Serie D girone C: Il punto sulla 24^ giornata

Il Legnago Salus si abbatte sull'Este e il Caldiero fa lo stesso col Montebelluna, entrambi vincenti 3 a 0 in trasferta. Netto 5 a 1 dell'Ambrosiana contro la Luparense. Sconfitte per il Vigasio (1-3) in casa col Chioggia, e per il Villafranca a Mestre (3 a 1).

459

Settima vittoria esterna del Legnago, che vince con un netto 3 a 0 ad Este, e biancazzurri di mister Massimo Bagatti che sono sempre secondi in classifica. Ieri bella vittoria al “ nuovo stadio” di Este e Legnago che ha sfatato una tradizione sempre avversa in campionato con due sconfitte e un pareggio. La partita di Este ha visto i padroni di casa costringere il Legnago spesso sulla difensiva ma che è stato cinico nel realizzare i tre gol. I giallorossi locali hanno costretto il portiere ospite Manuel Enzo a due parate eccezionali. Al 17° minuto punizione per un fallo su Barone, batte Cicarevic e Chakir gira di testa in rete. Al 40° minuto arriva il raddoppio Legnago: scatto di Cicarevic e tiro di Giacobbe ribattuto da un difensore e Barone in agguato non perdona i giallorossi. Nella ripresa buone azioni giallorosse con conclusioni di Meneghini e Segalina fuori bersaglio. Al 40° il Legnago va vicino al terzo gol con Broso con il suo tiro ribattuto dal portiere locale Vencato che non può nulla tre minuti dopo quando sugli sviluppi di un traversone di Sabba la palla deviata da Gilli e dal portiere finisce sulla traversa, Finessi è lì in agguato e inzucca in rete il 3 a 0 per il Legnago. Domenica prossima al “Sandrini” di Legnago arriva l’Union Feltre.

Altra importante vittoria ottenuta ieri dal Caldiero di mister Cristian Soave, la terza in questo inizio di 2020 per i termali del presidente Filippo Berti, che colgono una vittoria fondamentale in chiave salvezza espugnando il “San Vigilio” di Montebelluna. Una gara dominata dagli uomini di mister Cristian Soave, capaci di imporsi sul gruppo trevigiano fin dalle prime battute di gara. Al 7° ad aprire i giochi arriva il primo gol con la maglia del Caldiero del centrocampista classe 2002 Fabio Martone, di ritorno da pochi giorni dal raduno di Parma con la rappresentativa della Lega Nazionale Dilettanti. Al 28° a mettere ulteriormente il match in discesa ci pensa bomber Lorenzo Zerbato dagli undici metri, dopo l’ottima giocata di un incontenibile Luca Manarin. Nella ripresa la resistenza del Montebelluna si piega definitivamente al 20° dopo il rosso per doppia ammonizione sventolato in faccia a Fabbian. Il Caldiero si concede un altro momento di gloria. Al 31° Francesco Baschirotto confeziona la parabola perfetta dalla distanza che proietta la truppa termale in paradiso. Il Montebelluna nel finale perde un altro pezzo per l’espulsione comminata ad Nchama. Finisce in trionfo, con gli applausi convinti di tutta la dirigenza gialloverde. Il Caldiero dopo questo 3 a 0 continua a confermarsi come splendida realtà di questo girone di ritorno. Ora anche la classifica sorride a quota 34 punti, esattamente nella pancia del gruppo. Domenica prossima allo stadio Mario Berti di Caldiero nuovo test di prestigio contro il Mestre.

Si fa sempre più dura per il Villafranca di mister Giorgio Adami, che dopo il pareggio casalingo contro il Chions cade a Mestre 3 a 1. Dopo un brutto primo tempo, anche con un rigore sbagliato, al Villafranca non riesce la rimonta nella ripresa. Al 7° arriva subito il gol del Mestre: Granati dall’ala destra fa filtrare in area un assist perfetto per Corteggiano che insacca. Tre minuti dopo il Villafranca reagisce con l’incornata di testa di Cazzago ma Secco con presa sicura para. Al 24° da azione partita da calcio d’angolo Gritti sigla il raddoppio per il Mestre. Dopo soli tre minuti il Villafranca avrebbe la possibilità di accorciare le distanze per un rigore concesso per fallo di mano in area di Gritti, ma succede l’incredibile. Battibecco tra il rigorista Strada, che giustamente si avvicina al dischetto per tirare, e Franchini, che non si sposta perché vuole calciare lui. Alla fine tira Franchini e sbaglia colpendo la traversa.

Nel secondo tempo al 12° tiro ravvicinato di Rivi e Arrighi salva in angolo. Il Villafranca è più determinato ed il secondo tempo si gioca perlopiù nella metà campo del Mestre. Al 15° Strada mette nel mezzo una buona palla per Camilli anticipato dall’incornata liberatoria di Dell’Andrea. Un minuto dopo arriva il meritato gol di Strada che accorcia le distanze mettendo palla nell’angolino basso. Al 21° il Villafranca va vicino al pareggio ma Dentale spreca tutto mandando la palla alta sopra la traversa. Alla mezz’ora Boccalari si guadagna una punizione da buona posizione: tira Strada che sfiora la traversa. Al 34° Franchini tira un diagonale dalla distanza ma Secco para. Due minuti dopo ci prova Bortignon dalla distanza con un tiro che quasi spiazza il portiere. Il pareggio per il Villafranca sembra alla portata ma allo scoccare del 45° minuto subisce il contropiede del Mestre e Corteggiano sigla la sua doppietta personale portando a tre i gol per il Mestre e chiudendo di fatto una partita che era stata apertissima fino a quel momento. Villafranca ultimo con 17 punti alla pari del San Luigi e domenica prossima atteso in casa dal derby delicatissimo contro iol Vigasio.

Vigasio di mister Andrea Orecchia che cade pesantemente in casa contro i granata dell’Union Clodiense di mister Mario Vittadello che tornano a casa con tre punti importanti. Granata ospiti subito pericolosi con Marangon che da buona posizione spreca. All’11° arriva il meritato vantaggio dell’Union Clodiense che parte in contropiede con Martino il quale imbecca Erman che batte il portiere Bertolani con un tiro non certo irresistibile. L’Union non soffre più di tanto e il Vigasio fatica a reagire andando al tiro con Dolce che non inquadra la porta difesa da Zennaro. Al 35° rigore per il Vigasio: Antenucci è contrastato da Martino che devìa ti testa in angolo, sembra tutto regolare ma l’arbitro non ha dubbi e concede il penalty contro i granata. Alessandro D’Antoni insacca l’1 a 1 nell’angolo basso a sinistra di Zennaro che intuisce il tiro ma non para. Finisce il primo tempo con le due squadre sull’1 a 1. Nella ripresa si vede un Vigasio senza dubbi più incisivo e al 6° minuto Antenucci, solo davanti a Zennaro, si vede chiuso dal tocco di piede del portiere classe 2000 che mette in angolo. Il Vigasio è pericoloso ma gli ospiti non stanno a guardare e prima Ferretti e poi Djuric spaventano Bertolani. Al 66° arriva il raddoppio degli ospiti, grande sgroppata sulla destra di Gerthoux che mette all’indietro, velo di Ferretti e Matteo Perrotti angola bene per il goal del 2 a 1 Clodiense. Ancora Antenucci è pericoloso con un diagonale che esce di poco ma nel recupero arriva il 3 a 1 ancora con Perrotti che ben servito da Marangon rientra e incrocia sul palo alla destra di Bertolani. Domenica prossima i “guerrieri del Tartaro” del presidente Cristian Zaffani attendono all’Umberto Capone i cugini del Villafranca in una importantissima sfida salvezza.

L’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi continua a stupire e ieri ha battuto con un netto 5 a 1 la Luparense di mister Cunico che non era certo un avversario facile da superare. Tuttavia gli ospiti hanno dovuto subire un primo tempo devastante dei rossoneri che hanno messo in cassaforte la vittoria con 4 gol che hanno praticamente annichilito i padovani. Pronti via e subito calcio di rigore per l’Ambrosiana per un fallo su Manfroni. Calcia Lorenzo Moscatelli che realizza l’1 a 0 dei rossoneri. Al 20° bella percussione di Moscatelli e tiro parato da Burigana ma Manfroni da due passi mette dentro il 2 a 0. Passano solo 4 minuti e punizione di Fabio Alba per lo stacco di testa di Dario Biasi per il 3 a 0. In chiusura di tempo bella incursione di Metlika (il migliore in campo) e traversone basso sul quale si avventa Michele Porcelli che pur scivolando mette in rete il 4 a 0 con una mezza girata da terra. Nel secondo tempo i rossoneri controllano la partita e sempre su incursione di Metlika al 36° arriva il gol di N’Ze che ben appostato sul secondo palo insacca di testa il 5 a 0. A 5 minuti dal termine arriva il gol della bandiera di Moras che dal limite dell’area fa secco Zalewsky sul primo palo con un preciso rasoterra per l’1 a 5 finale ai danni della Luparense. I rossoneri restano al 3° posto salendo a 41 punti e con la salvezza già praticamente in tasca. Domenica prossima rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli saranno impegnati in casa dell’Union Clodiense di mister Mario Vittadello, quinti a -1 dai veronesi.

Tratto dagli addetti stampa delle società. www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata