24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

L’Asd Cherubine sogna un ritorno al galoppo!

Si è concluso con due vittorie il 2021 della microbica frazione ceretana: una per 3 a 2, nell’ultima giornata di andata del Girone C di Terza Categoria, contro il Megliadino San Vitale di mister Orlando Dall’Aglio, l’altra per 2 a 1, nella seconda giornata di Coppa Verona Memorial “Gianni Segalla”, contro l’Atletico Squarà di mister Adriano Laperni e del primo dirigente Davide Cobelli. Stiamo parlando della società biancoverde del presidente Diego Paganotto: l’Asd Cherubine, nata nell’estate 2021 dalla passione di un gruppo di persone per il calcio dilettante. Al momento i biancoverdi si trovano al penultimo posto in classifica, davanti al solo fanalino di coda Zevio “B” di mister Gianluca Bortolato, ma i «cavallerizzi biancoverdi» sono pronti per un 2022 al galoppo. “Speravamo in una posizione di classifica migliore, ma siamo partiti in ritardo nella costruzione della squadra – apre dicendo il direttore sportivo classe 1990, Paolo Zago -. Sapevamo che avremmo incontrato delle difficoltà nei mesi iniziali: problemi fisici e amalgamazione tra giocatori su tutti. Difatti, siamo diventati squadra, con tutti gli ingranaggi oliati a dovere, solamente verso novembre-dicembre. Ad ogni modo il bilancio è positivo: abbiamo chiuso l’anno con delle buone vittorie e questo ci fa ben sperare per il proseguo della stagione”.

Cherubine è la patria della famosissima Festa del cavallo, evento che ogni settembre ospita più di 20 mila persone spalmate in una settimana, e, oggi, è anche l’emblema cucito sulle maglie biancoverdi. “L’esperto allenatore Stefano Sacchetto”, spiega lo stesso giovane diesse, “sta facendo veramente un ottimo lavoro con i ragazzi: li segue in modo organizzato e attento. La rosa che gli abbiamo messo a disposizione questa estate era variegata e acerba, ma grazie al lavoro che sta facendo i miglioramenti si vedono giorno dopo giorno. A breve contiamo anche di inserire nuovi elementi nei ruoli più scoperti”. Quali sono i vostri obiettivi a lungo termine? “Puntiamo a un calcio legato al territorio, casereccio, che ci dia la possibilità di far crescere in casa le future leve per la Prima squadra. Per dare continuità al progetto, inoltre, l’idea è di avere un buon Settore Giovanile e, se ci sarà la possibilità, vorremmo anche collaborare con le compagini calcistiche nelle nostre vicinanze. L’intento finale è quello di mantenere un ambiente familiare, che lavori in armonia, puntando sempre al risultato migliore” risponde l’imprenditore sia nel ramo dei tabacchi che nel vino.

Lo stesso direttore sportivo biancoverde aggiunge anche un commento relativo alla decisione del Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Veneto di posticipare le gare dal campionato di Promozione a quello di Terza Categoria: “Il 9 e il 16 gennaio non si doveva giocare a priori, vista la cortezza dei gironi. Detto questo fermare e posticipare è sempre un grande danno logistico e organizzativo per le società dilettantistiche. Non abbiamo ancora ricevuto disposizioni precise sul proseguo della Coppa Verona 2021-22 nel mese di gennaio. Ad ogni modo visto che in questa stagione sportiva, rispetto a quella passata, non ci sono state partite rinviate per contagi da Covid-19, avrei provato a far disputare le partite mantenendo controllata la situazione”.

Come dice il proverbio «una mano lava l’altra e due lavano il viso», la collaborazione reciproca è molto importante. Anche il dirigente ceretano, ex presidente sia del Bovolone che dello scomparso Concamarise, infatti, ci conferma che la cooperazione con l’amministrazione comunale e gli sponsor sta funzionando molto bene: “Con il Comune di Cerea non ci sono problemi, si lavora in sintonia e per il bene della comunità; gli sponsor sono di grande aiuto, anzi, colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone e i volontari che si impegnano per portare avanti il nostro progetto, tra cui la Pro Loco di Cherubine. Auguro un Buon Anno a tutti gli sportivi veronesi e alle loro famiglie”. In conclusione, il giovane dirigente, ci saluta con il suo personale pronostico sul girone C di Terza Categoria: “Il Bonferraro di mister Enrico Bottura e il Castelbaldo di mister Gigi Braggion sono le favorite per la vittoria finale del torneo. Mentre la formazione più completa vista fino ad ora è l’Atletico Squarà del trainer Adriano Laperni che abbiamo appena affrontato in Coppa Verona: buon gioco, ottimo ritmo e squadra ben messa tatticamente”.

Sebastiano Perbellini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °