Massimo Bagatti è il nuovo mister del Legnago Salus che sarà ripescato in serie D.

Prende forma la squadra biancazzurra 2019-20

882

Molte novità nell’F.C. Legnago Salus. In conferenza stampa l’amministratore delegato Stefano Michelazzi ha ricordato che dopo la brutta giornata del 12 maggio, quanto il Legnago perse la gara play out con il Villafranca e retrocesse in Eccellenza, sono stati necessari giorni di confronto per capire che fare per il futuro. Mario Pretto, che in carriera non era mai retrocesso, ha proposto subito di avviare la pratica per il ripescaggio in serie D ottenendo la fiducia dei dirigenti mentre il presidente Davide Venturato ribadiva la volontà di non mollare e di voler migliorare il rendimento della squadra. Alla vice presidenza del Legnago ci sarà un nuova figura, Giorgio Schiavo, che prende il posto di Claudio Berlini. La proprietà del Legnago Salus è di Venturato, Berlini, Schiavo, Passarini, Forigo e del gruppo Legnago United. Michelazzi ha ufficializzato che è stata presentata a Roma la domanda di ripescaggio in serie D e che le risorse non sono diminuite.

Il presidente Venturato ha ricordato che il campionato 2018-2019 era iniziato male, con l’esonero di Spinale dopo solo 6 gare, e l’arrivo di mister Pagan che sulla panchina del Legnago, dopo quattro sconfitte consecutive (3 i punti dopo 10 gare), conquistava 35 punti dall’undicesina al trentaquattresima giornata, ma perdeva la gara che contava di più, quella con il Villafranca. Quest’anno la squadra biancazzurra sarà guidata da un nuovo allenatore, è il modenese Massimo Bagatti che è nato a Modena il 23 settembre 1965 e che quest’anno ha allenato il Campobasso in serie D (girone F). Bagatti, che preferisce il modulo 4-3-1-2, ha allenato in serie D la Correggese, il Delta Rovigo e l’Under 17 del Parma. E’ sposato con Cinzia ed ha un figlio, Niccolò, classe 1998 che ha giocato quest’anno a Chioggia in serie D. “Io alleno per vincere – ha spiegato – e propongo un calcio aggressivo che vuole attaccare per imporre il proprio gioco sempre.”

Nuovo anche lo staff tecnico di Bagatti il quale avrà come collaboratore Nicola Corestini, che continuerà ad allenatore anche la squadra Juniores, mentre il preparatore atletico sarà Andrea Faccioli. Il preparatore dei portieri sarà Matteo Martini, ex Chievo e Virtus e la massaggiatrice Elena Zandon. Per quanta riguarda la nuova rosa, del Legnago 2018-2019 per il momento non c’è nessuna conferma. Bagatti ha visto la partita di semifinale del Legnago Juniores di giovedì 13 giugno allo stadio Benelli del Lido di Camaiore contro il Chieri. Una decina di quei giocatori saranno aggregati alla prima squadra che inizierà gli allenamenti lunedì 22 luglio. Intanto è stato presentato il primo acquisto. Si tratta di Marco Farinazzo che ritorna in riva al Bussè dopo le esperienze di Belluno, Chieri e Clodiense. Tornerà a Legnago anche la punta Vincenzo Barone. Bagatti porterà in riva al Bussè tre giocatori in forza al Campobasso: il trequartista Mirco Giacobbe, la mezzala Francesco Antonelli e il play maker Lorenzo Ranelli. Un nuovo portiere del Legnago sarà un classe 2000, mentre due difensori saranno del 2001. Fulvio Isolani sarà il responsabile del settore giovanile del Legnago. Subentra a Nicola Fante.

Il Legnago è retrocesso per la terza volta, dopo nove campionati consecutivi di serie D, ma sembra quasi certo che giocherà in quarta serie per la decima volta consecutiva grazie al ripescaggio. Il Legnago ha un punteggio da primo posto, soprattutto per i 17 punti guadagnati dal settore giovanile. La domanda di ripescaggio andava presentata a Roma entro il 5 luglio e Mario Pretto l’ha presentata lunedì 1° luglio. Le iscrizioni alla serie D sono previste dall’8 al 12 luglio. Verso il 20 luglio si dovrebbero conoscere tutte le squadra iscritte e ripescate. Il Palermo, se ammesso alla serie D, sarà inserito in soprannumero.

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata