24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Francesco Khaire giudica l’andata del girone “B” di Terza categoria

Il mister della Virtus Verona United incorona la Clivense

È alla sua prima esperienza come allenatore di una Prima Squadra; ex difensore del Borgo Trento del presidente Paolo Padovani e mister dello stesso Settore Giovanile giallo-bianco-blu. Stiamo parlando dell’attuale coach della Virtus Verona United che, nel girone «B» di Terza categoria, insieme ai suoi ragazzi ha ottenuto, al giro di boa, il 3°posto con 24 punti: il giovane classe 1996 Francesco Khaire. “Il livello del nostro girone è alto. Le squadre di vertice hanno degli organici completi e delle ottime individualità. Ma anche le formazioni di bassa-medio classifica sono comunque temibili, con giocatori forti che potrebbero giocare tranquillamente in altre categorie – apre dicendo lo stesso trainer giallo-nero”. La squadra che ti ha impressionato di più? “Il Borgo San Pancrazio di mister Gentjan Cani, un collettivo difficile da affrontare: lottano su tutti i palloni e giocano anche un buon calcio. La Clivense, invece, senza il portiere classe 1999 Filippo Pavoni, avrebbe sicuramente qualche punto in meno. Nonostante la rosa illustre, secondo il mio parere, sotto il profilo del gioco sono un gradito sotto a noi e ai gatti-bianco viola del presidente Adelino Perbellini”.

Un vostro giocatore di qui sentiremo parlare in futuro? “Sicuramente Guglielmo Bonistalli, difensore centrale classe 2000, scuola Chievo, giovane ma già capace di guidare il reparto difensivo. Inoltre, ottimo anche il centrocampista classe 1996, Federico Micheletti, che è anche il nostro vice capitano. In attacco, invece, contiamo su Leonardo Berghi, classe 1998 e scuola Virtus Vecomp”. Chi battaglierà con voi per salire in Seconda categoria? “La Clivense di mister Riccardo Allegretti, salvo imprevisti, vincerà il campionato. Le restanti contendenti sono Vestenanova, Borgo San Pancrazio e il San Zeno; quest’ultimo, con i recenti acquisti, si è molto rinforzato. Però attenzione anche all’Atletico Squarà dell’esperto coach Adriano Laperni, potrebbe essere la sorpresa del girone di ritorno”.

Chi è, invece, secondo te in ritardo sulla tabella di marcia? “Lo Zai Golosine di mister Alberto Biondani, per l’esperienza della rosa, pensavo fosse più avanti a questo punto del torneo, ma complice la tanta sfortuna hanno lasciato punti importanti per strada. E poi il Soave, mi aspettavo di vedere le “frecce rosse soavesi” di mister Antonio Vandin tra le prime posizioni visti i pronostici di inizio stagione”. C’è un mister che più ti ha impressionato? “Per Riccardo Allegretti parla già il suo curriculum. E poi citerei ancora il vulcanico Gentjan Cani, che con la sua energia riesce a trasmettere la carica giusta ai suoi ragazzi”.

Il giocatore da Premio Oscar del vostro girone “B” di Terza categoria? “Manuel Masenelli, la punta classe 1995 del Corbiolo. Poi, Armin Mezildzic, bomber 1994 ritornato a segnare a grappoli nella scuderia granata di mister Vasco Guerra dopo l’esperienza alla Pol. Virtus. E, infine, come dicevo in apertura, Filippo Pavoni, portiere classe 1999 che, qualitativamente, è di un altro pianeta”. Che calcio uscirà da questa terza ondata di Covid-19? “Mi auguro che a metà febbraio si riparta, sarebbe importante per tutto il mondo dilettantistico. Soprattutto, e qui ci tengo a fare un appello, per i Settori Giovanili: dalle Scuole Calcio ai Giovanissimi, ovvero le fasce più colpite dagli isolamenti e dalle quarantene, sia dal punto di vista fisico che psicologico: le giovani leve hanno bisogno di praticare sport più di tutti”.

Sebastiano Perbellini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °