Serie D girone C: Il punto sulla 5^ giornata

Il Caldiero vince e il Vigasio pareggia (0 a 0) a Chioggia. Il Legnago non sfonda il muro dell'Este (1 a 1). Sconfitte cocenti per Villafranca e Ambrosiana.

255

Vola il Caldiero che sale al 2° posto sconfiggendo fra le mura amiche i temibili trevigiani del Montebelluna con il minimo scarto, 1 a 0. Una reazione importante per gli uomini di Cristian Soave, che schiera dal 1° minuto la coppia Santi-Brunazzi, con Zerbato cursore di fascia con spiccate doti offensive. La prima chance è però del Montebelluna: al 4’ Simone Tronchin è il più lesto dopo l’uscita di Anderloni ma calcia alto sopra la traversa. La partita comunque rimane aperta ad ogni soluzione. Il Caldiero cresce e poco dopo la mezz’ora spaventa il Montebelluna con una bella combinazione in area fra Zerbato e Brunazzi, che però non porta i frutti sperati. La prima frazione si chiude con un contatto fra Biondo e Zerbato su cui l’arbitro lascia proseguire. Il Caldiero ad inizio ripresa coglie il meritato vantaggio. Filiciotto e Brunazzi scambiano sulla sinistra, palla in mezzo, che crea scompiglio nell’area trevigiana, il capitano ospite Caso respinge casualmente su Vedova che infila la propria porta con uno sfortunato autogol. Gli uomini del presidente Filippo Berti ringraziano e provano a chiudere i giochi. Al 15’ Zerbato salta Fabbian e scarica una conclusione potente che si stampa sulla traversa. Nel finale le due squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto, mostrando un ottimo stato di forma. A vincere però è il Caldiero che sale a quota 9 punti in classifica in compagnia di ben 8 squadre. Una vittoria importante dei termali per rimettersi in carreggiata e dimenticare il ko di domenica scorsa. Nel prossimo turno trasferta dei gialloverdi a Mestre.

Mestre che ieri ha vinto 2 a 1 a Villafranca, grazie a due minuti di confusione dei blaugrana di mister Giovanni Arioli che prima subiscono il pari e poi il sorpasso dei veneziani. Nel primo tempo è il è il Mestre a governare il campo e già al 10° potrebbe passare con Rivi che colpisce un clamoroso palo. Poi è Michele Martello con un paio di miracoli a salvare i locali dalle conclusioni ospiti. alla mezz’ora passa in vantaggio a sorpresa il Villafranca: Zanetti crossa per Valenta che di testa anticipa il portiere e insacca l’1 a 0. Nella ripresa subito una grande occasione del Villafranca per chiudere la gara ma Niccolò Zanetti, solo davanti al portiere, gli calcia addosso. Sempre grande lavoro per Martello che vigila sempre bene la porta blaugrana. Al 24° ancora sui piedi di Zanetti l’occasione gol che Secco sventa con bravura. subito dopo i due minuti di black-out del Villafranca con il Mestre che prima pareggia con Rivi e poi passa in vantaggio col neo entrato Bigoni. Nel finale un paio di occasioni per Bertaso ma il Villafranca soccombe col Mestre di mister Zecchin per 1 a 2. Domenica prossima il Villafranca sarà impegnato nel difficile derby in casa del rinato Vigasio.

Cade ancora l’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi che perde 2 a 0 in casa della Luparense. I rossoneri restano al 2° posto a 9 punti ma in chiassosa compagnia. Seconda sconfitta consecutiva dei rossoneri veronesi che sembrano aver perso lo smalto iniziale e anche un po’ di convinzione dei propri mezzi. alla mezz’ora passa in vantaggio la Luparense con un gran colpo di testa di Pittarello su perfetto cross dalla sinistra. Bisogna aspettare il 22° minuto della ripresa per vedere il raddoppio dei locali con Busetto che mette in rete da due passi una una palla sfuggita dalle mani a Zalewski su cross innoquo dalla sinistra. Timida la reazione dei rossoneri di mister Tommaso Chiecchi che non sono quasi mai pericolosi dalle parti di Burigana. Domenica prossima i rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli sono di scena al “Montindon” contro l’Union Clodiense che ieri ha pareggiato 0 a 0 con il Vigasio.

Vigasio che sorride per il buon punto portato a casa dalla trasferta di Chioggia contro un’Union Clodiense di mister Mario Vittadello non riesce a scardinare la difesa veronese anche perchè il portiere biancazzurro Mattia Maragna para tutto, compreso il rigore calciato da Giacomo Marangon alla sua destra. Il portiere veronese nel 1° tempo si supera su Martino, Perrotti, ancora Martino, su Marangon che tira a botta sicura senza fare i conti con lui. Negli ultimi due minuti della prima frazione Maragna devìa una punizione velenosa di Duse e poi para il rigore calciato da Marangon (nella foto grande) e concesso per un fallo di mano in area di Fornari. Nella ripresa l’Union Clodiense continua a spingere ma la squadra di mister Andrea Orecchia si difende con ordine e porta a casa il prezioso 0 a 0. Il Vigasio domenica prossima 29 settembre attende allo stadio “Umberto Capone”il Villafranca. Per il Vigasio del presidente Cristian Zaffani e del nuovo mister Andrea Orecchia un derby davvero caldissimo per la vicinanza e la grande rivalità dei due team veronesi.

Il Legnago voleva vincere davanti al pubblico amico, dopo due pareggi in bianco, invece terzo pareggio casalingo consecutivo dei biancazzurri di mister Bugatti che pur giocando in superiorità numerica per più di un’ora per l’espulsione di De Giorgio non è riuscito a prevalere su un’Este che ha cercato il gol con uno scatenato Filippo Fracaro, migliore in campo. Al 20° arriva il vantaggio dell’Este con una rapida azione che disorienta tre difensori biancazzurri e il centravanti polacco Michal Kitlinski si libera elegantemente di Moretti e batte Enzo. Al 36’ bagarre in area dell’Este con contatto fra Yabre e De Giorgio. L’assistente Gervasoni di Bergamo richiama l’attenzione dell’arbitro poichè il 36 enne giocatore ospite colpisce Yabre. Rigore e cartellino rosso per lui. Il penalty calciato da Cicarevic è perfetto ed è l’1 a 1 del Legnago. Al 44’ per un fallo di Pozza su Yabre batte la punizione Ranelli, bravissimo Piras a deviare in angolo. Nella ripresa il Legnago ma l’Este si difende bene e porta a casa un prezioso pareggio. Il Legnago Salus di mister Massimo Bagatti domenica 29 settembre sarà di scena a Feltre contro L’Union che ieri ha vinto 3 a 2 in casa del Chions.

Nelle altre partite della 5^ giornata il Cartigliano ha travolto il Delta Rovigo 3 a 0, il Belluno perde 1 a 0 in casa col Cjarlins Muzane, l’Adriese doma 2 a 0 il Tamai e il Campodarsego batte 1 a 0 il San Luigi. Cartigliano solo al comando con 13 punti, seguito a -4 da Cjarlins Muzane e Ambrosiana raggiunte ieri da Clodiense Chioggia, Legnago Salus, Luparense, Caldiero, Adriese e Campodarsego

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata