Serie D girone C: Il punto sulla 3^ giornata

Il Caldiero vince il derby in casa col Villafranca, il Vigasio perde 2 a 0 quello in casa dell'Ambrosiana. Il Legnago non va oltre lo 0 a 0 col Montebelluna.

689

Altra prova convincente dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi che batte 2 a 0 il Vigasio e prosegue la sua marcia a punteggio pieno dopo tre gare. La squadra rossonera locale del presidente Gianluigi Pietropoli, a differenza degli ultimi anni, parte bene in campionato e comanda il girone con 9 punti alla pari del Cartigliano. L’anno scorso i rossoneri collezionarono ben 6 sconfitte nelle prime 7 giornate ma quest’anno la squadra di Dario Biasi e compagni sembra di tutt’altra consistenza, ben ritoccata in estate dal bravo diesse Mattia Bergamaschi. Davvero difficile invece il momento che sta attraversando il Vigasio del presidente Cristian Zaffani, ancora fermo a zero punti, che proprio poche ore prima della gara ha dovuto accogliere le dimissioni di mister Colantoni. I biancazzurri hanno tenuto bene il campo ma nella seconda parte della ripresa hanno ceduto sotto i colpi di Fabio Alba e del neo entrato Michele Porcelli. Altri tre punti preziosi per i rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli che domenica saranno di scena sul campo del Cjarlins Muzane mentre il Vigasio cerca i suoi primi tre punti all’Umberto Capone nel derby contro il Caldiero.

Calcio Caldiero Terme del presidente Filippo Berti che ieri si è imposto 1 a 0 nel suo stadio “Berti” nel derby contro il Villafranca di mister Giovanni Arioli che perde malamente, regalando un gol agli avversari e con un uomo in meno per tutto il secondo tempo per l’espulsione di Matteo Scapini molto contestata dai castellani. Villafranca che si presenta a Caldiero senza i due infortunati, Boccalari e Camilli, e con un cambio di assetto tattico. Mister Arioli opta per il 4-4-2 invece che del già sperimentato 3-5-2. Dall’altra parte invece mister Soave conferma il 3-5-2 e mette in attacco Riccardo Santi e schierando da subito Emilio Brunazzi. Nei primi minuti il Villafranca sembra prendere le redini del gioco ma poi sale in cattedra il Caldiero si fa vivo con Baldani al 7’con un tiro fortissimo dalla distanza che sfiora la traversa. All’11 la partita va subito in salita per il Villafranca che regala il gol del vantaggio al Caldiero come era già successo domenica contro il Cartigliano: Capanna perde una palla facile in area, e Santi ne approfitta girandosi e segnando l’1 a 0 con un sinistro non irresistibile che inganna Martello.

Al 20° sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Villafranca recrimina per un tocco di mano in area (che le immagini di Germano Zerbetto confermano) ma l’arbitro fa proseguire fra le proteste ospiti. Al 26° Franchini crossa dalla destra per Capanna che cerca di rifarsi ma tira alto. Partita giocata a ritmi intensi ma senza quasi mai impensierire i portieri. Al 44° Franchini su punizione tira rasoterra e Anderloni vede la palla all’ultimo ma riesce a parare non senza difficoltà.

Il secondo tempo inizia con il secondo episodio contestato. Al 1° minuto su calcio d’angolo a favore del Villafranca Colmar finisce a terra in mischia e l’arbitro espelle Scapini tra vibranti proteste dei castellani. Al 18° bell’azione Franchini – Zanetti – Maccarone ma la difesa termale, seppur a fatica, riesce a liberare. Al 22° bella parata di Martello su tiro di Viviani. Il Villafranca desta una miglior impressione in 10 uomini, il Caldiero si difende con tutte le tattiche e riparte pericolosamente come quando Brunazzi si trova a tu per tu con Martello che sventa miracolosamente in due tempi. Al 48° Borgogna percorre tutto il campo ma viene fermato in extremis da tre difensori. Al 49° il Villafranca vicinissimo al pareggio con Capanna ma deve invece amaramente tornare a casa senza punti perchè il signor Pezzopane di L’Aquila fischia poco dopo la fine della partita. Altri tre punti importanti che proiettano i termali di Cristian Soave al 3° posto a 6 punti. E domenica il Caldiero è atteso a Vigasio per il caldissimo derby mentre il il Villafranca attende al Comunale il Chions che ieri ha pareggiato 2 a 2 col Mestre.

Niente da fare al “Sandrini”per il Legnago Salus che non va oltre lo 0 a 0 contro il Montebelluna di mister Loris Bodo che inanella così il suo terzo pareggio consecutivo dopo il 2 a 2 di Adria e l’ 1 a 1 casalingo di domenica scorsa contro il Campodarsego. Il Legnago ha creato più occasioni da gol e si è visto annullare un gol di Bondioli per un fuorigioco discutibile. Ma il Montebelluna avrebbe anche fare il colpaccio da tre punti con due buone occasioni di Fasan ben parate dal portiere biancazzurro Enzo. Primo tempo giocato a ritmi blandi con l’unica vera occasione gol che capita al 45° al Montebelluna che trova sulla sua strada il portiere del Legnago Manuel Enzo che devìa in corner i forte tiro di Fasan. Nella ripresa il Legnago è più determinato e si rende pericoloso con Di Paolo, Yabre e Demian che spreca da buona posizione. Al 30’ il Legnago va in gol ma il signor Caldirola di Milano annulla: Ranelli batte una punizione, un difensore devìa di testa e capitan Bondioli incorna in rete. I festeggiamenti in campo durano poco perché l’assistente Gioffedi di Lucca ha la bandierina alzata per un fuorigioco apparso dubbio. Al 40’ il fantasista ospite Fasan scatta sul filo del fuorigioco e arriva a tu per tu con Enzo che devìa in angolo da campione ed evita la beffa. Domenica trasferta per i biancazzurri in casa del Mestre che ieri ha pareggiato 2 a 2 in casa del Chions.

Nelle altre partite della 3^ giornata il Cartigliano fa tre su tre battendo 2 a 1 l’Union Feltre. L’Union Clodiense infligge la prima sconfitta stagionale (2 a 0) al Cjarlins Muzane che viene agganciato a 6 punti dal Caldiero. L’Adriese batte 1 a 0 l’Este mentre il Belluno vince 2 a 1 contro il Tamai. Termina sullo 0 a 0 Campodarsego-Delta Rovigo, 1 a 1 in Luparense-San Luigi mentre Chions-Mestre finisce sul 2 a 2.

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata