La Croz Zai del d.s. Pistori e mister Pigatto continua a stupire

La società gialloblù della triade Gaspari-Spada-Franceschetti si è salvata con uno strepitoso girone di ritorno

949

La Croz Zai è una piccola e meravigliosa famiglia, formata da persone appassionate che guidano la truppa gialloblu da bravi dirigenti e che sono sempre presenti e a disposizione dei giocatori del settore giovanile e della prima squadra. Ognuno di loro fa il suo con maestria ed impegno senza mai entrare nelle competenze di ruolo dell’altro. Il bilancio è sano anche perché in casa gialloblu si opera senza spese folli. La società gialloblu crede molto nei valori che solo i giovani sanno regalare, tutti ragazzi bravi che non fanno mai un passo o dicono una solo parola fuori dagli schemi. Tutti hanno in testa la voglia di far decollare, con prestazioni vigorose ed appropriate, la prima squadra gialloblu. Umiltà e raziocinio completano il tutto.

La Croz Zai ha raggiunto il traguardo delle 47 primavere compiute, conquistando quest’anno, con un girone di ritorno strepitoso, una meritata salvezza nel girone A di Prima categoria. Tutto questo quando i più scettici scommettevano che i ragazzi della Zai, guidati con maestria da mister Doriano Pigatto, non sarebbero rimasti in Prima categoria. “E’ stata per noi una stagione davvero emozionante, in tutti i sensi – assicura il direttore sportivo Germano Pistori, ex allenatore ed ex calciatore professionista -. Abbiamo avuto, tra defezioni ed infortuni vari, varie difficoltà, ma i ragazzi e lo staff tecnico hanno dimostrato di essere sempre all’altezza. Nella loro testa volevano la salvezza e con grande convinzione sono riusciti a raggiungerla. Sono emozionato e pieno di orgoglio, per noi è stata una bellissima impresa”.

Non ama troppo i riflettori, mister Doriano Pigatto, anche lui ha superato le mille difficoltà ed i sussulti che la salute e la vita ti mettono difronte. Lui ha fatto di tutto per essere in campo a sudare con i suoi amati ragazzi durante gli allenamenti settimanali. C’è un rapporto di reciproca stima ed affetto con la dirigenza gialloblu crozzina. Qui prima arrivano i rapporti umani, quelli schietti e generosi, magari davanti ad un buon bicchiere di vino, e poi le dinamiche che i piani del calcio impongono. “Volete sapere chi è il nostro più grande acquisto? – afferma Germano Pistori – e la riconferma di mister Doriano Pigatto. Sarà ancora lui, anche nella stagione prossima in Prima categoria, il condottiero della prima squadra. Assieme alla sua competenza e carica, muoveremo il nostro prossimo mercato, cercando giocatori che hanno forte senso di appartenenza ai nostri colori. Pigatto ha rifiutato diverse offerte allettanti ed ancora una volta ha sposato il progetto propostogli dal Croz Zai”.

Squadra giovane anche per il prossimo anno? Pare proprio di si. Pistori sa abilmente lavorare dietro le quinte con competenza e siamo certi che saprà apportare i giusti ritocchi alla rosa. Con 44 gol fatti quest’anno il Croz Zai è stato il quinto attacco del campionato, mentre da rivedere e puntellare la sua difesa che ha subito 50 gol, meno solo del retrocesso Calmasino (55 reti) ed del Valpolicella di mister Marastoni (57 reti). “Certo l’allenatore da sempre il suo contributo, ma sono stati i ragazzi a fare la differenza quest’anno sul campo – dice mister Doriano Pigatto -. Persone e ragazzi dal carattere ben marcato, che non hanno mai mollato una virgola, sopratutto neo momenti critici del campionato. Linfa vitale per il sottoscritto che mi mantiene sempre giovane”.

Un plauso al presidente Giampaolo Gaspari, che in tempi economici difficili, con gli sponsor che vengono a mancare sempre più, tiene diritto il timone della società verso la giusta rotta. Il vice presidente e segretario Lucio Franceschetti e il direttore generale Tarcisio Spada completano la triade gialloblù. Grande anche l’apporto del magazziniere, la signora Laura Marastoni, e di tutti i collaboratori che lavorano con passione dietro alle quinte. Impareggiabili e fondamentali anche coloro che completano lo staff tecnico gialloblu di mister Doriano Pigatto, dal vice allenatore Andrea Pinghelli, all’allenatore dei portieri Roberto Cammalleri, al massaggiatore Matteo Carletti. Una cosa è certa, la Croz Zai ora conosce alla perfezione le regole e l’andatura giusta da tenere in campionato. L’anno prossimo sarà il secondo anno consecutivo in una Prima categoria che i gialloblu affronteranno sicuramente con maggiore esperienza e più autostima.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it