo Zerbato, la “bandiera” e grande trascinatore dell’A.S.D. Calcio Caldiero Terme

E’ contento della sua squadra, il capitano e attaccante classe 1991 Lorenzo Zerbato, che in forza da sei anni ai gialloverdi dell’A.S.D. Calcio Caldiero Terme e che arrivato proprio dal Legnago Salus (sempre di serie D) battuto proprio domenica 1 a 0 in casa dai termali di mister Fabrizio Cacciatore nella 12^ giornata del girone C di serie D. La squadra del presidente Filippo Berti è ora al 4° posto della classifica a soli 3 punti dalla capolista Union Clodiense. Proprio quei 3 punti persi incredibilmente in casa due domeniche fa contro un Dolomiti Bellunesi ridotto in 9 giocatori: “Io sono sempre dell’idea che alla fine tutto si equilibri, magari in altre partite che non meriti raccogli di più, ma questo fa parte del gioco – dice bomber Zerbato -. Ora siamo solo alla 12^ giornata ma penso che effettivamente ci manca qualche punto guardando a quello che abbiamo proposto sul campo. Noi come ogni anno partiamo per salvarci, poi il secondo passo è quello di cercare di migliorarci o di confermare l’annata precedente, visto che negli ultimi anni abbiamo sempre fatto bene. La squadra c’è e può far bene, ovviamente ogni anno arrivano nuovi giocatori e nuovi giovani e quindi ci vuole sempre un po’ di tempo per trovare il giusto assetto.”

Anche quest’anno il bomber termale si sta confermando tra i migliori realizzatori del girone “C” dopo aver vinto lo scorso anno la classifica cannonieri con 20 reti realizzate davanti a Daniele Rocco (19 con il Cjarlins Muzane) attaccante passato questa estate in forza al Legnago Salus: “Ho avuto un piccolo problemino fisico che mi ha un po’ condizionato ma ora sto bene e sto giocando alla grande e trovando continuità, anche il ragazzo che gioca al mio fianco, Luca Battistini, ha segnato 4 gol e sta facendo bene. Io sono a quota 6 gol dietro solo ad Osorio Adrian che finora ha segnato 7 reti con la Virtus Bolzano.” Dei vostri giovani chi ti sta sorprendendo? “Sono tutti ragazzi interessanti, Braga questa estate ha fatto un grande lavoro a livello fisico e questo gli sta facendo fare un salto di qualità anche a livello tecnico. Poi, come detto, anche il centrale difensivo Nicolò Roverato e il portiere classe 2003 Orgito Kuqi stanno facendo molto bene, senza dimenticare i nostri classe 2004, Alessandro Pimazzoni e Thomas Orfeini, il primo è un ragazzo cresciuto nel nostro settore giovanile, il secondo è un ragazzo d’oro pescato dal Real Grezzanalugo e già andato in gol quest’anno con la nostra prima squadra.”

L’attaccante termale, che il 24 ottobre ha compiuto 31 anni, è cresciuto calcisticamente nel Castelnuovo, dove è nato, e poi ha fatto tutta la trafila nelle giovanili dell’Hellas Verona per poi debuttare in serie D con la maglia del Legnago dove ricopriva un ruolo più esterno. Poi il passaggio al Caldiero di mister Cristian Soave dove c’è stata la sua grande esplosione come bomber arrivando sempre in doppia cifra con la maglia gialloverde. Nonostante le molte richieste Lorenzo è sempre stato fedele ai termali e lui stesso ci spiega il motivo: “A Caldiero ho trovato un ambiente familiare dove si è professionali nella maniera giusta e dove si può lavorare in maniera serena rendendo sempre al meglio. Il presidente Filippo Berti è una persona ambiziosa e capace che cerca sempre di migliorare a piccoli passi, e non solo nei risultati. Ad esempio migliorando le strutture, lo staff tecnico e dirigenziale e i dettagli di ogni aspetto. Basta venire allo stadio di Caldiero per vedere come sono curati tutti i particolari, dagli spogliatoi, alla tribuna, alla sede, alla sala stampa, al bar fino all’accoglienza della squadra avversaria. Senza contare che in questo momento il Caldiero conta più di 400 tesserati e un settore giovanile che ogni anno fornisce alla prima squadra dei ragazzi molto promettenti”.

Parlando del girone “C” di serie D e delle favorite alla vittoria finale, Zerbato ci dice: “Sicuramente le squadre che hanno speso di più sul mercato, quindi Union Clodiense, Luparense e il Cjarlins Muzane, che, secondo me, può risalire in zona play-off anche se attualmente è ultima con 11 punti, visto che la classifica è molto corta. Poi ci metto anche l’Adriese, una squadra forte che negli ultimi anni ha avuto continuità di risultati e che come noi ha confermato gran parte del gruppo”. Parlando delle altre due veronesi Zerbato ci dice: “Il Legnago mi è piaciuto a livello di singoli, meno a livello di gioco, anche loro però hanno cambiato molto e hanno bisogno di tempo per conoscersi meglio, sicuramente nel ritorno risaliranno in classifica ma li vedo comunque un passo indietro a queste squadre. Il Villafranca, quando ci abbiamo giocato contro, mi ha fatto davvero una grande impressione, ha sicuramente le qualità per raggiungere una salvezza tranquilla. In questo girone c’è grande equilibrio e si può perdere contro chiunque, vedi la capolista Clodiense sconfitta 3 a 0 in casa dall’allora fanalino di coda Torviscosa. In zona salvezza i punti valgono doppio e bisogna cercare di vincere per togliersi dalla sabbie mobili della retrocessione. Se pensiamo che le ultime a 11 punti sono solo a -12 dalla vetta e a -8 dai play-off, capiamo che anche noi, che siamo la in alto, se sbagliamo 2 o 3 gare possiamo scalare molte posizioni verso il basso, quindi bisogna sempre essere concentrati e determinati”.

“Bisogna anche dire – chiude Lorenzo – che il salto di qualità l’abbiamo fatto anche grazie a mister Fabrizio Cacciatore che ha sempre mille idee nuove e ci fa fare allenamenti sempre divertenti e funzionali. Poi, alla domenica, cerchiamo sempre di giocare palla a terra e non rinunciamo mai ad imporre il nostro gioco”. Domenica i termali del presidente Filippo Berti andranno a far visita al Montecchio Maggiore di mister Mario Vittadello che è reduce dalla bella vittoria per 2 a 0 in casa del Villafranca. Una partita, quella che si giocherà allo Stadio “Gino Cosaro”, da prendere con le pinze perché i biancorossi vicentini della famiglia Aleardi, seppur siano una neo promossa, è sicuramente una squadra molto ben attrezzata che si è mossa molto bene sul mercato estivo. I vicentini stanno pian piano trovando il giusto passo e vogliono dare continuità ai loro risultati.

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nebbia
0.6 ° C
8 °
0.2 °
100 %
0.5kmh
100 %
Gio
8 °
Ven
7 °
Sab
8 °
Dom
8 °
Lun
4 °

I nostri social