24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Il punto sulla serie D: 19^ giornata del girone B e 17^ del girone C

Nel girone "B" il Sona cade in casa al 94° minuto. Nel girone "C" il Caldiero vince in Friuli. Rinviate le gare di Ambrosiana e S.Martino Speme.

Nel match valido per la diciannovesima e ultima giornata del girone di andata del campionato di Serie D girone “B”, il Sona di mister Filippo Damini ospita il Desenzano Calvina del trainer Michele Florindo. Pronti via e il Sona va subito vicino al vantaggio con Marchesini, che entra in area dalla sinistra e conclude a rete trovando, però, l’ottima risposta di Sellito. Passano undici minuti e sono ancora gli scaligeri ad andare vicini al goal con un sinistro dal limite dell’area di Antonio Di Nardo messo in calcio d’angolo dal numero uno del Desenzano. Un minuto più tardi è la squadra di Florindo ad affacciarsi dalle parti di Mazzi che si rifugia in corner sul mancino da fuori area di Ferrara. Al 26′ è ancora il Sona a rendersi pericoloso: Sylla Mbaye scende sulla destra e cross in mezzo per la testa di Marchesan che viene neutralizzata da Sellito. Al 31′ il Desenzano Calvina passa in vantaggio: Spini fugge via a Barellini sulla destra e appoggia a rimorchio per Ferrara che viene toccato fallosamente da Vaudagna in area. Dal dischetto si presenta Giacomo Marangon che angola bene e batte l’incolpevole Mazzi. Finisce il primo tempo con gli ospiti in vantaggio 1 a 0.

Dopo solo quattro minuti trascorsi nella ripresa il Sona agguanta il pareggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla destra Flores serve Marchesini che in caduta lascia partire un destro a giro che si insacca a fil di palo. I ragazzi di Damini iniziano a spingere sfiorando il raddoppio cinque minuti più tardi con una doppia conclusione prima di Sylla, entrato in area dalla destra, poi di Marchesini sulla respinta entrambe sventate da Sellito. Con il passare del tempo le squadre si allungano, gli spazi diventano sempre più ampi e la partita sempre più emozionante. Al 15′ il portiere sonese Mazzi è bravo a chiudere sul primo palo il tiro di sinistro di Marangon. Al 37′ il Sona va di nuovo vicino al vantaggio con il nuovo entrato Simeoni che con un filtrante manda in porta Marchesan il cui destro viene ammortizzato prima da Giani e poi bloccato, prima che finisca in rete, da Sellito. Si arriva al quarto minuto di recupero dove a decidere il match in favore del Desenzano è ancora il giocatore ospite Giacomo Marangon (ex Adriese) che prima si va a prendere una punizione dai 25 metri subendo fallo da Gecchele per poi mandarla in rete insaccandola all’incrocio dei pali con una traiettoria perfetta su cui Mazzi non può nulla. I sonesi ora si trovano all’undicesimo posto in classifica e domenica prossima la formazione di coach Filippo Damini sarà ospite sul campo del Crema di mister Stefano Bellinzaghi.

Nel girone C sono stati invece molti i rinvii per situazioni di quarantena in corso per casi positivi già accertati nei giorni precedenti o per disposizioni delle Autorità Sanitarie, sono state ben 6 le partite rimandate ad altra data, tra queste anche quelle delle altre due nostre veronesi, quella del San Martino Speme del nuovo mister Mario Colantoni che avrebbe dovuto ospitare i giallorossi padovani dell’Este, e quella dell’Ambrosiana di mister Paolo Sammarco che sarebbe dovuta andare a far visita alla Luparense (partita che è stata rinviata al 2 febbraio). Sono state quindi solo tre le gare disputate nella diciassettesima ed ultima giornata del girone “C” di serie D.

Il Caldiero di mister Tommaso Chiecchi espugna in trasferta al Comunale “Della Ricca” di Carlino in Friuli il Cjarlins Muzane del trainer Massimiliano Moras conquistando la terza vittoria consecutiva. La formazione gialloverde scaligera ha dominato la gara e meritato il risultato finale. Tutta la squadra termale si muove in sintonia sin da subito e la difesa neutralizza senza particolari difficoltà lo spauracchio Rocco. La prima vera occasione è per i gialloverdi termali arriva già al 5° minuto di gioco ma il portiere locale Moro risponde presente sulla battuta a rete di Boldini. Al 28′ sono ancora gli ospiti ad essere pericolosi con Martone che calcia a rete ma trova ancora attento l’estremo difensore arancio-azzurro. Al 35′ arriva l’episodio che cambia le sorti della partita: Ndoj guadagna due cartellini nel giro di due minuti e si fa cacciare dal direttore di gara costringendo i friulani a rimanere in inferiorità numerica. Al 39′ buona punizione dei friulani con Michelotto che impegna Aldegheri con un rasoterra che passa sotto la barriera. Al 43′ incredibile occasione di testa mancata da capitan Lorenzo Zerbato, che non approfitta dell’uscita a vuoto di Moro per punire il Cjarlins Muzane. Il primo tempo finisce in parità e senza reti.

Nella ripresa i termali escono dagli spogliatoi con grande determinazione e passano in vantaggio dopo soli 9 minuti di gioco: tiro al volo di Burato sul quale Alessandro Cherubin si dimostra lesto, tocco di tacco sopraffino e palla che si insacca nella porta friulana alle spalle di Moro. Il Caldiero continua a creare occasioni e al 22° minuto arriva il meritato raddoppio: Filiciotto ruba palla a Tobanelli, tocca per Manarin che di prima smazza un bellissimo assist per Zerbato che controlla e di destro da posizione defilata la mette all’incrocio dei pali. Per l’attaccante termale si tratta dell’undicesimo gol stagionale che lo proietta in testa alla classifica cannonieri del girone. Nel finale Alberto Filiciotto ha sul sinistro il pallone del tris ma Moro gli impedisce di firmare il capolavoro. I termali del presidente Filippo Berti ora si trovano al sesto posto in classifica, in concomitanza con il Dolomiti Bellunesi, a soli due punti dalla zona play-off. La formazione di mister Tommaso Chiecchi sarà ospite domenica prossima sul campo della Luparense di coach Nicola Zanini.

Sebastiano Perbellini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °