18.6 C
Verona
lunedì, 1 Giugno 2020
More

    Terza categoria girone A: il punto sulla 18^ giornata

    Impresa Vestenanova. Perde ancora il Noi la Sorgente. Ne approfittano Ausonia e Lessinia. Cinico il San Marco in casa di un Corbiolo in crisi. Crollo San Pancrazio in casa del Bnc Noi. Bene le “pescantinesi”: terze a pari punti.

    Cade ancora, per la seconda volta consecutiva, il Noi la Sorgente di mister Igor Gladich, ancora una volta senza andare a segno: dopo la sconfitta interna contro il Crazy (0 a 2) della settimana scorsa, stavolta ad essere fatale ai gialloblù è il “Comunale” di Vestenanova, dove i biancoverdi di mister Moreno Beltrame si impongono per due reti a zero grazie al gol di Davide Cengia nel primo tempo, e al raddoppio di Mirko Fabbrini nel secondo. Approfittano del pessimo momento del Noi la Sorgente l’Ausonia di mister Mario Marai e il Lessinia di mister Simone Calzolari, le quali vincono entrambe in trasferta ed entrambe con lo stesso tabellino finale (1 a 2), rispettivamente sui campi del Rivoli e del Crazy Colombo, che non riesce ad infilare la seconda impresa consecutiva dopo il colpaccio della settimana scorsa.

    L’Ausonia passa già due volte nel primo tempo grazie ad una doppia del solito, irriducibile bomber Luca Cinquetti, che manda i suoi a riposo sullo 0 a 2. Nella ripresa il Rivoli prova a crederci ma dopo che l’altro, solito bomber, ovvero Francesco Zerbini, accorcia le distanze, gli uomini di mister Mauro Tacconi non riescono ad infilare la rete del pari, uscendo comunque dal campo a testa altissima. L’andamento è praticamente lo stesso sul campo di Via Colombo: il Crazy di mister Vittorio Arragoni subisce il duplice vantaggio degli ospiti del Lessinia, che grazie al rigore di Luca Danzi e all’immediato raddoppio di Andrea Martinelli, mettono in cassaforte il risultato già nella prima frazione di gioco. Il solito Aiman Letaief nella ripresa cerca di “riaprire la cassaforte”, mettendo dentro il gol del 1 a 2, con il quale il Crazy potrà provarci fino alla fine, senza però riuscire a trovare la rete del pareggio. Il Lessinia vince ancora e si assicura il secondo posto alle spalle dell’Ausonia Sona United.

    Continua il momentaccio per il Borgo San Pancrazio di mister Faccio, che viene clamorosamente sconfitto sul campo del Bnc Noi di mister Emanuele Boscaini, che porta a casa, con immensa soddisfazione, i secondi tre punti della sua gestione, alla guida di un gruppo di ragazzi che stanno finalmente trovando ritmo e identità. Il primo tempo si chiude sull’1 a 0 per i padroni di casa, che passano in vantaggio grazie ad un rigore trasformato da Alessandro Zanetti. La ripresa è indubbiamente la più emozionante di giornata: il Bnc raddoppia con Udugama dopo soli dieci minuti, ma sorprendentemente il Borgo torna prima in partita con Marcello Duro e dieci minuti dopo trova addirittura il pari con Adami. A quel punto i “viola” ci credono, vogliono i tre punti e invece non ne portano a casa neanche uno, perché al 35° arriva un altro gol di Zanetti che fissa il punteggio sul 3 a 2 finale. Tre gol e tre punti per un ottimo Bnc Noi.

    Ottima giornata anche per le “pescantinesi” dell’Academy e del Team San Lorenzo che vincendo si assicurano il terzo posto, raggiungendo il Noi la Sorgente a quota 35 punti. Per l’Academy di mister Massimiliano Nigro la vittoria è molto più sofferta rispetto a quella del Team, poiché arriva solo a tre minuti dal 90° e grazie ad un gol di Simone Caprini, che spezza l’ottima prestazione esterna del Bardolino di mister Nicola Sabaini. Tutt’altra storia per il Team San Lorenzo di mister Giandonato Di Marzo che a San Zeno sembra incappare in una giornataccia che vede i padroni di casa di mister Nicolò Framarin passare in vantaggio al 15° grazie ad una rete di Guglielmi. Ci pensa bomber Zaki Akantor, solo cinque minuti dopo a ristabilire la parità e a dare il via alla sinfonia dei “rossoblu cerchiati” del Presidente Pietro Zangrandi, che al termine della prima frazione di gioco conducono per 1 a 3 grazie al vantaggio di Messina (che arriva poco dopo il pari) e alla “legittimazione” di Alessandro Quintarelli. Ripresa che ha poco o niente da dire, se non fosse per l’1 a 4 del Team, che arriva grazie alla rete a tempo scaduto di Jacopo Zardini.

    Momento no anche per il Corbiolo di mister Antonio Vanti: doveva essere la partita scacciacrisi e invece gli uomini del Presidente Sandro Zanini cadono ancora, stavolta contro un San Marco che con metodo e con una buona dose di cinismo porta a casa tre punti che valgono il quarto posto in piena zona play off. La partita si mantiene combattuta per tutto il primo tempo e mezz’ora della ripresa, quando l’ex Lugagnano Pietro Padovani mette a segno il gol partita che fa gioire i rossoverdi di mister Emanuele Battocchio. Vince e supera in classifica il Bardolino l’Ares di mister Martin Marrone, che dopo una prestazione straripante nella prima frazione di gioco ai danni degli ospiti dell’Edera Veronetta, mette in cassaforte il risultato e nel secondo tempo vive di rendita: al duplice fischio di Molinaroli il derby di Borgo Venezia è già sul 4 a 0 per i padroni di casa, che passano grazie alle reti Di Marzo, all’autogol di Ramos, e ai gol di Mazzuca e Speri che mettono la parola “fine” all’incontro. Nella ripresa l’Ares si rilassa, e l’Edera di mister Claudio Apostoli ha il merito di crederci, accorciando le distanze con Aitollo e col solito Sarr, i quali però non riescono a far raggiungere il pareggio ai neroverdi del presidente Gigi Sartori.

    Riccardo Padovani per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.390.555
    visitatori online
    276

    Ultimi articoli

    Iniziano i giochi. Ecco le prime “bombe” di calcio mercato

    Cominciamo a segnalare le prime "bombe" di uno dei mercati più strani degli ultimi anni. E, seguendo la logica sia del buon...

    Matteo Manganotti (Unione La Rocca Altavilla) potrebbe tornare nel veronese

    Matteo Manganotti, ex Primavera del Verona e giocatore con più presenze nella nuova storia dell’Unione La Rocca Altavilla, si racconta a Pianeta-Calcio...

    La Polisportiva Pedemonte del presidente Alberto Fedrigo conferma mister Antonio Ferronato

    Compie quest’anno 25 anni di vita la Polisportiva Pedemonte guidata con maestria dal presidente Alberto Fedrigo. Gli danno una mano oltre agli...

    Per Roberto Praga (Pozzo) il top sarebbe annullare il campionato

    "Sono molto sereno" confessa il geometra Roberto Praga, presidente dell'A.S.D. Pozzo 1961 "anche perché i verdetti li conosceremo, con ogni probabilità, dopo...

    L’Asd Parona del presidente Enrico Guardini sta programmando il futuro. Sarà ancora con mister Marzio Menegotti?

    Al suo primo anno al Parona, reduce dalla bella salvezza ottenuta l’anno scorso in Seconda categoria con il Valdadige del presidente Michele...

    I Nostri Social