7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Serie D girone C: Il punto sulla 21^ giornata

Gara sfortunata per l'Ambrosiana raggiunta dal Belluno a 5 minuti dal termine (1 a 1). Sabato buona prova del Caldiero contro la Manzanese (0 a 0), seconda forza del girone.

Per un soffio non trovano i tre punti i rossoneri dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi che vengono raggiunti a cinque minuti dalla conclusione della contesa con un eurogol del neo entrato Quarzago che evita la sconfitta del Belluno con la classica prodezza della domenica. Il suo tracciante da fuori area con prima tocca il palo interno e poi finisce in rete alle spalle dell’esterrefatto portiere di casa Marinaro. Alla fine l’Ambrosiana raccoglie un pareggio che fa morale ma che non anima troppo la classifica in vista del prossimo match in programma mercoledì prossimo in casa dell’Union Feltre. Parte a razzo la squadra di casa che però trova fin dai primi minuti una solerte barriera a metà campo che imbriglia la manovra offensiva di Marinaro e compagni. Al 5′ sale sugli scudi la compagine di casa con Rabbas ma la sua conclusione è fuori. Al 7′ di nuovo l’Ambrosiana con Metlika che non inquadra lo specchio della porta per un soffio. Al 15′ colpo da biliardo di Giordano, sempre di marca Ambrosiana, ma la sua rasoiata è centrale ed il portiere ospite agguanta con sicurezza. Al 30′ si fa vivo finalmente il Belluno con un tiro forte ed angolato di Petdji parato da campione dal portiere rossonero Marinaro. Al 33′ tiro di Bertagno che finisce alle stelle sopra la porta dei rossoneri. Al 44′ si gira bene in area Bertoli per l’Ambrosiana ma trova il corpo del portiere ospite che para.

Riparte subito forte nella ripresa l’Ambrosiana che già al 6′ trova il gol del vantaggio con D’Orazio che direttamente su punizione fulmina il portiere Dan con una botta da fuori area. Con il passare dei minuti l’Ambrosiana si rinsalda in carattere e tono muscolare attaccando di nuovo pericolosamente. Gli ospiti gialloblù subiscono e non riescono a reagire. Al 33′ tiro di un Isufaj ieri molto generoso ma è troppo centrale per creare pericoli al portiere ospite Dan. Al 39′ c’è il preludio del gol con una paratona del portiere Marinaro su conclusione ravvicinata di Cescon. Un minuto dopo, come detto, trova il pareggio il Belluno con la prodezza di Quarzago. I restanti minuti vedono gettarsi in avanti l’Ambrosiana senza paura e alla ricerca del nuovo vantaggio ma di fatto non succederà più nulla e la gara si chiude sull’1 a 1. A fine gara il team manager dell’Ambrosiana Filippo Perinon dice: “Anche oggi abbiamo dato l’anima e non si può dire altro. I ragazzi sia in allenamento che in partita si impegnano sempre al massimo. Oggi raccogliamo un punto che ritengo importante, visto la squadra che abbiamo affrontato che occupa la quarta posizione in graduatoria. Purtroppo facciamo sempre qualche errore di ingenuità dato dalla giovane età del gruppo. Siamo una squadra giovane che però non molla di una virgola. Abbiamo offerto una buonissima prestazione contro una avversaria come il Belluno che vanta il record di ben 30 anni in serie D. Ora concentriamoci sulla prossima partita in casa dell’Union Feltre. I nuovi acquisti arrivati la settimana scorsa sono entrati durante la partita e sia Maccarone ex Pescantina che Menolli ex Villafranca hanno fatto la loro parte”.

Ambrosiana – Belluno 1-1
Ambrosiana: Marinaro, Dall’Agnola, Perinelli, D’Orazio, Leggero (42′ st Manconi), Biasi, Giordano (14′ st Menolli), Metlika (38′ st Maccarone), Isufaj, Rabbas (29′ st Avdullari), Bertoli. All. Tommaso Chiecchi
Belluno: Dan, Posocco(10’pt Quarzago), Mosca, Chiesa, Petdji, Bragagnolo(28′ st Basso), Band (14′ st Cescon), Bertagno, Corbanese (18′ pt Lirussi), Spencer, Masoch. All. Renato Lauria
Arbitro: Stefano Foresti di Bergamo
Reti: 6′ st D’Orazio, 40’st Quarzago

Buon pari sabato allo Stadio Comunale “Mario Berti” per il Caldiero di mister Cristian Soave contro la forte Manzanese di mister Vecchiato. Caldiero che parte bene e va al tiro con Manarin ma la sua conclusione finisce a lato. All’8° punizione per la Manzanese battuta da Casella per la testa di Nchama con la palla che si spegne sul fondo. Poco dopo ci provano ancora gli ospiti pericolosi con lo stesso Casella con una botta da fuori area. Il Caldiero tiene bene il campo ma gli ospiti sono sempre pericolosi ed a metà tempo sfiorano il vantaggio con Fyda che stacca bene di testa ma il suo tiro esce di poco dalla porta difesa da Aldegheri. La squadra di mister Vecchiato fa capire perchè si trova al secondo posto e continua ad attaccare. Al 26° progressione di Gnago che salta N’Ze e tira forte in diagonale ma la sua conclusione è centrale. Al 35° bel colpo di testa di Nchama col pallone che sfiora la traversa della porta termale. Un minuto dopo scontro di gioco tra Bevilacqua e Manarin con il giocatore gialloverde costretto ad uscire per una botta in testa e al suo posto entra Cherubin. Tre minuti dopo anche Bevilacqua è costretto ad uscire per lo stesso scontro e il suo posto è preso da Cestari. Poco dopo finisce il primo tempo con il punteggio a reti bianche e con i termali bravi a contenere le folate orange.

Nella ripresa parte bene il Caldiero che conquista una punizione in posizione pericolosa ma il tiro di Burato si infrange sulla barriera. Poco dopo va al tiro Baldani ma il tiro del termale è da dimenticare. Al 7° minuto bel cross di Cherubin per la testa di Zerbato ma il portiere ospite Burrigana devìa in angolo. Il Caldiero continua a spingere e la Manzanese fatica a creare problemi ad Aldegheri. Al 12° il Caldiero sfiora il vantaggio dopo una bella azione che porta al tiro Filiciotto ma la sua conclusione potente da buona posizione finisce alta sulla porta difesa da Burrigana. Poco dopo il quarto d’ora Gnago si presenta solo davanti ad Aldegheri che salva. Al 22° ancora pericolosa la Manzanese con Fyda che si gira bene in area ma viene chiuso al momento del tiro. Due minuti dopo altra occasione per gli ospiti con Gnago che solo davanti ad Aldegheri sbaglia malamente. Poco dopo la mezz’ora splendida punizione calciata da Moras con la palla che si stampa sulla traversa. A 2 minuti dalla fine gli ospiti ci provano ancora con Gnago che spara sull’esterno della rete e al 90° minuto c’è l’occasionissima per il Caldiero con Lorenzo Zerbato che s’invola in contropiede e colpisce un clamoroso palo (foto grande) che nega il gol che avrebbe regalato i tre punti ai termali del presidente Filippo Berti. Poco dopo il signor Castellone di Napoli col triplice fischio sancisce lo 0 a 0 fra Caldiero e Manzanese. Mercoledì nel turno infrasettimanale i termali attendono al “Berti” l’Adriese che ieri ha pareggiato 2 a 2 in casa con la Luparense.

Caldiero Terme: Aldegheri, Baschirotto, Nzè, Rossi, Filiciotto, Burato, Viviani (28’st Boldini), Baldani (18’st Braga), Manarin (41’pt Cherubin), Zerbato, Tamponi (18’st Peli). All: Soave.
Manzanese: Burrigana, Cecchini, Nchama, Bevilacqua (43’pt Cestari), Calcagnotto, Capellari (21’st Delle Case) Casella, Gnago, Moras, Fyda (27’st Nicoloso), Zupperdoni. All: Vecchiato.
Arbitro: Castellone di Napoli.
Note: ammoniti: Viviani, Nzè, Rossi, Baschirotto, Casella.
Angoli: 6-4 per la Manzanese. Recuperi: 6’pt, 4’st

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it
e la redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °