27.1 C
Verona
giovedì, 30 Giugno 2022

Il punto sulla serie D: 26^ giornata del girone B e 22^ del girone C

Il Sona pareggia 1 a 1 in casa contro lo Sporting Franciacorta. Il Caldiero si aggiudica anche il derby in casa del San Martino Speme (2 a 0), l'Ambrosiana travolge in trasferta il Campodarsego (4 a 1)

Il Sona Calcio di mister Filippo Damini, dopo tre sconfitte consecutive, torna a fare punti pareggiando in casa contro lo Sporting Franciacorta allenato da Riccardo Maspero. L’incontro valido per la 26^ giornata del girone B di Serie D si chiude sull’1 a 1 che va sicuramente meglio agli ospiti bresciani che sono in una zona tranquilla della classifica a quota 34 punti. Il Sona calcio con 29 punti galleggia invece soli due punti sopra alla zona play-out. Il Sona passa meritatamente in vantaggio poco prima della mezz’ora di gioco sugli sviluppi di un calcio di rigore concesso dal signor Giuseppe Sangiorgi di Imola per un fallo ai danni di Girma. Dagli undici metri Marco Marchesini spiazza Pilotti e la palla si deposita in rete per l’1 a 0 rossoblù. Il Sona controlla la gara ma al 45° un indecisione di Dal Bosco permette al centravanti bresciano Ciro De Angelis di colpire di testa in tuffo acrobatico e depositare in rete l’1 a 1 che chiude il primo tempo. Nella ripresa il Sona prova a cercare il gol prima con Marchesini, poi con Di Nardo e nei minuti di recupero con Ceccuzzi ma il risultato non cambia. I ragazzi di mister Pippo Damini domenica prossima vanno a Bergamo contro la Virtus Ciserano che è ottava con 37 punti.

Splendida vittoria esterna per l’Ambrosiana che batte con un netto 4 a 1 i biancorossi padovani del Campodarsego di mister Bedin che sostituiva in panchina lo squalificato Masitto. I rossoneri di mister Paolo Sammarco sono bravi a contenere le sfuriate iniziali dei locali e pian piano escono fuori trovando il gol del vantaggio con Javier Boix che recupera palla a centrocampo e vede il portiere fuori dai pali e con un pallonetto chirurgico insacca la rete dell’1 a 0 rossonero. I locali vacillano e poco dopo i rossoneri raddoppiano ancora con l’attaccante spagnolo ma l’arbitro annulla per fuori gioco. I rossoneri insistono e trovano il gol del 2 a 0 al 43° minuto di gioco con una botta di Trento che si insacca all’incrocio dei pali alle spalle del portiere Boscolo Palo. Nella ripresa ci si aspetta la reazione del Campodarsego ed invece sono ancora i rossoneri ad andare ancora in gol con una splendida conclusioni da fuori area di Konate che batte per la terza volta Boscolo Palo. Al 62° minuto punizione in area che Malagò spara alle spalle del neo entrato portiere locale Fortin insaccando il 4 a 0 rossonero. All’87° minuto arriva il gol della bandiera dei padovani di Colombi che insacca alle spalle di Nannetti un rigore concesso dal signor Cevenini di Siena. L’Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli raccoglie altri tre punti importanti e si porta a 18 punti a -6 dalla coppia Delta Porto Tolle-Montebelluna. Domenica ospiterà al “Montindon” ospiterà nella 23^ giornata l’Union Clodiense di mister Antonio Andreucci, seconda forza del girone a -4 dall’Arzignanochiampo.

Il San Martino Speme del dimissionario diesse Giuliano Menegazzi ospitava ieri il Caldiero di mister Tommaso Chiecchi al “Borgo della Vittoria” nel derby veronese valido per la quinta giornata di ritorno del girone “C” di serie D. Il Caldiero scende in campo con l’intento di vincere ancora per mantenere lo splendido 4° posto in classifica che si è conquistato con le 7 vittorie e un pareggio ottenute nelle ultime otto gare. I gialloverdi ospiti termali del presidente Filippo Berti cominciano a far paura alle big del girone continuano a macinare punti su punti. Domenica prossima allo stadio “Mario Berti” di Caldiero arriva la capolista Arzignanochiampo che sicuramente dovrà fare attenzione a non prestare il fianco ai veronesi del diesse Fabio Brutti che stanno attraversando un momento di grazia.

Il San Martino Speme di mister Mario Colantoni gioca un buon primo tempo e tiene testa ai più quotati ospiti che faticano ad affacciarsi dalle parti di Mora che prima para una punizione di Filiciotto e poi devia in angolo un tiro di Lorenzo Zerbato. Poche le palle gol create nella prima frazione di gioco che si gioca prevalentemente a centrocampo, al 9 minuti dal riposo incursione in area di Cherubin che sbatte contro Marini e il signor Valentini di La Spezia fischia il rigore facendo imbestialire la tifoseria locale. Dagli undici metri Alberto Filiciotto batte Mora portando in vantaggio gli ospiti. Nella ripresa la partita si anima subito con la conclusione di Cherubin parata da Mora, poco dopo il San Martino risponde con una botta di Balde sull’esterno della rete. Dopo dieci minuti arriva il gol del raddoppio degli ospiti. Cherubin entra deciso su Dalla Bernardina che reclama un fallo, la palla arriva a Lorenzo Zerbato che entra in area e fa secco Mora. Dalla Bernardina protesta e il direttore di gara gli sventola in faccia il cartellino rosso che lascia in 10 uomini i nerazzurri. Il Caldiero controlla la gara e amministra il doppio vantaggio sfiorando un paio di volte anche il terzo gol. Il San Martino Speme fino all’episodio del secondo gol è stato in partita lottando su ogni palla. Domenica prossima i ragazzi di mister Mario Colantoni, ora ultima a 14 punti con Spinea e Cattolica, andranno a far visita al Dolomiti Bellunesi. .

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
27.1 ° C
28.1 °
25.4 °
61 %
1kmh
0 %
Gio
34 °
Ven
33 °
Sab
34 °
Dom
37 °
Lun
39 °