3.1 C
Verona
giovedì, 9 Dicembre 2021

Il punto sulla serie D: 8^ giornata del girone B e 6^ del girone C

Il Sona di mister Filippo Damini pareggia in extremis con la Virtus CiseranoBergamo. Nel girone C tutte sconfitte per le veronesi.

Nel match valido per l’ottava giornata del girone “B” di Serie D, il Sona di mister Filippo Damini ospita al “Comunale” la Virtus CiseranoBergamo di mister Ivan Del Prato; andando a chiudere il trittico di gare iniziato domenica scorsa con la vittoria di Giussano sulla Vis Nova (2 a 3) e proseguito mercoledì nel turno infrasettimanale con il pareggio di Adro, casa del Franciacorta (2 a 3). Primo tempo di studio povero di emozioni, l’unica vera occasione da gol capita sui piedi di Aranotu che servito nell’area piccola da Russo spara addosso a Dal Bosco che salva il risultato. Si torna dunque negli spogliatoi senza recupero sul punteggio di 0 a 0. Ripresa più movimentata, è la Virtus a prendere maggiormente l’iniziativa in avvio con un sinistro in girata di Ambrosini in area sul quale Dal Bosco fa buona guardia. Per vedere una palla goal del Sona bisogna attendere il 20′ con un sinistro da fuori in progressione del neo-entrato Nunes Correia che Colleoni controlla a terra. Un minuto dopo ci prova anche Marchesini con un destro a giro dal vertice sinistro dell’area che sfiora l’incrocio dei pali. Al 31′ gli ospiti passano: sugli sviluppi di un corner l’ex (seppur solo per pochi mesi) Bardelloni lavora un pallone sulla sinistra e rimette al centro il pallone per Tonoli che impatta di testa battendo Dal Bosco.

Nel quarto d’ora finale il Sona si butta dunque in avanti alla ricerca del goal del pareggio, sfiorandolo prima al 39′ con un destro dal limite di Di Nardo che Colleoni controlla in due tempi anticipando il tap-in di Barellini, poi al 41′ ancora con lo stesso Di Nardo che imbeccato da un’apertura di Vaudagna dal cerchio del centrocampo conclude al volo con un destro incrociato che l’estremo difensore ospite mette in corner. Al terzo dei tre minuti di recupero concessi dall’arbitro gli uomini di mister Pippo Damini riescono però finalmente ad esultare: punizione dai 25 metri scodellata in mezzo da Alba, serie di rimpalli nell’area della Virtus CiseranoBergamo con Barellini che trova la zampata vincente (terzo goal stagionale) che permette al Sona di acciuffare un punto in extremis e prolungare a quattro la striscia di risultati utili consecutivi. Non c’è nemmeno il tempo di riportare il pallone al centro che l’arbitro Giovanni Castellano di Nichelino fischia la fine della gara che si chiude sull’1 a 1. Il Sona sale dunque a 14 punti in classifica conservando un posto in zona play-off (quinta posizione temporanea alle spalle di Desenzano Calvina, nuova capolista dopo il turno di oggi, davanti a Casatese, Sangiuliano City Nova e Arconatese). Domenica prossima il Sona sarà di scena in trasferta a Vimercate (MB), in casa della neo-promossa Leon.

L’Arzignano Valchiampo vince ancora e rimane a punteggio pieno in vetta alla classifica del girone “C”. leri al dal “Dal Molin” di Arzignano la squadra gialloceleste di Mister Bianchini hanno battuto il Calcio Caldiero Terme per 4 a 2. Parte forte la squadra di casa e fi fa pericolosa con Calì. Il Caldiero non sta a guardare e all’8° minuto passa in vantaggio con una rete di Luca Manarin. La gioia dei termali dura solo tre minuti perchè i giallocelesti locali pareggiano grazie alla rete di testa di Antoniazzi su assist di Casini. Il Caldiero gioca bene e costruisce anche qualche buona occasione per il raddoppio, ma anche i locali potrebbero segnare prima Gnago e poi con Calì che sfiora il palo. Al 37° Manarin imbecca Lorenzo Zerbato ma Bacchin si supera e salva il risultato. Come spesso accade nel calcio, gol mancato gol subito, così solo due minuti dopo arriva il raddoppio dell’Arzignano con Calì che pesca Moras che insacca il 2 a 1 con il quale le squadre vanno negli spogliatoi.

Nella ripresa è ancora l’Arzignano a sfiorare subito il tris con una punizione di Moras. Il Caldiero di mister Tommaso Chiecchi non è affatto morto e prova con insistenza a trovare il gol del pareggio. I vicentini non vogliono rischiare e vogliono il gol della tranquillità. Al quarto d’ora di gioco è Gnago che conclude di poco a lato della porta difesa da Aldegheri. I locali ci provano ancora, prima con Moras e poi con Gnago, ma senza fortuna. Lo stesso Gnago si rifà pochi minuti dopo sfruttando l’assist del giovane Vessella e mettendo in rete il pallone del 3 a 1. Il Caldiero non molla e a 10 minuti dalla fine accorcia le distanze con la rete di Lorenzo Moscatelli. I termali vogliono il 3 a 3 ma l’espulsione diretta di Viviani poco dopo per fallo su Beltrame complica le cose. al 3° minuto di recupero arriva anche l’espulsione di Baschirotto (per doppia ammonizione) dopo aver fermato fallosamente Fyda. Lo stesso n.7 locale dal dischetto batte Aldegheri per il 4 a 2 finale. Domenica prossima i termali del presidente Filippo Berti ospitano l’Union Clodiense.

Union Clodiense che ieri ha battuto 1 a 0 l’Ambrosiana di mister Giuseppe Pugliese per 1 a 0. Ai clodiensi di mister Antonio Andreucci basta ed avanza la rete segnata da Issa Ouro dopo solo 9 minuti di gioco per battere i rossoneri veronesi. I granata locali sfiorano più volte il raddoppio e l’Ambrosiana resta in partita fino alla fine. da segnalare anche un palo colpito dai locali con Serena. Il gol iniziale basta ai locali per raccogliere i tre punti che li rilancia al 3° posto in classifica con 12 punti. I rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli, che sono penultimi col Cattolica a 3 punti e precedono di un punto lo Spinea, domenica prossima ospitano al “Montindon” l’Adriese. La società rossonera del diesse Mattia Bergamaschi ha presentato in settimana l’attaccante ex Casarano classe 1988 Maikol Negro che vanta ben 99 gol in carriera tra serie B e Serie C. Nelle prossime ore potrebbe arrivare anche un’esterno ex professionista.

Perde in casa anche il San Martino Speme di mister Alberto Baù trafitto da una splendida tripletta di Simone Corbanese al suo 7° sigillo in 6 partite. Il 3 a 1 finale regala i tre punti alla squadra bellunese che risale al 4° posto della graduatoria a 10 punti in buona compagnia. Le Dolomiti Bellunesi passano in vantaggio a metà del primo tempo col suo bomber abile a ribadire in rete una corta respinta della retroguardia veronese. Prima della chiusura del 1° tempo è ancora Corbanese a deviare in gol un colpo di testa di Petdji. La squadra ospite di mister Lauria poco prima del riposo subiscono la rete di Fanini che di fatto riapre la gara. Nella ripresa però bomber Corbanese si procura un rigore che lui realizza spiazzando il portiere nerazzurro Mora. Per il San Martino Speme del diesse Giuliano Menegazzi, alla sua terza sconfitta consecutiva, domenica prossima trasferta friulana in casa del Cjarlins Muzane.

Ufficio Stampa Sona Calcio
e redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
3.1 ° C
5.7 °
0.9 °
93 %
3.6kmh
75 %
Gio
5 °
Ven
5 °
Sab
7 °
Dom
7 °
Lun
3 °