3.1 C
Verona
giovedì, 21 Gennaio 2021

Serie D girone B: Il punto sull’11^ giornata

Il Sona calcio farà sicuramente...Strada. Vince 1 a 0 a Fanfulla e si porta a -5 dalla vetta ed a un punto dalla zona play-off

Sotto gli occhi attenti di Maicon Douglas, accompagnato in tribuna dal figlio Felipe, i rossoblu di Marco Tommasoni svolgono una gara diligente e ordinata per conseguire un risultato che alla fine premia meritatamente la squadra che qualcosa di più ha fatto sul fango di Tavazzano. Non che il Fanfulla sia stato inoperoso, solo che il grande impegno di Baggi non ha avuto un seguito nei compagni di attacco per rendere quasi nulla la presenza del portiere Rosa, chiamato in causa una sola volta su un traversone alto nella ripresa. Sarebbe 2 a 0 nel primo tempo per il Sona Calcio, ma sia l’arbitro che il guardialinee non vedono un pallone entrato di almeno mezzo metro nella porta del Fanfulla, dopo una serie di rimpalli fra difensori e attaccanti a seguito di una incursione sulla destra di Galazzini: era il 5° e ci è voluta la destrezza di Baggi (migliore dei suoi alla fine) e la distrazione dell’assistente di linea Simone Iuliano per far proseguire la gara che sfuma sulle proteste di Pradella ed altri 14 tifosi presenti per il Sona Calcio. Il Sona si presenta elegante in difesa e sull’asse Dellafiore-Gerevini si vedono le cose migliori; sono veementi sia pure poco efficaci gli attacchi del Fanfulla e Gecchele non ci pensa due volte a spazzare via un paio di pericoli. Per il resto disimpegni intelligenti che tendono a costruire più che a spazzare via.

Episodio chiave al 21° con Anastasia che viene liberato in area da un filtrante di Palmieri, dalla destra calcia al volo (ma era in fuorigioco) e s’infortuna complici anche le condizioni del terreno. Qualche minuto dopo, al 29°, manda un primo segnale Strada il quale dal limite scalda le mani al portiere Cizza, poi, sempre Strada si fa notare per una serie di dribbling che si spengono nelle strette maglie della difesa bianconera. Da annotare che oltre al gol fantasma, nessuna altra azione da rete è degna di essere descritta; tutto sommato fino al 40° di una gara piuttosto stanca che il Sona Calcio controllava con diligenza, costringendo Dal Cortivo e Gecchele ad evitare rischiose sortite in avanti. Oltre a due finezze di tacco sempre di Strada e di Gerevini, c’era solo da applaudire le continue ma sterili discese in fascia di Paggi. Ed è Gerevini che fa capire che il Sona può andare a rete: il capitano rossoblu recupera palla sulla sinistra e si accentra per un tiro rasoterra che il portiere Cizza segue con sguardo angosciato fintanto che il pallone esce sul fondo dopo aver accarezzato il palo. Senza licenza di tirare in porta anche Boccalari ma questo non gli impedisce al 43° di invitare Filippo Strada alla volata in area. L’estroso attaccante raccoglie l’invito, brucia sul tempo due difensori e si presenta solo in area per infilare il portiere Cizza in uscita. Primo tempo che si chiude sull’1 a 0 per il Sona, risultato meritato per i rossoblu che hanno saputo contenere senza correre pericoli le sfuriate del Fanfulla e presentarsi più determinato almeno tre volte in area bianconera. L’esordiente portiere del Sona Rosa è rimasto praticamente inoperoso.

Nel secondo tempo la gara si fa più muscolare, nessuno risparmia colpi anche proibiti ma è il Sona Calcio che si fa applaudire per passaggi tutti di prima che portano solo ad una serie di calci d’angolo. Finalmente operoso il portiere del Sona con una presa alta su traversone di Cirigliano al 13° minuto. Al 18° una caparbia incursione di Alves Damota che lo porta ad uno spettacolare scontro in area col portiere e un difensore. A proposito del bomber lussemburghese c’è da dire che cresce di partita in partita ed è ormai inserito alla perfezione negli schemi del mister. Due momenti topici verso il 30°: Torri se ne va sulla destra e viene atterrato da dietro da capitan Laribi che accetta docile un cartellino giallo che avrebbe potuto essere anche più severo. Secondo momento due minuti più tardi. Torri si vendica a centrocampo del “nemico” Laribi con un calcetto (o uno schiaffetto?) che l’esperto capitano del Fanfulla trasforma in aggressione all’arma bianca con rovinosa caduta a terra. L’arbitro nei pressi punisce l’ingenuità di Torri col rosso.

Ovviamente ultimi 15 minuti di terrore ma pur in dieci uomini i rossoblu veronesi controllano eroicamente il gioco e lasciano solo l’illusione del gol al giovane del 2004, Sanogo, che con un tuffo di testa, fuori di poco, fa tremare la panchina del Sona. C’è gloria nel finale anche per Thomas Valbusa entrato per dare energia a centrocampo. Finisce in gioia per il Sona Calcio mentre il Fanfulla recrimina su troppi errori e su passaggi sbilenchi che hanno fatto innervosire anche il pacifico mister dei bianconeri, Andrea Ciceri. In settimana Maicon si sottopone alle visite mediche e probabilmente domenica prossima lo vedremo in panchina prima e in campo poi. Chi guarda alla classifica, può sognare; il Sona è sempre più vicino alla salvezza e anche a qualcosa di più.

Fanfulla (4-3-3): Cizza, Baggi, Laribi, Pascali, Fabiani (30’st Bernardini), Anastasia (21’pt Qeros), Guerrini, Mouddou (30’st De Carli), Palmieri (28’st Bertelli) Cirigliano (28’st Sanogo). A disposizione: Carriello, Serbouti, Tourè, Negri. Allenatore Ciceri Andrea.
Sona (4-3-2-1): Rosa, Gecchele, Belem, Boccalari, Dal Cortivo, Dellafiore, Gerevini, Torri, Damota (35’st Valbusa), Strada (42’st Belfanti), Galazzini (1’st Marchesini). A disposizione: Carletti, Calabrese, Montresor, Scamperle, Belfanti, Multari, Caldeo. Allenatore Tommasoni Marco.
Arbitro: Filippo Balducci di Empoli.
Assistenti: Simone Iuliano di Siena e Marco Alfieri di Prato.
Reti: al 43° pt Filippo Strada (SC)
Ammoniti: Baggi e Larigi (F), Dal Cortivo e Gerevini (SC). Espulso al 32’st Torri (SC)

Ufficio Stampa Sona Calcio per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
3.1 ° C
5.6 °
-0.6 °
87 %
0.5kmh
75 %
Gio
7 °
Ven
9 °
Sab
8 °
Dom
7 °
Lun
7 °