3.1 C
Verona
giovedì, 21 Gennaio 2021

Ieri primo allenamento per Maicon da nuovo difensore del Sona

L'ex giocatore di Inter e Roma si è accasato in quella che sarà la sua nuova famiglia calcistica, il Sona. Ieri mattina primo allenamento, fra interviste e scatti fotografici.

La notizia dell’arrivo di Maicon nelle fila del Sona Calcio in Serie D, qualche mese fa, era stata accolta con incredulità e con ironia, tanto da far pensare alle migliaia di fake news che si trovano in rete. Man mano che passavano le settimane, però, si è capito che di boutade proprio non si trattava. Voci sempre più insistenti e via via confermate hanno tramutato il sogno in realtà: Maicon vestirà la maglia rossoblù. Giovedì l’arrivo in Italia all’aeroporto di Fiumicino, a Roma, per poi spostarsi a Verona. Questa mattina prima seduta sul campo, a Lazise, agli ordini di mister Marco Tommasoni che, in un’intervista rilasciata ai nostri microfoni il 17 dicembre scorso, aveva espresso grande entusiasmo per l’arrivo dell’asso brasiliano e che aveva già un’idea precisa di dove avrebbe posizionato l’ex laterale di Inter, Roma e della Nazionale brasiliana all’interno dei suoi schemi di gioco, ovvero nel ruolo di centrale difensivo.

Maicon si è allenato assieme ai compagni di squadra, dispensando sorrisi e qualche chiacchiera. Ha palleggiato con loro come se fosse inserito da sempre nel gruppo. Molti i giornalisti, anche di testate nazionali, accorsi al campo per l’arrivo del campione brasiliano. Maicon, mancava dall’Italia dal 2016, quando lasciò la Roma per l’Avai prima, il Criciuma poi e infine il Vila Nova (quarta serie brasiliana). Ruolo chiave in questa operazione l’hanno avuto l’intermediario fra il giocatore e la società, il brasiliano Thiago De Souza, e il direttore sportivo Claudio Ferrarese, il quale nelle scorse ore aveva parlato di «un’operazione incredibile, senza precedenti nella storia del calcio». Maicon era accompagnato dal figlio di 15 anni che si aggregherà inizialmente alla formazione Juniores del Sona.

Il tecnico del Sona Calcio, Marco Tommasoni, non nasconde l’emozione per avere in formazione il campione brasiliano. Ad un certo punto è sembrato quasi di vedergli le lacrime agli occhi, ma di sicuro era per l’aria gelida che ieri mattina, poco dopo le 10.30, tirava sugli impianti sportivi di Lazise, dove il suo Sona ha dato il benvenuto a Maicon. Marco Tommasoni, tecnico della formazione di Serie D che da oggi diventa la casa calcistica dell’ex difensore di Inter, Roma e Nazionale brasiliana, non riesce a contenere l’emozione per una giornata che rimarrà per lui e per tante altre persone davvero indimenticabile. «E’ stata un’emozione forte per tutti, anche per me – ci spiega il mister rossoblù –. Ho parlato con lui, sta bene, si è allenato, ha già fatto qualcosina e mi ha dato l’impressine di essere, come pensavo, un ragazzo veramente disponibile».

Maicon, dopo le interviste rilasciate alla stampa accorsa numerosa per il ritorno di uno degli eroi del Triplete neroazzurro, si è unito alla squadra dimostrando fin da subito un certo feeling: «S’è posto bene col gruppo e con i compagni, non era scontato. Già domani si aggregherà con noi per la trasferta a Lodi contro il Fanfulla, vediamo se farà un po’ di riscaldamento con i giocatori oppure se verrà solamente in tribuna a vederci». Come dicevamo, ruolo chiave in questa operazione l’hanno avuto l’intermediario fra il giocatore e la società, il brasiliano Thiago De Souza, e il direttore sportivo Claudio Ferrarese, il quale nelle scorse ore aveva parlato di «un’operazione incredibile, senza precedenti nella storia del calcio».

Un’operazione talmente particolare che ha sorpreso tutti. «Noi ci abbiamo sempre creduto. Il direttore sportivo ha fatto un lavoro non ottimo, straordinario. Grandissima parte del merito è sua e si merita l’attenzione mediatica che c’è stata oggi al campo. – prosegue Tommasoni – Per tutti, per la società, per i ragazzi, per lo staff, vedere trenta o quaranta giornalisti al campo con reti televisive nazionali quali Sky, Rai, Mediaset… è stato qualcosa di unico». «Ora tocca a me. – conclude il tecnico rossoblu – Dalla settimana prossima, se arriverà il nulla osta da parte della Questura, Maicon potrebbe essere già tra i convocati di oggi. E’ un mese che non si allena, ma fisicamente sta bene. Lo vedo carico, con tanta voglia ancora di fare calcio con impegno e serietà».

Matteo Scolari per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
3.1 ° C
5.6 °
-0.6 °
87 %
0.5kmh
75 %
Gio
7 °
Ven
9 °
Sab
8 °
Dom
7 °
Lun
7 °