14.1 C
Verona
giovedì, 1 Ottobre 2020

Il Legnago Salus conferma mister Massimo Bagatti e sogna il ripescaggio in serie C

Il direttore generale Mario Pretto ha comunicato che la società biancazzurra ha confermato anche per la prossima stagione l’allenatore Massimo Bagatti. Ottimi i risultati raccolti dalla sua squadra fino al momento dello stop testimoniato dal secondo posto con 49 punti raccolti in 28 giornate, con 13 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte. Il decimo campionato consecutivo di serie D del Legnago è finito con la gara di Carlino (Udine) del 23 febbraio, con altre dieci gare da giocare che sono state prima posticipate e in seguito annullate il 20 maggio per la pandemia del Corona virus. Il presidente del Legnago Davide Venturato ha dichiarato: “Con mister Bagatti abbiamo trovato subito un accordo per dare continuità al nostro progetto. La situazione è paradossale, il campionato di serie D è finito il 20 maggio e il futuro organizzativo è incerto. Un Legnago in serie C nella prossima stagione 2020-2021? Se la serie C con la ristrutturazione dei campionati diventasse semiprò il Legnago sarebbe ben felice di giocare nella terza serie Nazionale.”

Mister Massimo Bagatti è contento di rimanere in riva al Bussè: “A Legnago – dichiara il tecnico modenese – mi sono trovato bene e quindi mi fa piacere essere ancora l’allenatore del Legnago. Che dico su un eventuale ripescaggio del Legnago in serie C? Io sono per premiare la meritocrazia, quindi penso che il nostro ripescaggio sarebbe giusto per il nostro ottimo secondo posto. Io speravo ancora di vincere il campionato visto che c’erano ancora 30 punti in palio.” Il direttore generale Mario Pretto sostiene che si sarebbe potuto riprendere anche i campionati di serie D, magari a porte chiuse. “Ci vuole coraggio, il pericolo fa parte del vivere e i giocatori sono giovani, forti fisicamente e hanno davanti una vita radiosa da non soffocare”. Pretto si augura ci sia una riforma dei campionati: “Cento squadre professionistiche – dichiara il direttore generale biancazzurro che da 12 anni è in riva al Bussè – fra serie A, B e C sono troppe e avranno difficoltà economiche. A mio avviso la serie C dovrebbe cambiare status e diventare semiprò e con costi inferiori. La serie D dovrebbe essere disputata solo dalle società che possono iscriversi dopo le difficoltà economiche arrivate in seguito alla pandemia. Il Legnago ripescato in una nuova serie C? Potrebbe diventare una realtà perché il Legnago ha tradizioni importanti e uno stadio idoneo per capienza (2.200 spettatori) che ha già ospitato la serie C2 con la Virtus Vecomp nella stagione 2013-2014. In ogni caso siamo in attesa delle decisioni della Lega Nazionale Dilettanti. ”

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

pagine visitate
124.525.036
visitatori online
29

Ultimi articoli

I Boys Gazzo puntano ad arrivare nei primi 5 posti!

Marco Ambrosi, classe 1986, una laurea triennale in Scienze della Comunicazione nel cassetto, e un lavoro di impiegato, è il secondo giocatore...

Alessandro Carollo, un “Baby” Bomber da 200 gol in carriera

Per Alessandro "Baby" Carollo, punta bovolonese della classe 1987 (è nato il 25 marzo), una domenica - quella appena trascorsa - da...

Andrea Bosoni (Olimpica Dossobuono): “Siamo partiti bene ma il campionato è ancora molto lungo”

Ha da poco festeggiato il suo 32° compleanno, precisamente il 7 settembre, il portierone dell'Olimpica Dossobuono Andrea Bosoni. Per lui il tempo...

Le veronesi di 2^ e 3^ categoria che giocano in campionati fuori della provincia di Verona

Primi 3 punti in campionato per il Villa Bartolomea nel girone "M" di Seconda categoria. I bianconeri del mister italo-argentino Luis Gustavo...

Roberto Pienazza, il nuovo condottiero del Parona, crede nella forza dei biancoverdi

Dopo aver chiuso la stagione dopo i suoi tre anni alla guida del Bussolengo del presidente Montresor, mister Roberto Pienazza si è...

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
14.1 ° C
15 °
13 °
93 %
0.5kmh
4 %
Gio
21 °
Ven
18 °
Sab
19 °
Dom
20 °
Lun
19 °