Turno preliminare Coppa Italia di serie D: eliminate Vigasio, Ambrosiana e Legnago. Avanti Caldiero e Villafranca

Nel prossimo turno di Coppa Italia altro derby Villafranca - Caldiero

1178

Oggi è iniziata la stagione ufficiale delle nostre cinque squadre di serie D. Era in programma il turno preliminare della Coppa Italia 2019-2020. Allo stadio “Umberto Capone” di Vigasio i biancazzurri locali del presidente Cristian Zaffani ospitavano il Villafranca del presidente Mirko Cordioli, dopo il primo tempo che si è chiuso sullo 0 a 0, nella ripresa le squadre provano a superarsi ed è Giordano al 4° minuto a portare in vantaggio il Vigasio. Il Villafranca ha una bella reazione e prima pareggia con Boccalari all’11° e poi mette la freccia con Borgogna al 32° minuto. Finisce 1 a 2 e passano il turno i blaugrana di mister Giovanni Arioli.

Primo tempo che si è chiuso 0 a 0 anche allo stadio “Montindon” di Sant’Ambrogio dove andava in scena l’altro derby veronese fra i rossoneri locali del presidente Gianluigi Pietropoli e i gialloverdi ospiti del neo promosso Caldiero del presidente Filippo Berti. Nella ripresa la partita non si sblocca dallo 0 a 0 e si va ai rigori con i gialloverdi di mister Cristian Soave che s’impongono per 3 a 1.

Infine il Legnago Salus, che era impegnato a Mazzano di Brescia contro il Ciliverghe di mister Filippo Carobbio, ha chiuso la prima frazione in svantaggio per 1 a 0 a causa di uno sfortunato autogol al quarto d’ora di gioco. Il rinvio di Lorenzo Botturi, da dentro l’area piccola, colpiva capitan Andrea Bondioli e la palla finiva alle spalle del proprio portiere, il classe 2000 Manuel Enzo. Al 10° della ripresa arriva il 2 a 0 dei bresciani grazie al n. 4 Jacopo Mozzanica, la sua perfetta punizione dal limite si spegne sotto l’incrocio dell’incolpevole Enzo. Sembra fatta ma i ragazzi di mister Bagatti hanno una grande reazione e accorciano le distanze alla mezz’ora e poi pareggiano a 5 minuti dalla fine con Vincenzo Barone, autore di una splendida doppietta. Partita che si chiude sul 2 a 2 e quindi si va direttamente i rigori dove si dimostrano più precisi i bresciani che alla fine si impongono per 6 a 5.

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata