24.9 C
Verona
lunedì, 21 Giugno 2021

Serie D girone C: Il punto sulla 36^ giornata

Il Caldiero asfalta l'Union San Giorgio Sedico (5-0). L'Ambrosiana va a vincere in Friuli (2-3)

Il Caldiero di mister Cristian Soave cala il pokerissimo contro il malcapitato Union San Giorgio Sedico e sale al quinto posto in classifica con 55 punti. Un pomeriggio semplicemente perfetto. A 180 minuti dalla fine della stagione regolare la società termale del presidente Filippo Berti scavalca il Mestre in classifica, approfittando del tonfo veneziano per 2 a 0 in casa della Manzanese, e si prende l’ultima piazza utile per disputare i play-off che potrebbero regalare l’accesso alla serie C. Allo stadio Mario Berti ieri è stata una gara in discesa già nel primo tempo per i gialloverdi locali. Tutto facile per il Caldiero contro il malcapitato Sedico che ha subito una pesante “manita” dai veronesi. A fare la differenza sono stati un paio di episodi chiave. Al 12° minuto il numero 4 ospite Boccafoglia si fa rubare palla da Manarin e lo atterra. Ineccepibile l’espulsione comminata al giocatore friulano per fallo da ultimo uomo. Pochi minuti più tardi c’è il gol annullato al Caldiero. Traversone di Burato dalla destra, Zerbato sale più in alto di tutti e schiaccia sul secondo palo dove Proch insacca. La direttrice di gara, la signorina Valentina Finzi di Foligno, ravvede un fallo del capitano gialloverde. Al 21′ episodio controverso nell’area del Caldiero. Palla dentro di Tibolla per Bartulovic con Nzè che tenta l’anticipo. Anche qui veemente la protesta del Sedico che reclama il rigore ma l’arbitro non è dello stesso avviso. Il Caldiero sblocca la partita al 24° minuto. Punizione tesa a centro area di Burato, spizza Rossi e sul secondo palo arriva Baschirotto che devia in rete. Due minuti dopo arriva subito il punto del raddoppio dei termali. Proch di tacco pesca Manarin sul fianco sinistro dell’area di rigore, palla bassa al centro per Zanazzi che spedisce in porta con un tocco in spaccata l’importantissimo 2 a 0.

Nella ripresa bomber Lorenzo Zerbato cala il tris dopo soli quattro minuti. Il capitano gialloverde si beve un avversario in velocità e scarica sotto la traversa il quattordicesimo gol del proprio campionato, eguagliando il dato della scorsa stagione. Al 10° minuto anche il numero 7 ospite Poletto si fa espellere per doppia ammonizione dopo un inutile fallaccio vicino alla bandierina. Il Caldiero in doppia superiorità numerica e sul 3 a 0 si limita alla gestione della gara. Daniele Proch infila il poker dopo una splendida azione corale. Nell’occasione della quarta rete c’è anche lo sfortunato infortunio del portiere del Sedico Liso, che esce con il volto tumefatto per un contrasto fortuito con Alberto Filiciotto. Al numero uno ospite i nostri auguri di pronta guarigione. All’ultimo secondo arriva anche la cinquina termale con Federico Peli che trasforma di potenza nel sette un calcio di rigore guadagnato da Francesco Braga. Finisce 5 a 0 e il sogno dei termali continua.

Caldiero Terme – Union San Giorgio Sedico = 5-0
Caldiero Terme: Aldegheri, Rossi, Nzè (23’st Andreis), Baschirotto, Braga, Burato, Viviani (12’st Filiciotto), Zanazzi (15’st Martone), Manarin, Proch (36’st Tamponi), Zerbato (12’st Peli). (Tebaldi, Bernardinello, Baldani, Cherubin). All. Soave.
Union San Giorgio Sedico: Liso (36’st Plechero), Ostojic, Dall’Ara, Boccafoglia, Boron (2’st Monizzo), Tibolla, Poletto, Minicucci, Varano (12’st Serena), Petronelli (15’pt Parise) Bartulovic (20’st Pilotti). (Marcolin, Pavarini, Mantovani, Sinani). All. Tiozzo.
Arbitro: Finzi di Foligno.
Reti: 24′ Baschirotto, 26′ Zanazzi, 49’ Zerbato, 74’ Proch, 97’ Peli (rig.)
Note: espulsi al 12’pt Boccafoglia per fallo da ultimo uomo e al 10’st Poletto per doppia ammonizione. Ammoniti: Zerbato, Poletto, Tamponi. Recuperi: 1’pt, 8’st. Angoli: 7-2 per il Caldiero

A Carlino, in Friuli, l’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi passa 2 a 3 e toglie gran parte delle speranze ai locali di mister Princivalli di conquistare una poltrona ai play off. Il Cjarlins Muzane incassa la terza sconfitta consecutiva (dopo Arzignano ed Este) e sprofonda al 10° posto con 51 punti a -4 dal Caldiero a solo 2 giornate dalla fine. La squadra di mister Princivalli parte bene sfiorando il gol dopo solo un minuto con Volas che devia di piatto un traversone di Kichi impegnando Spiazzi. L’Ambrosiana che ha già ottenuto la salvezza gioca la sua gara e risponde con due tiri da lontano, il primo di Menolli è parato da Moro, il secondo di Avdullari esce di poco. Gli arancio e azzurri friulani vogliono i 3 punti e poco dopo il quarto d’ora di gioco passano in vantaggio con Kichi che è il lesto di tutti e di testa insacca sfruttando anche l’indecisione di Spiazzi. L’Ambrosiana reagisce e sfiora il pari con un bel diagonale di Giordano che esce di poco. Poco dopo è Tonelli a sfiorare il raddoppio con un gran destro fuori di poco. Prima del riposo arriva il pareggio dell’Ambrosiana con un bolide da fuori area di Jacopo Menolli che si spegne all’incrocio dei pali. Il tempo si chiude così con le due squadre sull’1 a 1.

Nella ripresa il Cjarlins Muzane sembra deciso ad intascare i tre punti e parte forte come era successo nella prima frazione di gioco. Dopo 7 minuti mister Princivalli effettua un triplice cambio per provare a ridare vigore alla sua squadra, entrano Forestan per Kiki, Bussi per Pignat e Ndoj per Longato. Al 12° è proprio il neo entrato Forestan che impegna Spiazzi alla parata. Al 20° minuto c’è l’episodio che cambia cambia gli equilibri in campo. Zuliani entra duro su Merci a centrocampo e il signor Gabriele Totaro di Lecce ravvede gli estremi per il cartellino rosso che lascia i locali in inferiorità numerica. I friulani protestano per l’espulsione a loro dire troppo frettolosa e solo due minuti dopo Giordano segna il vantaggio rossonero a porta vuota sfruttando al meglio una indecisione tra Tobanelli e il portiere Moro. Passano solo 6 minuti e i rossoneri calano il tris con un tiro preciso dagli undici metri di Niccolò Zanetti che si insacca nell’angolo basso alla destra di Moro. Rigore che era stato concesso per un fallo di Buratto su Merci. Sul 3 a 1 per i rossoneri veronesi si assiste ad una reazione di orgoglio della squadra friulana che a 7 minuti dalla fine riaprono i giochi con una punizione di Tonizzo che pesca la testa di Bussi che, tutto solo in piena area, infila per la seconda volta Spiazzi. Nei restanti minuti il Cjarlins Muzane va alla ricerca del pareggio ma si espone al contropiede dell’Ambrosiana che nei minuti di recupero potrebbe calare il poker con Riccardo Testi che tutto solo davanti a Moro gli spara addosso.

Cjarlins Muzane – Ambrosiana = 2-3
Cjarlins Muzane: Moro, Zuliani, Tonizzo, Tobanelli, De Agostini, Kichi (7’st Forestan), Longato (7’st Ndoj), Pignat (7’st Bussi), Tonelli (24’st Buratto), Butti, Volas (24’st Spetic). All. Princivalli
Ambrosiana: Spiazzi, Veips, Perinelli, Maccarone (37’st Penazzi), Leggero, Giordano (35’st Dall’Agnola), Avdullari (31’st Testi), D’Orazio, Righetti (17’st Merci), Menolli, Zanetti. All. Chiecchi.
Arbitro: Gabriele Totaro di Lecce.
Assistenti: Salvatore Barbanera di Palermo e Valerio Brizzi di Aprilia.
Reti: 17° Kichi, 43° Menolli, 67° Giordano, 73° Zanetti su rig., 83° Bussi
Note: Espulso Zuliani al 65° minuto. Ammoniti: Princivalli, Perinelli, Forestan, Maccarone e Buratto. Recuperi 0′ + 5′.

Ufficio Stampa ASD Calcio Caldiero Terme
La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.9 ° C
26.4 °
22.5 °
69 %
2.1kmh
0 %
Lun
31 °
Mar
31 °
Mer
32 °
Gio
31 °
Ven
21 °