Lorenzo Moscatelli (Ambrosiana): “Ora che la salvezza è quasi matematica ci divertiamo!”

374

Non perde un colpo, di questi tempi, l’Ambrosiana del direttore sportivo Mattia Bergamaschi. Domenica scorsa, sul difficile campo dei veneziani della Clodiense Chioggia di mister Mario Vittadello, i rossoneri dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi, hanno conquistato un punto d’oro dopo che la formazione di casa, era passata in vantaggio al 42° del primo tempo con la punta ex Caldiero Gustavo Ferretti. All’8° minuto della ripresa, grazie ad una rasoiata di Lorenzo Moscatelli, i rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli avevano poi riacciuffato il pari. Alla fine risultato finale di 1 a 1 ha regalato un prezioso punto che permette all’Ambrosiana di mantenersi al terzo posto in classifica, nel girone C di serie D, con 42 punti, dietro alla capolista Campodarsego a 54 e al Legnago salus a 45 punti. Abbiamo voluto parlare del bel momento che sta vivendo l’Ambrosiana proprio con bomber Moscatelli che ci dice: “Domenica scorsa, in casa della Clodiense, è stata una partita tosta e molto bella da giocare. Loro sono una grande squadra che esprime un buon gioco ma contro di noi hanno avuto vita difficile. Devo dire che abbiamo sbagliato diverse occasioni da rete. Loro però hanno sempre ribattuto colpo su colpo, senza mai mollare. Un pareggio alla fine giusto che ci permette di stare sempre li tra le grandi del campionato”.

Che emozioni hai avvertito quando sei sceso in campo a Chioggia, ti sei goduto l’aria del mare? “Magari!Non è tempo per fare una bella nuotata, visto la temperatura e il mare agitato. A parte gli scherzi, mi ha emozionato parecchio l’atmosfera che si è vissuta in campo. Stadio bello, tifoseria calda e molto numerosa. Mi sono divertito molto, è l’apoteosi è stata quando nella ripresa ho segnato e i miei compagni sono corsi tutti ad abbracciarmi. Un gol per me e per la squadra davvero importante. Devo dire che dopo il loro gol nel primo tempo noi non meritavamo assolutamente di perdere ed alla fine il pareggio è andato bene ad entrambe le squadre. La Clodiense è una squadra molto attrezzata, specialmente in attacco, noi abbiamo fatto un grande primo tempo, rischiando poco, e nella ripresa abbiamo concesso qualcosina ma abbiamo trovato alla fine un risultato positivo”.

Che dici del vostro attuale terzo posto? “Direi che per come stiamo giocando è meritato. Abbiamo dimostrato contro tutti di saper dire la nostra battagliando e mettendo in difficoltà ogni rivale. La nostra è stata una crescita continua giornata dopo giornata. Abbiamo messo punti in cassaforte in chiave salvezza e ora ci stiamo divertendo molto”. Che tipo di campionato è quello di quest’anno? “Bello e molto avvincente, dove nessuno ti regala niente e ogni punto devi sudartelo contro qualsiasi rivale. Le partite non sono mai scontate e devi sempre affrontare l’avversario a pieni giri e molto concentrato”.

La davanti il Campodarsego vola? “Direi di si, ha ora 9 punti di vantaggio sulla veronese Legnago Salus che iniziano a essere tanti da recuperare. E’ una squadra con giocatori brillanti che sanno il fatto loro. Il Campodarsego di mister Antonio Andreucci sta esprimendo con grande personalità tutto il proprio potenziale. 54 punti conquistati dopo 25 partite, con 44 reti segnate e 22 subite e con una sola partita persa finora, direi che questi numeri parlano da sè”. E’ la tua Ambrosiana dove vuole andare? “Vorrei dire il più in alto possibile!Ma ahimè ci sono anche gli altri e nessuno qui vuole fermarsi, come è giusto che sia. Noi dell’Ambrosiana vogliamo continuare a stupire, raggiungendo, ma direi che oramai manca pochissimo, i punti matematici per salvarci, poi verrà quello che verrà!” E domenica i “diavoli rossoneri” dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi attendono al “Montindon” di Sant’Ambrogio proprio la capolista Campodarsego e la società si attende il pubblico delle grandi occasioni.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata