6.2 C
Verona
lunedì, 8 Marzo 2021

Francesco Perinelli spinge l’Ambrosiana verso la salvezza

Siamo certi che oggi pomeriggio Francesco Perinelli tiferà per la sua Ambrosiana che è impegnata nella difficile trasferta di campionato al Comunale Francesco Tesolin di Chions, in provincia di Pordenone. La truppa di mister Tommaso Chiecchi, rinfrancata dalla bella vittoria ottenuta in casa domenica scorsa contro la Virtus Bolzano, che mancava da ben 8 giornate (dal 18 ottobre, 3 a 1 contro la Clodiense), cercherà di giocare senza pause e dare il massimo per portare a Sant’Ambrogio l’intera posta. Perinelli, che proprio domenica contro i bolzanini ha rimediato la rottura dello scafoide del braccio e dovrà stare fuori almeno per un mese, ne è convinto: “Non vedo per noi un altro risultato possibile, serve cinismo e un gioco votato all’attacco per prenderci quei tre punti che sono importantissimi in chiave salvezza. Vedo i miei compagni molto carichi e con tanta voglia di regalare una splendida salvezza a tutto l’ambiente rossonero che se lo merita veramente”. La partita che avrà il fischio d’inizio alle ore 14.30 sarà diretta dal signor Cristian Romei di Isernia coadiuvato dagli assistenti Francesco Macchi di Gallarate e Carlo Farina di Brescia.

In classifica il Chions occupa l’incomodo ruolo di fanalino di coda con 5 punti raccolti dopo 12 delle 13 gare giocate finora, gli stessi punti del Campodarsego che però ha ben 5 partite da recuperare. L’Ambrosiana ne vanta 5 in più dei friulani ma Perinelli non guarda troppo alla graduatoria: “Dobbiamo essere molto concentrati solo sul nostro cammino, bisogna sfruttare al massimo tutte le nostre potenzialità senza guardare cosa combinano i nostri avversari. Il nostro girone è molto equilibrato ed in ogni partita può sempre succedere veramente di tutto”. Francesco non vede delle squadre particolarmente favorite per il salto di categoria: “L’attuale capolista, la Manzanese che abbiamo incontrato mi è piaciuta moltissimo, è una squadra quadrata in ogni reparto e che fa dell’intensità di gioco il suo credo. Ma sono ben attrezzate anche Belluno, Trento e Mestre, come pure Clodiense e Luparense che devono recuperare due partite. Insomma è un campionato ancora lunghissimo ed equilibrato, ma anche condizionato molto dai contagi da Covid-19 che possono cambiare gli equilibri”.

Il talentuoso giocatore rossonero classe 1998, che è tornato all’Ambrosiana dopo due anni passati a studiare in America a Waterbury nel Connecticut, è pronto a lottare fino alla fine per la causa dell’Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli. Francesco sta ultimando la specializzazione in Marketing e Business per conseguire la laurea americana che è l’equivalente di quella italiana in Economia e Commercio. E’ grato alla sua famiglia che la sempre seguito nel calcio fin dai tempi delle giovanili del Chievo dove era allenato da mister Marco Fioretto. Nel 2017 aveva festeggiato la promozione dall’Eccellenza alla serie D dei rossoneri sempre con mister Tommaso Chiecchi in panchina. “Fioretto e Chiecchi li porto nel cuore, sono due ottimi mister che fanno del carisma e delle motivazioni il loro credo. Ti caricano a mille prima di scendere in campo e cercano di valorizzare le tue doti calcistiche al massimo”. Francesco, che vive a Lazise e si trova benissimo con l’amico e portiere Gianmarco Scalera e con i suoi compagni di squadra, ha un suo segno nel cassetto: “E’ quello di andare avanti nella vita e completare gli studi e calcisticamente è quello di conquistare quest’anno la permanenza in serie D con la maglia rossonera dell’Ambrosiana”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
6.2 ° C
10 °
0 °
57 %
2.6kmh
0 %
Lun
11 °
Mar
12 °
Mer
12 °
Gio
13 °
Ven
9 °