10.1 C
Verona
lunedì, 6 Aprile 2020
More

    Serie D girone C: Il punto sulla 23^ giornata

    Il Caldiero si aggiudica il derby contro il Vigasio (2-1). Netto 3 a 0 dell'Ambrosiana contro il Cjarlins Muzane. Il Legnago Salus non sfonda il muro del Mestre (0 a 0), pareggio a reti bianche anche per il Villafranca in casa del Chions.

    Bella ed importante vittoria quella ottenuta ieri dal Caldiero di mister Cristian Soave nel derby casalingo contro il rinato Vigasio di mister Andrea Orecchia che domenica scorsa aveva travolto 3 a 0 l’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi. Continua così il buon momento dei gialloverdi termali del presidente Filippo Berti che non perdono da 7 gare (3 vittorie e 4 pareggi) e che in questo inizio del 2020 sono ancora imbattuti. Ieri ottima prestazione davanti al proprio pubblico e gara che si mette subito in discesa, errore della difesa del Vigasio con Martone che innesca Lorenzo Zerbato che con un preciso tiro fa 1 a 0 dopo soli 3 minuti di gioco. Il Caldiero gioca meglio e la coppia Zerbato-Manarin mette in grande difficoltà la difesa ospite. Poco prima della mezz’ora Severini trattiene Manarin e per il signor Negrelli di Finale Emilia è rigore. Sul dischetto si presenta Zerbato che fa doppietta, 2 a 0 e il suo 12° gol stagionale. La partita si riapre però dopo soli 5 minuti grazie alla conclusione nel sette di D’Antoni su punizione da oltre 20 metri. Nella ripresa il Vigasio ci prova con Zerbato e poi con Manarin che si mangia un gol colossale a porta vuota. Pian piano il Vigasio cresce e cerca con più convinzione il pari che però non arriverà grazie anche alla buona difesa termale. Domenica il Vigasio ospita la Clodiense mentre il Caldiero andrà a far visita al Montebelluna.

    Splendido 3 a 0 dei rossoneri dell’Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli che ieri sul proprio sintetico di Sant’Ambrogio di Valpolicella hanno domato il Cjarlins Muzane incamerando 3 punti che li proiettano al 3° posto assoluto del girone. Grande risposta dei ragazzi di mister Tommaso Chiecchi che dopo la sconfitta di Vigasio piegano con lo stesso risultato il Cjarlins Muzane dopo una partita intensa e contro una squadra che deve anche recriminare sui ben 3 pali colpiti. Nel primo tempo i rossoneri vanno in vantaggio con un gol di Manfroni che inganna il portiere friulano Sourdis con un tiro-cross beffardo. L’Ambrosiana vuole subito chiudere i giochi e crea almeno tre chiarissime occasioni da gol che non si concretizzano per un soffio. Nel secondo tempo gli ospiti stringono i rossoneri nella propria metà campo e colpiscono due pali. Nel momento migliore i friulani subiscono due gol in contropiede dall’Ambrosiana guidata dalla regia dello strepitoso classe 2001 Metlika che prima serve un assist perfetto a Lauricella per il 2 a 0, e poi innesca Nicolò Pangrazio che sigla il 3 a 0 finale. Domenica prossima rossoneri sempre al “Montindon” contro la Luparense che ieri ha battuto 1 a 0 il Tamai e che insegue a -1 l’Ambrosiana.

    Il Legnago di mister Massimo Bagatti non va oltre lo 0 a 0 col Mestre e perde l’occasione per recuperare 2 punti al Campodarsego fermato sul 2 a 2 in casa dall’Este. Il Legnago batterà alla fine sette calci d’angolo contro uno degli ospiti, a testimonianza della supremazia biancazzurra. I biancazzurri sono pericolosi con Giacobbe, Cicarevic, Yabre, poi ancora un nuovo tentativo su punizione di Cicarevic. Al 35’ Fabiano, 35 anni, si getta in avanti, conclusione altissima. Al 38° altra punizione battuta da Cicarevic senza fortuna dopo l’ennesimo fallo su Giacobbe. Poi ottimo spunto in profondità di Giacobbe stoppato dalla difesa arancione al limite. Prima del riposo ottimo slalom di Demian che frutta solo un corner. Nella ripresa azione alterne. Al 5° l’ex Rivi, 11 gol nel campionato in corso e determinante nel campionato scorso con 18 gol per lanciare il Mestre verso la serie D, pericoloso è in area del Legnago. La migliore occasione per passare in vantaggio per il Legnago arriva sui piedi di Chakir ma il portiere mestrino para ed evita il gol. Poi ammonizioni per i due allenatori e azioni alterne che non cambiano il risultato nemmeno nei quattro minuti di recupero. Il Legnago rimane al secondo posto con lo stesso distacco dalla capolista Campodarsego e domenica prossima insidiosa trasferta ad Este.

    Strada sempre più in salita per il Villafranca di mister Giorgio Adami dopo il pareggio a reti bianche contro il Chions. Un pareggio che non accontenta nessuna delle due squadre. Meno che meno il Villafranca che se non riesce a vincere queste gare la salvezza diventa sempre più difficile. Nel primo tempo i due portieri non sono mai stati chiamati in causa. E comunque il Villafranca a condurre la partita e giocare sempre nella metà campo avversaria. Al 27° Ambrosi tira dalla distanza ma alto sopra la traversa. Due minuti dopo Ceka anticipa Ibe di un soffio su passaggio filtrante di Ambrosi. Al 31° Franchini da buona posizione tira in diagonale ma non inquadra lo specchio della porta. E il Villafranca sempre in avanti ad attaccare ma l’occasione più ghiotta è per il Chions al 42° che sfrutta un malinteso tra Franchini e Bortignon: Franchini retropassa per Bortignon, ma in realtà serve palla ad un liberissimo Acampora che sbaglia clamorosamente un rigore in movimento mandando sul fondo a portiere battuto. Nella ripresa il Chions si fa più pericoloso, infatti nei primi dieci minuti va vicinissimo al gol prima con Vingiano e poi con Filippini che sfiorano il palo. All’11° Boccalari tira dalla distanza di poco a lato alla sinistra di Ceka. Al 17° il Villafranca recrimina un rigore per atterramento di Ambrosi su azione partita da calcio di punizione battuta da Boccalari. Al 18° è il Chions a recriminare il rigore su Filippini, ma l’arbitro lo ammonisce per simulazione. Al 25° bella azione del Villafranca ma Franchini spreca tutto con un tiro da dimenticare. Al 27° Camilli in contropiede conclude a lato con un tiro in diagonale. Poco dopo è Franchini a farsi anticipare di un soffio da Ceka. Il Chions si rende pericoloso in qualche ripartenza ma non è mai preciso e non impensierisce più Rossi e la gara si chiude sul 0 a 0. E domenica prossima insidiosa trasferta a Mestre per i blaugrana del diggì Mauro Cannoletta.

    Tratto dagli addetti stampa delle società. www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.131.559
    visitatori online
    11

    Ultimi articoli

    Si è spento Ezio Vendrame, il “George Best” italiano ex Audace

     La prima volta che Ezio Vendrame mise piede al "Tiberghien", tempio del calcio audacino, a San Michele Extra, aveva quasi trent'anni. Ci...

    Luca Pizzini: “Calmasino è diventata la mia casa!”

    Il Calmasino di mister Luca Bozzini, prima dell'interruzione a metà febbraio di tutti i campionati dilettantistici per il sopraggiungere del CoronaVirus, era...

    Sponsor e società sportive, la collaborazione continuerà? (1^ puntata)

    Si è davvero logorato il matrimonio fra sponsor e società sportive? Ce lo siamo chiesti in redazione e la risposta è stata...

    Il presidente del Comitato Regionale Veneto Giuseppe Ruzza chiarisce: “Non abbiamo assolutamente mai deliberato la sospensione dell’attività”

    "Spettabile redazione di Pianeta-Calcio, su Vostra precisa richiesta, desidero segnalare che il Comitato Regionale Veneto non ha assolutamente deliberato la sospensione dell’attività...

    I due veterani del Pescantinasettimo Paiola e Carigi aspettano fiduciosi la “morte” del virus

    Sembra irreale vedere le nostre strade deserte, un incubo che è diventato realtà già da un paio di settimane, il CoronaVirus ha...

    I Nostri Social

    Verona
    cielo sereno
    10.1 ° C
    13.3 °
    5.6 °
    43 %
    2.6kmh
    0 %
    Lun
    19 °
    Mar
    19 °
    Mer
    20 °
    Gio
    20 °
    Ven
    19 °