Vittoria amara per il Vigo

328

Prima vittoria meritata ma amara per il Vigo tra le mura amiche. Primo tempo di studio, senza grandi emozioni nella fredda e grigia prima domenica di dicembre. Solo qualche bella giocata del Vigo che, a più riprese, arriva dalle parti del portiere Bertoia, ma le conclusioni di Mounir, Pasti Urban e Barini trovano sempre qualcuno a chiudere lo specchio della porta e il portiere  ospite effettua solo parate di ordinaria amministrazione.

Nel secondo tempo i nostri mettono sotto pressione gli avversari e arrivano al meritato vantaggio con Pasti che finalizza una bella azione con Mounir che taglia il campo a sinistra dove arriva come un treno Urban che mette al centro: il nostro mini bomber non perdona. Poco dopo arriva al tiro anche Momi innescato da Mounir ancora dalla sinistra: Bertoia ci mette una pezza. Il raddoppio arriva su calcio di rigore assegnato dall’arbitro per un fallo di mano su punizione dal limite di Menini. Mounir sigla il suo settimo sigillo personale trasformando il penalty alla sinistra del portiere. E, a partita oramai messa in cassaforte, il direttore di gara rovina la festa ai nostri che nel giro di qualche minuto restano in nove per l’espulsione (doppia ammonizione) di Halilaga e Momi, poco prima del fischio di chiusura.

“A mio giudizio le decisioni del direttore sono sembrate eccessivamente severe, nel contesto di una partita tutto sommato “tranquilla”. Il rapportino assomiglia a un bollettino di guerra: 3 espulsi (Halilaga, Momi e un dirigente della Scaligera) e 9 ammoniti ammoniti (4 giocatori per parte più il mister ospite). Domenica prossima Vigo ancora tra le mura amiche col lanciatissimo Giovane Santo Stefano e mister Sacchetto dovrà far fronte al meglio alle defezioni disciplinari. Ma faremo sicuramente una grande partita!”

(#forzavigo – B. Tagliaferro)

© Riproduzione riservata