7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Serie D girone C: Il punto sulla 25^ giornata

Vittoria nette per Ambrosiana e Caldiero

Vince e convince la truppa di mister Tommaso Chiecchi che batte con merito un impalpabile Montebelluna, abulico e quasi mai pericoloso in fase offensiva. Tutto facile per l’Ambrosiana dunque? Assolutamente no, visto che gli ospiti ieri hanno fatto una fitta ragnatela a centrocampo imbrigliando a tratti la manovra dei rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli, ospiti che comunque si sono difesi con ordine fino a quando non sono rimasti in inferiorità numerica, quando all’ 8° minuto della ripresa, per doppio giallo, è stato espulso il centrocampista Barra. Tre punti importantissimi per restare in scia nella corsa per la salvezza e soprattutto per togliere l’Ambrosiana dal penultimo posto della classifica che vuol dire retrocessione diretta. Tornando alla gara dopo dieci minuti di conoscenza sale sugli scudi la punta di casa Righetti, ieri molto vivace, che parte in contropiede e giunto in area spara a lato della porta difesa da Bonato. Al 14′ è ancora l’Ambrosiana a farsi pericolosa con il guizzante Metlika che non trova di poco lo specchio della porta. Al 26′ i rossoneri passano in vantaggio con capitan Dario Biasi che su calcio d’angolo calciato da Menolli in anticipo sul primo palo mette la palla in rete di tacco. Al 37′ si vede finalmente il Montebelluna con Preknicaj che su punizione impegna il portiere Marinaro. Si va così al riposo sull’1 a 0 per l’Ambrosiana.

Nella ripresa gli ospiti cercano di tornare in partita ma all’ottavo arriva l’espulsione di Barra che complica ancor più le cose per la compagine ospite che di fatto sparisce definitivamente dalla contesa. L’Ambrosiana tiene in mano il pallino del gioco e il Montebelluna non riesce quasi mai a rendersi pericoloso. Nell’ultimo quarto d’ora di gioco succede di tutto ed arrivano altri 4 gol. Al 31° piattone in area di D’Orazio che con facilità insacca il 2 a 0 per i rossoneri. Al 34° arriva però un errore in area di rigore di Marinaro che consegna il pallone a Lukanovic che mette la palla in rete per il 2 a 1 che riapre improvvisamente i giochi. Nei restanti minuti però gli ospiti non trovano il pari ed è invece l’Ambrosiana al 46° ad andare ancora in gol con D’Orazio che libero in area mette la palla in rete per il 3 a 1 e suo secondo sigillo personale. Al 50° minuto c’è gloria anche per il neo entrato Testi che dopo un azione rocambolesca in area infila il portiere ospite Bonato per la quarta volta. La gara si conclude con il 4 a 1 a favore dell’Ambrosiana che riprende fiducia ed inguaia allo stesso tempo la compagine ospite che è ora solo due punti sopra la zona rossa. Domenica prossima i rossoneri saranno di scena a Mestre.

Ambrosiana – Prodeco Montebelluna 4-1
Ambrosiana: Marinaro, Dall’ Angola (24 st Menini), Perinelli, Maccarone, Leggero, Biasi, Metlika ( 35 st Alba), D’Orazio, Righetti (33 st Merci), Menolli, Bertoli (10 st Rabbas). All. Chiecchi
Prodeco Montebelluna: Bonato, Barra, Zago, Martin, De Min, Lukanovic, Spagnol, Tomasi (1 st Bardini), Shala (1′ st Franceschini), Fabbian, Preknicaj (1′ st Fasan). All. Pulzetti
Arbitro: Enrico Eremitaggio di Ancona
Reti: 26′ pt Biasi, 31′ st e 46′ st D’Orazio, 34′ st Lukanovic, 50′ st Testi.

Missione compiuta per il Caldiero di mister Cristian Soave che rende facile, quasi docile, una gara ricca di insidie, pericolosa e temibile. Termali che passano con disinvoltura a Chions con un tris che non ammette repliche. Attenzione, lucidità, compattezza. Una vittoria nel segno della maturità per i termali del presidente Filippo Berti. Al 9′ del primo tempo pasticcio difensivo in area friulana. Boldini serve Lorenzo Zerbato defilato sulla sinistra e il capitano termale sigla il vantaggio con un diagonale secco sul palo lontano. Nella ripresa il Caldiero completa l’opera. La squadra termale fraseggia con calma e lucidità. Al 30° bel lancio di Filiciotto per Proch che addomestica il pallone e lo serve docile a Boldini che non sbaglia il rigore in movimento. Il tris invece si concretizza al 43° minuto con l’assist perfetto di Manarin per Peli che in spaccata deposita nella porta dei padroni di casa lo 0 a 3 che di fatto chiude i giochi. Il Caldiero sale a quota 35 punti in classifica e Domenica prossima ospiterà al “Mario Berti” un Campodarsego alla disperata ricerca di punti salvezza.

Chions – Caldiero 0-3
Chions:
Plai, Tuniz, Cavallari (30’st Guizzo), Variola, Tomasi (1’st Consorti), Rossi (33’pt Pralini), Marmiroli, Torelli (33’st Funes), Valenta, Zamuner (23’st Spader), Vittore.
Caldiero: Aldegheri, Rossi, Baschirotto (19’st Bernardinello), Nzè, Zanazzi (36’st Cherubin), Filiciotto, Baldini, Viviani, Boldini (41’st Martone), Proch (30’st Manarin), Zerbato (23’st Peli).
Arbitro: Carsenzuola di Legnano.
Reti: 9’pt Zerbato, 7’st Boldini, 43’st Peli.
Ammoniti: Baschirotto, Tomasi, Torelli, Variola, Zerbato, Nzè.
Espulsi: al 15’st Variola per doppia ammonizione
Recuperi: 2’pt, 2’st. Angoli: 6-2 per il Caldiero

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it
e Ufficio Stampa ASD Calcio Caldiero Terme

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °