3.1 C
Verona
giovedì, 21 Gennaio 2021

Prima dello stop per le feste natalizie l’Ambrosiana affronta due gare molto importanti 

Ha voglia di rialzare subito la testa, l’Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli, dopo il pesante 3 a 0 incassato martedì al “Montindon” nel recupero di campionato giocato contro la Luparense che è la quarta forza del girone con 16 punti. Ora in casa rossonera si guarda già a sabato 19 quando i ragazzi di mister Tommaso Chiecchi andranno nella tana dell’Adriese che a 6 punti in più dell’Ambrosiana che è penultima con solo 5 punti finora raccolti in 9 gare giocate. “Sappiamo che il nostro cammino verso la salvezza in serie D quest’anno non è certo facile – dice il portiere Gianmarco Scalera -. Se devo essere sincero dico che conquistare gli obiettivi prefissi per qualsiasi squadra del nostro raggruppamento, in questa stagione funestata dal Corona Virus, è davvero complicato. Si va avanti senza poter programmare in tempi normali la preparazione e le partite. Il virus ha fermato il campionato dopo i tanti giocatori positivi che hanno costretto al rinvio molte gare. Ora si sta provando a rialzare la testa e con fatica e la serie D va avanti senza enormi scossoni e con grande equilibrio verso l’alto dove 12 squadre sono raccolte in soli 7 punti”.

Scalera, il guardiano della porta della squadra rossonera di mister Chiecchi guarda avanti vedendo il bicchiere mezzo pieno. Bisogna crederci, lavorando a testa bassa e puntando sulle qualità di ciascun componente della rosa: “La sconfitta subita contro la Luparense martedì ci ha fatto molto male moralmente. E’ stata una partita persa per alcuni errori nostri ma dobbiamo ripartire dal secondo tempo dove abbiamo schiacciato in difesa la squadra avversaria prendendo pali e traverse. Siamo in debito con la dea bendata ma dobbiamo cercare di essere più cinici ed aumentare la nostra intensità di gioco. Insomma il risultato contro la Luparense non rappresenta pienamente la nostra prestazione sul campo, dove abbiamo messo in difficoltà gli ospiti ma commesso qualche disattenzione che abbiamo pagato cara. Io in totale, a parte i tre gol, sono stato poco impegnato. Adesso però non c’è tempo per pensare a questo, siamo concentrati e coesi per far bene domani sul terreno della Adriese”.

Non bisogna far tabelle salvezza ma pensare gara dopo gara, evitando gli errori precedenti e cercando di dare il massimo: “È un dato di fatto, nel nostro girone non ti puoi mai rilassare. Ogni sfida è una battaglia da vincere che sia contro la capolista o contro l’ultima della classe. Serve continuità e grande personalità. Noi siamo un gruppo giovane che deve crescere senza piangersi addosso”. Dopo 9 gare il Trento di mister Carmine Parlato e del suo vice Simone Dal Degan è al primo posto con 20 punti, seguito a 2 punti dal Delta Porto Tolle. Il campionato non aspetta nessuno e l’Ambrosiana aspetta le prossime due gare che l’attendono, domani ad Adria e mercoledì prossimo in casa col Caldiero, con trepidazione e fiducia. Salutandoci Scalera dice: “Gestire la pandemia da Covid-19 è difficile non solo nella vita di tutti i giorni ma chiaramente anche nel calcio. Noi stiamo facendo quello che possiamo, siamo dilettanti e non abbiamo le risorse economiche dei professionisti. Spero che il 2021 porti un clima diverso, che si giochi con più tranquillità e continuità. Dobbiamo cavalcare il brutto momento senza mollare la presa e sono sicuro che prima o poi usciremo dal tunnel e vedremo un sole caldo e radioso”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
3.1 ° C
5.6 °
-0.6 °
87 %
0.5kmh
75 %
Gio
7 °
Ven
9 °
Sab
8 °
Dom
7 °
Lun
7 °