7 C
Verona
lunedì, 1 Marzo 2021

Serie D girone C: Il punto sulla 18^ giornata

Il Calcio Caldiero Terme batte 3 a 2 la Luparense e risale in classifica. Ambrosiana raggiunta al 90° dall'Este (1 a 1).

L’impresa è servita. Il Calcio Caldiero Terme supera tra le mura amiche dello stadio “Mario Berti” la Luparense del patron Stefano Zarattini ed opera il sorpasso ai danni dei vicentini. Una gara dai ritmi forsennati con le due squadre che non si risparmiano. Al 7′ Nzè pesca Manarin con un palla in mezzo al traffico, il fantasista gialloverde stoppa al limite dell’area e conclude a giro sul palo più lontano per il vantaggio termale. La Luparense però è squadra tra le migliori del girone e mister Nicola Zanini dispone di un attacco atomico guidato dagli ex professionisti Venitucci e Finocchio. Al 10° minuto e proprio quest’ultimo a siglare la rete del pareggio. Il Caldiero si fa sorprendere su un cross dalla destra e Finocchio deposita di testa in rete il più comodo dei gol senza dare scampo a Tebaldi. Al 15′ arriva il sorpasso degli ospiti. Il Caldiero traballa e su una palla inattiva l’ex della partita Riccardo Santi è il più lesto di tutti con un’incornata sul primo palo che si insacca alle spalle di un incolpevole Tebaldi. La partita comunque rimane bellissima e combattuta. Luca Manarin un attimo dopo colpisce il palo con una botta da dentro l’area. E’ il preludio del meritato e nuovo pareggio. Daniele Proch ruba palla sulla trequarti e da una ventina di metri scarica un bolide all’incrocio dei pali per la splendida marcatura del 2 a 2. A fine primo tempo l’ulteriore svolta. Proch è costretto ad uscire per un problema muscolare. Subentra Federico Peli, che in un minuto si guadagna e trasforma il rigore del contro sorpasso.

Nella ripresa la Luparense di mister Zanini riparte forte e spinge sull’acceleratore alla ricerca del pareggio. Mister Cristian Soave cambia modulo, passando ad un più accorto 3-5-2 placando di fatto le azioni della Luparense. Il Caldiero non sfrutta invece alcune ripartenze particolarmente invitanti per calare il poker. La difesa gialloverde alza il muro e il centrocampo abbassa intelligentemente i ritmi della partita. Davanti invece Federico Peli difende e lotta su ogni pallone facendo respirare la squadra termale. La gestione degli ultimi minuti della squadra locale è ottimale e i rischi sono limitati fino al triplice fischio. Vincono gli uomini di mister Cristian Soave che operano un balzo importante in classifica superando adriese e Luparense e agganciando l’Este al 6° posto a quota 25 punti. I play off sono li a soli 3 punti dove c’è l’Union Clodiense squadra contro la quale i termali del presidente Filippo Berti dovranno recuperare la gara. Domenica prossima si gioca l’ultima giornata del girone di andata con il Caldiero di scena in casa del Montebelluna.

Caldiero Terme: Tebaldi, Baschirotto, Nzè (7’st Braga), Rossi, Cherubin, Filiciotto, Viviani, Manarin (34’st Boldini), Zanazzi (31’st Martone), Proch (43’pt Peli), Tamponi (13’st Andreis). A disposizione: Aldegheri, Bernardinello, Laperni, Marastoni. All. Soave.
Luparense: Bacchin, Munaretto, Gregorio Zanella (30’st Meneghini), Beccaro, Rubbo, Severgnini, Fracaro, Chajari (30’st Goglino), Santi, Venitucci, Finocchio (14’st Menato). A disposizione: Corà, Michele Zanella, Cenetti, Rosina, Stringa, Leite. All. Zanini.
Arbitro: Mihalache di Terni
Reti: 7’pt Manarin, 10’pt Finocchio, 15′ Santi, 31’pt Proch, 44’pt Peli (rig)
Ammoniti: Venitucci, Santi, Chajari, Baschirotto, Filiciotto, Viviani
Recuperi: 2’pt, 5’st
Angoli: 7 a 4 per la Luparense

Autentica beffa ieri invece per l’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi che quando era ormai quasi sicura di aver portato a casa i tre punti sull’1 a 0 ad un minuto dalla fine subiva il pari con un tiro da centro area della punta dell’Este Cardellino sull’unica occasione concessa ai giallorossi. Un peccato visto che la ripresa è stata tutta di marca rossonera con 4 palle gol sprecate malamente. Meglio l’Este il primo tempo più pimpante soprattutto a centrocampo ma con i rossoneri di mister Chiecchi attenti a chiudere ogni varco. Alla fine il pareggio va sicuramente più stretto alla truppa di casa che ancora una volta paga a caro prezzo nel finale per una disattenzione difensiva. Ancora una volta, nei giorni che mancano alla prossima sfida in casa dell’Arzignano, mister Chiecchi dovrà registrare al meglio il pacchetto difensivo. Nel primo tempo, le occasioni da rete sono state rare, con le due squadre che si sono studiate fin dai primi minuti di gioco preoccupate principalmente di non prendere gol. Al 23′ punizione al veleno di Stefani dell’Este che il portiere di casa Marinaro smanaccia fuori dall’area. Al 40′ potrebbe passare in vantaggio l’Ambrosiana ma la conclusione di testa dell’attaccante Moraschi finisce sul palo.

Ad inizio ripresa mister De Mozzi dell’Este prova a cambiare le carte sostituendo ben tre uomini ma la mossa non ottiene il risultato voluto con i padroni di casa che continuano ad essere più pungenti in attacco. Tanto che al 18° si portano in vantaggio con Rabbas che di testa, su perfetta punizione dal limite del nuovo entrato Hoxha, gonfiava la rete dell’esterrefatto portiere ospite Fontana. Due minuti dopo è Zanetti a sfiorare il raddoppio in rovesciata acrobatica con la palla che finisce sul corpo del portiere che si salva. Al 32′ perfido calcio d’angolo battuto da Menini per i rossoneri che va direttamente in porta ma il portiere dell’Este Fontana alza la palla sopra la traversa. Nei restanti minuti gli ospiti cercano di trovare il pari ma faticano a rendersi pericolosi. L’Ambrosiana agisce in contropiede. Al 35′ punizione centrale battuta da D’Orazio e al 40° minuto, per doppia ammonizione, guadagna anzitempo gli spogliatoi il difensore dell’Este Zanetti. Al 44′ però l’Este perviene a pareggio sulla dormita difensiva dei rossoneri che lasciano solo in area Cardellino. Ma nei minuti di recupero l’Ambrosiana può di nuovo portarsi in vantaggio con Dario Biasi che colpisce al volo a due passi dal portiere Fontana che gli nega fortunosamente la via del gol trovandosi il pallone fra le mani.

Negli spogliatoi lo sconsolato mister dell’Ambrosiana Tommaso Chiecchi dice: “Sono rammaricato per aver perso i tre punti nel finale, purtroppo portiamo a casa un solo punto che non è abbastanza per quello che si è visto in campo. I nostri avversari nell’unica limpida occasione hanno fatto gol e come sempre prendiamo gol in pieno controllo della gara e così non va bene. Sull’1 a 0 ci siamo mangiati alcune palle importanti per chiudere la gara. Francamente così è dura a salvarsi! Le partite che devi vincere le pareggi e quelle che puoi pareggiare le perdi. Giochiamo ogni tre giorni, adesso dobbiamo vedere la situazione dei giocatori infortunati, Maragno, Soragna e Zanetti per preparare al meglio la prossima gara in casa dell’Arzignano. Ora dobbiamo ricaricare le batterie. C’è oggi rammarico non solo per la partita di oggi ma per questa nostra stagione. Ora andiamo con spirito positivo ad Arzignano alla ricerca di punti importanti in ottica salvezza”.

Ambrosiana-Este 1-1
Ambrosiana: Marinaro, Dall’Agnola, Penazzi (4′ st Soragna poi Biasi 30’st), D’Orazio, Leggero, Menini, Manconi (15′ st Hoxha), Metlika, Moraschi (27’st Merci), Alba (1′ st Zanetti), Rabbas. All. Tommaso Chiecchi
Este: Fontana, Zanetti, Presello, Giglio (27′ st Olonisakin), Hoxha, Santeramo, Caccin (1′ st Bozzato), Stefani (20′ st Greco), Cardellino, Bressan (1′ st Saorin), Pasha (1′ st Farinazzo). All. Massimiliano De Mozzi
Arbitro: Riccardo Gagliardini di Macerata
Reti: 18 st Rabbas, 44 st Cardellino

Ufficio Stampa ASD Calcio Caldiero Terme
Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
7 ° C
10.6 °
2.2 °
61 %
1kmh
0 %
Lun
15 °
Mar
14 °
Mer
15 °
Gio
14 °
Ven
13 °