5.4 C
Verona
domenica, 29 Novembre 2020

Lutto nel calcio legnaghese per la scomparsa di Pericle Bisin, “grande ala sinistra”

Se sono svolti lunedì mattina 2 novembre nella chiesa di Terranegra i funerali di Pericle Bisin morto dopo breve malattia all’età di 75 anni. Pericle è stato un attaccante del Salus e del Legnago molto conosciuto in città e molto apprezzato calcisticamente soprattutto per i suoi dribbling giudicati simili a quelli del brasiliano Garrincha. Nel suo necrologio i suoi familiari, la moglie Guglielmina e i figli Tiziano ed Alessandro, hanno inserito la sua frase “grande ala sinistra”. Bisin aveva giocato nella stagione 1963-64 nell’Isothermo Legnago allenato da Mario Perazzolo, squadra che vinse il campionato con 45 punti, uno in più de Dextrosport di Castelmassa. Dopo due gare di spareggio con lo Schio (2 a 1 il risultato finale con reti di Cavattoni e Carantini) la squadra non si iscrisse al campionato semiprò perché l’Isothermo aveva disdetto l’abbinamento poiché era vietata la pubblicità dello sponsor sulle maglie. Ai suoi funerali erano presenti circa 150 persone fra le quali anche l’ex presidente del Legnago Salus “France” Salvatore.

Intanto domenica è arrivato un punto per il Legnago contro un Feralpisalò che ha realizzato il pari con un gol di Scarsella viziato da una posizione di fuorigioco di Ceccarelli che aveva deviato di testa il cross di Rizzo. Il Legnago di mister Bagatti, che accusava le assenze degli infortunati Giacobbe e Yabre, aveva iniziato bene la gara con un’azione al 2’ di gioco Grandolfo-Rolfini con palla all’incrocio deviata in angolo dal portiere. Al 24’ Legnago in vantaggio con un gran tiro di Grandolfo mentre il pareggio dei bresciani è giunto al 36’ con azione Rizzo-Ceccarelli (in fuorigioco al momento del suo tocco di testa) – Scarsella. Gli ospiti raddoppiano poi al 42° ma il gol è annullato per fuorigioco di Miracoli su segnalazione dell’assistente Bahri di Sassari fra le proteste vibrate dei giocatori bresciani. Nella ripresa molti cambi, e nel Legnago c’è l’esordio di Davide Luppi, ingaggiato in settimana per l’addio di Sgarbi per causa di un grave infortunio ad un ginocchio da operare. Il Feralpisalò colpisce una traversa con Morosini ma alla fine resta la divisione della posta. Il direttore generale del Legnago Mario Pretto a fine gara ha detto: “Una buona partita del Legnago contro un forte avversario che ha realizzato il suo gol in fuorigioco, purtroppo l’assistente di linea non ha visto la posizione irregolare di Ceccarelli.” Sabato prossimo trasferta a Carpi con la partita che avrà inizio alle ore 20.45. Mercoledì 11 novembre il Legnago ospita il Matelica alle ore 18.30 nel turno infrasettimanale.

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

Il Sona del d.s. Caio Ferrarese insegue il sogno salvezza

Il Sona calcio, al suo primo anno in serie D, vuole portare a casa la salvezza nel difficile girone "B" lombardo in...

E’ giusto chiudere il campionato dopo solo il girone di andata?

Nell'ultima intervista fatta al presidente della Figc veneta Giuseppe Ruzza, il primo dirigente ipotizzava di riprendere i campionati dei dilettanti l'anno prossimo...

Simone Dal Degan, collaboratore di mister Parlato a Trento: “Esperienza per me unica!”

Per la prima volta, dopo tantissimi campionati, il calcio non lo vede protagonista in campo, soprattutto come negli ultimi anni da leader...

Il ricordo di Maradona attraverso le parole dei mister e giocatori dilettanti veronesi

E' stato sepolto accanto alla tomba dei genitori "il Pibe de oro" Diego Armando Maradona, scomparso da poco per un'arresto cardiaco. Abbiamo...

L’Ambrosiana di mister Chiecchi, tra stop e rinvii, fatica a trovare il giusto passo

Vuole tornare a correre per la salvezza con più ritmo e continuità, . Negli anni da roccioso Il mister rossonero continua dire...

I Nostri Social

Verona
foschia
5.4 ° C
8.3 °
0.6 °
87 %
1kmh
100 %
Dom
11 °
Lun
8 °
Mar
7 °
Mer
5 °
Gio
7 °