Juniores Nazionali: Il Chieri batte in semifinale il Legnago con un tennistico 6 a 0

I torinesi in seguito perdono la finalissima contro l’ Aprilia che diventa campione d’Italia 2018-19

291

Il Legnago Salus, che nella fase nazionale aveva eliminato il Mantova (1 a 1 e 4 a 3 dopo i calci di rigore) e l’Union Feltre (2 a 1 e 2 a 2), è stato sconfitto con un tennistico 6 a 0 nella semifinale dal Calcio Chieri (Torino) allo stadio di Capezzano Pianore (Lucca). L’altra semifinale è stata vinta 1 a 0 dall’Aprilia Racing Club (Latina) che ha affrontato l’Aquila Montevarchi (Arezzo) allo stadio Benelli del Lido di Camaiore. La finalissima per il tricolore giocata sabato 15 giugno allo stadio “Balloni” di Forte dei Marmi è poi stata vinta 1 a 0 dall’Aprilia diventa quindi la squadra campione d’Italia 2018-19.

Il Legnago, contro il Chieri, è stato inizialmente pericoloso con Leoni che ha obbligato Maggiolo ad una parata super ma poi il Chieri ha dilagato con la tripletta di Benassi e i sigilli di Di Sparti, De Riggi e Serbouti. Così il direttore generale del Legnago Mario Pretto a fine gara: “Abbiamo affrontato un Chieri con ottime individualità che ha dimostrato un miglior adattamento al campo sintetico. Non si è visto il solito Legnago, ma i ragazzi meritano comunque un plauso, assieme ai dirigenti, per i risultati ottenuti nella fase finale. La disputa della semifinale ci assegna un’ulteriore punto per la nostra domanda di ripescaggio in serie D.”

Calcio Chieri: Maggiolo, Olivera (20’st Bechis), Oyewale, Ozara (16’st Nouri), Bellocchio, Serbouti, Benassi (28’st De Grandis), Gerbino (11’st Botto), De Riggi (11’st Ventafridda), Di Sparti, Bianco. All. Pecorari
Legnago Salus: Rossignoli, Carniel, Cassano (5’st Turato), Leoni (37’st Ottaviani), Seghetto (31’st Lora), Pasquato, Darraji, Marchesini (25’st Campesan), Miatton, Zocco, Bruni (10’st Mantoan). All. Faccioli (Corestini squalificato)
Arbitro: Moretti di Valdarno
Reti: al 20’, 43’, e 49 Benassi, 30’ Di Sparti, 54’ De Riggi, 78’ Serbouti

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata