Il Legnago raggiunge il Cjarlins Muzane nei minuti di recupero (2-2)

Un pareggio che non accontenta i due allenatori. Sabato anticipo a Trieste contro il San Luigi che ha un solo punto in classifica

149

Al “Sandrini”di Legnago è finita con un pareggio per 2 a 2, come il 22 aprile 2018, fra i biancazzurri e gli arancio-blu friulani del Cjarlins Muzane. Un pareggio indigesto ai due allenatori, mister Massimo Bagatti ha dichiarato che il Legnago meritava di più mentre mister Moras, negli spogliatoi a fine gara, esprimeva la sua ira per essere stato raggiunto al 92° minuto per un rigore evitabile poiché non era necessario che il portiere Sourdis atterrasse Chakir che era controllato da un difensore. Il Legnago si è schierato con la formazione prevista per l’infortunio ad una caviglia a Porto Tolle di Demian e l’assenza di Ranelli per le tre fratture al piede sinistro subite nella partita con il Tamai. Al centro dell’attacco c’era Di Paolo che ha scontato i due turni di squalifica. In panchina, con il portiere di riserva Ingrassia, ci sono Forestan, Bagnai, Darraji, Dhamo, Leoni, Farinazzo, Miatton e Barone.

Il Legnago parte forte e subito Chakir cerca di sorprendere Sourdis, classe 2001, poi conclude a rete Cicarevic e conquista un corner, quindi Di Paolo non inquadra lo specchio della porta. All’8° Cjarlin in vantaggio: bagarre in area biancazzurra, incornata di Fabbro, Enzo respinge corto e Bussi in agguato non perdona. Al 20’ scatto in profondità di Bussi e tiro ribattuto di pugno da Enzo che poi si ripete su una punizione. Al 25’ Enzo interviene su Bussi fallosamente in area e l’arbitro concede il penalty che Tonizzo realizza per il 2 a 0 Cjarlins. Alla mezzora Torelli inzucca alto e al 35° il Legnago accorcia le distanze. Sugli sviluppi di un corner battuto da Cicarevic, Chakir in spettacolare rovesciata batte il portiere friulano.

Ad inizio ripresa debutta in biancazzurro il centrocampista Aleksandros Dhamo nato ad Atene il 14 ottobre 1998, che ha militato con le giovanili del Cesena e con il Santarcangelo in serie C e D. Dhamo, che è nato in Grecia, ha però la nazionalità albanese ed ha dimostrato in campo ottima personalità. Il Legnago pressa alto e costringe gli ospiti ad arretrare. Al 6° Chakir ha un ottimo spunto e decide di tirare in porta, il portiere si salva in angolo. Ancora Chakir in evidenza al 23° ma non riesce ad incornare bene un traversone di Antonelli. Al 28° una delle rare incursioni del Cjarlins con Muela che tira e conquista un corner. Al 36° al tiro Dhamo, il portiere friulano ribatte. Nei 4 minuti di recupero le speranze del Legnago di pareggiare si concretizzano, in area ospite il portiere Sourdis atterra Chakir e l’arbitro concede il rigore che Cicarevic realizza con freddezza. Il Legnago conquista un punto d’oro e sabato prossimo giocherà l’anticipo a Trieste alle ore 15.30 contro il San Luigi, seconda squadra di Trieste neopromossa. L’anticipo è stato concordato fra le due società poiché mercoledì 30 ottobre si gioca alle ore 14.30 l’undicesima giornata di campionato, il Legnago ospita la Clodiense e il San Luigi è di scena a Villafranca.

Negli spogliatoi l’allenatore Massimo Bagatti dichiara: “Sono contento della prestazione dei miei ragazzi contro una squadra forte che ci hanno creato problemi sui calci piazzati. Abbiamo pareggiato al 92°, i ragazzi hanno dato tutto e la sconfitta sarebbe stata davvero una beffa.” Il presidente Davide Venturato dice: “Un tempo per uno, Legnago più determinato nella ripresa e quindi un giusto pareggio.” Mario Pretto aggiunge: “Una buona partenza con tre azioni importanti, poi castigati da una squadra esperta. Bravi a recuperare nella ripresa.” L’ex Tobanelli dice: “Nel primo tempo meritavamo un maggior vantaggio…” Così mister Moras: “Bravo il portiere del Legnago che ha evitato almeno tre gol, eccezionale il gol di Chakir. Il nostro portiere ha commesso un fallo da rigore da non fare perché il numero 11 del Legnago era controllato da vicino da un nostro difensore.”

Legnago Salus (4-3-1-2): Enzo, Lo Bello (46’ Dhamo), Botturi, Antonelli, Bondioli, Moretti, Torelli (78’ Barone), Yabre, Di Paolo (89’ Farinazzo), Cicarevic, Chakir. All. Bagatti
Cjarlins Muzane (4-3-3): Sourdis, Ndoj, Facchinutti, Tobanelli, Fabbro, Longato (69’ Migliorini), Gubellini (64’ Ruffo), Pez (71’ Muela), Spetic (53’ Kabine), Tonizzo, Bussi. All. Moras
Arbitro: Palumbo di Bari
Reti: pt 8’ Bussi, pt 25’ Tonizzo (rigore) pt 35’ Chakir, 47’st Cicarevic (rigore)
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti Torelli, Longato, Spetic, Bussi, Angoli 5-7, recuperi 2 e 4

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata