Il Legnago Salus finalmente ritrova la vittoria, battuto 2 a 1 il Tamai 

Prima vittoria casalinga del Legnago che spreca molte palle-gol. Grave infortunio a Ranelli. Domenica trasferta insidiosa a Porto Tolle

144

Finalmente è arrivato, dopo tre pareggi casalinghi consecutivi con Villafranca, Montebelluna ed Este, il primo successo al “Sandrini” del Legnago Salus. Il risultato finale parla di uno striminzito 2 a 1 ma questo solo per gli incredibili errori di mira degli avanti biancazzurri, soprattutto di Vincenzo Barone che ha sprecato almeno tre ghiotte palle-gol. L’allenatore del Legnago Massimo Bagatti, rispetto alla formazione sconfitta una settimana fa a Feltre per 2 a 0, ha inserito subito Demian, Botturi, Moretti e la punta Chakir al posto di Di Paolo squalificato per due turni per proteste verso il direttore di gara. In panchina con il portiere di riserva Ingrassia si sono seduti Lo Bello, Bagnai, Forestan, Darraij, Leoni, Antonelli, Farinazzo e Miatton. Il Legnago si schiera con un 4-3-1-2 con Cicarevic rifinitore per le punte Barone e Chakir.

Al 12° minuto, dopo un contrasto con Smirtik, rimane a terra il centrocampista del Legnago Lorenzo Ranelli che una volta rialzato zoppica vistosamente, per il calcio subito alla caviglia, e viene sostituito da Antonelli. Ranelli viene trasportato in ambulanza al pronto soccorso del “Mater Salus” e la diagnosi è purtroppo quella della frattura al metatarso sinistro. Il Tamai cerca il gol con Moras ma Enzo para sicuro. Al 14’il Legnago passa in vantaggio, dopo una bella azione corale biancazzurra arriva il tiro da sotto misura di Chakir che fa 1 a 0. Al 17’ tiro potente ancora di Chakir, il giovane portiere ospite Da Re, classe 2002, respinge corto e Barone spreca il 2 a 0 non inquadrando la porta da due passi. Sull’altro fronte c’è un bel cross da fondo campo di Moras ma il portiere Enzo blocca a terra senza problemi. Al 32’arriva il raddoppio del Legnago. Punizione di Cicarevic, il portiere respinge corto e Bondioli non perdona. Al 42’ bella azione Torelli – Damien- Barone con quest’ultimo che tira fiaccamente. Al 48° Chakir innesca Demian in profondità ma il portiere friulano recupera.

Nella ripresa fioccano le palle-gol che però i biancazzurri non concretizzano. Subito due corner per il Legnago, nel primo un tiro di Barone è deviato, poi, nell’altro conclusione di Cicarevic senza fortuna. Al 7’ bel passaggio di Damien per Barone con il napoletano che conclude alle stelle. Al 9° Barone crossa per Chakir che incorna di testa ma il portiere devìa. Poi rifinitura di Cicarevic per Barone che non riesce ancora una volta ad inquadrare la porta per la delusione dei tifosi biancazzurri. Il Tamai cerca di approfittare degli errori di mira del Legnago e Moras al 20° obbliga Enzo a salvarsi in angolo. Passano solo tre minuti e lo stesso Moras ha uno spunto sulla sinistra si accentra e accorcia le distanze. Al 39° il Legnago colpisce un palo con Miatton che poi al 49°, ben imbeccato da Yabre, spara sul portiere. Domenica prossima biancazzurri in trasferta a Porto Tolle per affrontare il Delta Calcio Rovigo.

Finalmente è arrivato il primo successo casalingo e mister Massimo Bagatti a fine gara è sorridente:“La prima vittoria al “Sandrini”- esordisce il tecnico modenese – è diventata sofferta solo per le tante occasioni da noi create e non concretizzate.” Il direttore generale Mario Pretto dichiara: “Una vittoria importante in una partita ben giocata e con una decina di palle- gol create, quattro delle squali sbagliate. Atteggiamento giusto e buon impegno.” L’allenatore ospite Giuseppe Bianchini non cerca alibi per la sconfitta: “Quella con il Legnago è una sconfitta meritata, il Legnago è stato più bravo di noi e la responsabilità è mia perché non ha trasmesso sul campo la giusta determinazione ai giocatori.”

Legnago Salus (4-3-1-2): Enzo, Demian, Botturi ( 14’st Darraij), Ranelli (13’ pt Antonelli), Bondioli, Moretti, Torelli, Yabre, Barone (24’st Farinazzo), Cicarevic (34’st Lo Bello), Chakir (38’st Miatton). All. Bagatti
Tamai (4-3-3): Da Re, Bertoldi (21’st Zupperdoni), Peresin (42’st Lubian), Pessot, Serafin (12’st Borgobello), Dukic, Masia (13’st Nezha), Trento, Smrtnik, Moras, Mortati (28’st Consorti). All. Bianchini
Arbitro: Tomasi di Lecce
Reti: 14’pt Chakir, 32’pt Bondioli, 24’st Moras
Note: Spettatori 250 circa. Ammoniti Bondioli, Darraij, Forestan, Zupperdoni, Bianchini(allenatore) Angoli 4-3 recuperi 4 e 5

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata