Il derby Legnago – Caldiero si è concluso senza vincitori ne vinti

Il pareggio a reti bianche è gradito dal Caldiero, meno dal Legnago. Salvataggio sulla linea di porta di Colman Castro su tiro di Barone. L’ex Zerbato ha reclamato un rigore.

375

Il derby giocato sabato fra il Legnago e il Caldiero si è concluso sullo zero a zero, un risultato che accontenta più il Caldiero che il Legnago che avuto le più nitide palle-gol. Il Legnago di mister Massimo Bagatti occupa ancora il secondo posto a sette lunghezze dalla capolista Campodarsego costretta al pareggio casalingo (2 a 2) dal Montebelluna che mercoledì ospiterà proprio i biancazzurri. Giornata di sole e buon pubblico in tribuna. Il Legnago si schiera nella formazione prevista con il rientro di Barone reduce da due giornate di squalifica. In panchina il Legnago ha il portiere Matteo Zanchetta (classe 2000, ex giovanili del Chievo e Ambrosiana ufficializzato in settimana), Forestan, Contri, Mazzali, Ranelli, Sabba, Finessi, Broso e Miatton. Il Caldiero conferma sette giocatori schierati inizialmente domenica scorsa contro il Chions, schiera anche l’ex Viviani che ha scontato il turno di squalifica. In panchina mister Cristian Soave porta Tebaldi, Boudraa, Falchetto, Baschirotto, Filiciotto, Martone, Laperni, Borgogna e Manarin.

Subito azione gialloverde Viviani-Baldan-Zerbato con conclusione fuori bersaglio dell’ex. Poi il montenegrino del Legnago Cicarevic cerca di servire Chakir che non aggancia la palla. All’8° è Lorenzo Zerbato, illustre ex biancazzurro con sette campionati e 23 gol, che cerca il gol, ma la conclusione centrale è bloccata da Enzo. Al 9° grossa occasione per il Legnago: il tiro di Giabobbe è respinto dal portiere ospite Anderloni con Chakir che non approfitta di un’uscita avventurosa del portiere gialloverde inzuccando fuori dallo specchio della porta. Poco dopo Zerbato cerca il gol ma il suo tiro non è preciso. Al 19° va al tiro Galesio, ma la sua conclusione è fiacca. Il paraguaiano Colmar Castro, 35 anni, difensore centrale ex Campodarsego, Adriese ed Este, atterra Chakir ma non è ammonito. Al 30° bella conclusione sopra la traversa dell’ex Marco Farinazzo. Al 33° seconda occasione da gol per il Legnago sui piedi di Giacobbe che però non inquadra la porta. Al 34° altro tentativo di far gol di Lorenzo Zerbato, ribatte sicuro Enzo. Al 40° ancora una palla-gol per il Legnago che va al tiro, dopo una bella azione corale, con Barone, sulla linea respinge Colman Castro. Poi un fallo di Botturi su Farinazzo con il difensore biancazzurro che viene ammonito.

Nella ripresa azioni da una parte e dall’altra. Al 3° minuto per un fallo su Chakir il signor Mori di La Spezia concede la punizione che Giacobbe calcia con traiettoria alta. Al 19° slalom di Cicarevic in area gialloverde e conclusione a rete ribattuta con bravura da Anderloni. Al 20° Zerbato cade in area biancazzurra e rimedia un’ammonizione per simulazione. Al 25° minuto una punizione di Barone è respinta dal portiere ospite. Il Caldiero nel finale è pericoloso con Feliciotto al 29° che però conclude debolmente, poi, al 41° non inquadra la porta del Legnago. I cinque minuti di recupero non cambiano il risultato.

Il Caldiero conquista un punto importante in ottica salvezza, mentre il Legnago non vince e non accorcia le distanze dal Campodarsego che nelle ultime cinque gare ha ottenuto quattro pareggi e una sola vittoria. In sala stampa mister Massimo Bagatti non è soddisfatto del punto conquistato. “Il Caldiero – dichiara – ha giocato una partita difensiva, noi abbiamo creato tre occasioni da gol nel primo tempo, con un loro salvataggio sulla linea, e una nella ripresa”. L’allenatore ospite Cristian Soave dichiara: “Per me – dice – il pareggio è giusto. Il rigore? Zerbato mi ha giurato che c’era, io non voglio commentare.” Il portiere del Legnago Manuel Enzo dichiara: “Zerbato ha accentuato un contatto in area con Demian. L’arbitro era ben piazzato ed ha ammonito giustamente Zerbato per simulazione.”

Legnago Salus (4-3-1-2): Enzo, Demian, Botturi (1’st Mazzali), Antonelli, Bondioli, Moretti, Giacobbe (20’st Broso), Yabre, Barone (42’st Sabba), Cicarevic (42’st Ranelli), Chakir (30’st Finessi). All. Bagatti
Caldiero (3-4-1-2): Anderloni, Cherubin (20’st Baschirotto), Braga(31’st Martone), Burato, Colman Castro, Dall’Ara, Zerbato ( 42’st Borgogna), Viviani, Galesio (25’st Filiciotto), Farinazzo ( 25’st Manarin), Baldani. All. Soave
Arbitro: Mori di La Spezia
Note: Spettatori 400 circa. Ammoniti Botturi, Cicarevic, Zerbato. Angoli 2-2 Recuperi 1’ e 5’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata