12.9 C
Verona
martedì, 27 Ottobre 2020

Oggi pomeriggio alle ore 15 si riparte in serie D, una categoria che unisce tutti i campi d’Italia

E’ un anno diverso per tutti noi, nella vita di tutti i giorni e nello sport in generale. Nel nostro caso, visto che parliamo di quel calcio quasi anonimo, ma nella stessa maniera popolare, genuino, nutrito di grandi valori che solo i dilettanti sanno dare, ma anche con spazio ridotto nelle pagine dei quotidiani, quel calcio che in tempo di pandemia da Covid 19 vuole rialzarsi, e noi aggiungiamo alla grande. Sono tantissime le società calcistiche che su e giù per la penisola affermano la loro idea di calcio mettendo tanta passione per i propri colori, forte appartenenza e voglia di mettere in vetrina dei giovani di valore. Dalla serie D fino a scendere in Terza categoria il desiderio di vincere rimane immutato, come un puledro che scalpita pieno di freschezza e di vita ai box prima di essere liberato. Non arrendiamoci al virus e teniamo sempre alta l’attenzione, scendiamo in campo con la voglia di lottare e non dimentichiamo che il calcio è lo sport più bello del pianeta. 166 squadre al via in serie D, con numerose piazze gloriose che vogliono riassaporare i fasti di un tempo. Oggi pomeriggio alle ore 15 si riprendere a correre su tutti i campi d’Italia anche in serie D.

Per quanto riguarda le nostre squadre veronesi, nel girone B debutto in terra bresciana a Breno per il rinnovato Sona calcio del mister Marco Tommasoni, gara d’esordio sul proprio campo al “Montindon” di Sant’Ambrogio per i rossoneri dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi che ha già digerito, si fa per dire, il poker subito mercoledì scorsa nel 1° turno della Coppa Italia professionisti in casa della Carrarese di mister Silvio Baldini. Ospita l’ambizioso Trento di mister Parlato ma i rossoneri vogliono farsi trovare pronti oggi alla roboante sfida con i gialloblu trentini. Impegno difficile all’esordio di campionato anche per il Calcio Caldiero Terme di mister Cristian Soave che ospita allo stadio Mario Berti l’Arzignano Valchiampo di mister Manuel Spinale, squadra che si era attrezzata per il ripescaggio in serie C.

E’ una serie D che vede al via, da Bolzano fino a Marina di Ragusa, ben 20 regioni d’Italia. 5 milioni e 714 mila italiani che tifano per squadre di paese o di città, di borghi o di veri e propri capoluoghi di provincia. E’ il campionato che tiene unite città con 100 mila abitanti, come Trento girone C e Forlì girone D, e piccole realtà come il Lentigione (frazione di Brescello famosa per il film don Camillo e Peppone), Mezzolara (frazione di Budrio), e Querceta (frazione di Seravezza) tutte nel girone D. Ma anche la Trestina (frazione di Città di Castello) girone E, il Dattilo (600 abitanti, frazione di Paceco) girone I in provincia di Trapani. Oppure le cosiddette nobili decadute come i liguri del Vado (girone A) vincitore nel 1922 della prima Coppa Italia, o il Casale, campione d Italia nel 1914, oppure il Savoia che gioco nel 1924 la finale scudetto contro il Genoa.

Tra i tanti allenatori al via in serie D anche due campioni del mondo, Alberto Gilardino (sulla panchina del Siena) e Giuseppe Incocciati (sulla panchina del Fiuggi). Nel girone H il Lavello è allenato dal figlio di Zdnek Zeman, mister del Foggia delle meraviglie ai tempi della serie A. La Lombardia ha ben 23 squadre al via mentre la piccola Valle d’Aosta ne ha una sola. Messina è la città più grande con 236.000 abitanti, il paese più piccolo è invece Badesse, frazione di soli 512 abitanti del comune di Montiriggioni, in provincia di Siena. Roma, ha due squadre cittadine nel girone E (Trastevere e Montespaccato) così come Sassari in Sardegna con la Torres e il Latte Dolce. Poetico il nome in dialetto friulano del Cjarlins Muzane (girone C) squadra che riunisce la comunità di Carlino e Muzzana del Turgnano, società nata nel 2003. Il fratello dell’attuale mister del Torino, Marco Giampaolo allena invece il Recanati (girone F). Tutto è pronto per il fischio d’inizio con per ora solo 9 gare rinviate dopo i tamponi sierologici. Che la serie D abbia inizio, neanche il Corona virus può fermare il gioco del calcio!

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

Vigo – Raldon 1 a 1

Il Vigo butta via un tempo, senza fare un tiro in porta, senza vincere un contrasto di gioco, inanellando una serie di...

E’ possibile fare gli allenamenti?

Presa visione del D.P.C.M. del 24 ottobre 2020; Viste le numerose richieste pervenuteci dalle Società in base alla possibilità o meno di...

Pareggio del Valgatara per 1 a 1 ad Abano

Pareggio amaro che va stretto al Valgatara che è stato protagonista contro l'Abano di una partita dai due volti. Primo tempo assolutamente...

Il punto sulla 7^ giornata del girone B di Serie C

Buon pareggio al “Rocco”di Trieste per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco e pareggia i conti nel finale con il neo...

Serie D girone C: Il punto sulla 6^ giornata

Un punto per il Caldiero del presidente Filippo Berti, quello ottenuto ieri in casa contro il Chions, che non soddisfa i termali...

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
12.9 ° C
13.3 °
12.2 °
93 %
1.5kmh
75 %
Mar
16 °
Mer
16 °
Gio
16 °
Ven
16 °
Sab
14 °