23.1 C
Verona
lunedì, 21 Giugno 2021

Il Legnago vince a Ravenna e il sogno si avvicina

Un rigore realizzato da Buric regala la vittoria a Ravenna. Domenica prossima il Legnago per mantenere la categoria può anche perdere con un gol di scarto

Il Legnago ottiene il massimo con il minimo sforzo ed affonda i giallorossi di mister Leonardo Colucci apparsi poco incisivi sotto rete e quasi mai pericolosi dalle parti della porta difesa da Pizzignacco. Mister Giovanni Colella si affida al tridente offensivo Rolfini, Grandolfo, Giacobbe che già dai primi minuti di gioco mettono in apprensione la difesa del Ravenna. I giallorossi locali si fanno vedere in attacco solo dopo 20 minuti con Sereni che viene chiuso in angolo dalla difesa veronese. Il Legnago gioca con attenzione e grande determinazione mentre i ragazzi di mister Colucci solo dopo la mezz’ora di gioco riescono a farsi un po’ pericolosi in fase offensiva con Rocchi che spara dal limite ma il suo tiro è deviato in angolo. Al 35° i giallorossi costruiscono la loro migliore occasione con Martignago che serve di tacco Sereni che lascia partire un diagonale che Pizzignacco respinge sulla testa dell’accorrente Martignago che di testa mette fuori di un soffio. Buono il primo tempo dei ragazzi di mister Giovanni Colella che vanno negli spogliatoi sullo 0 a 0, risultato che andrebbe benissimo in vista della gara di ritorno.

Nella ripresa i giallorossi locali cercano di alzare il ritmo ma il Legnago controlla la partita con grande intelligenza tattica. Passano i minuti ma si faticano a vedere occasioni da gol con due squadre attente più a non prenderle che a darle visto il grande valore della posta in palio. La gara ristagna a centrocampo con tanti falli che spezzano il ritmo di gioco, ma a metà ripresa su una veloce ripartenza il Legnago ha l’occasione ghiotta per sbloccare l’incontro. Giacobbe s’invola e si accentra in area di rigore dove viene steso da Benedetti. Il signor D’Ascanio della sezione di Ancona non ha dubbi e concede il rigore che Buric insacca spiazzando Tomei. Subito lo svantaggio il Ravenna si demoralizza e sembra oramai rassegnato anche perchè fatica molto a rendersi pericoloso in fase offensiva. Mister Colucci prova a dare più peso all’attacco giallorosso inserendo Marozzi ed Emnes per Martignago e Benedetti. La difesa biancazzurra è impeccabile e bisogna aspettare fino all’86° per vedere i locali dalle parti di Pizzignacco, Ferretti mette al centro dalla sinistra per la testa di Sereni che non inquadra la porta. Nei minuti di recupero ci provano prima Marozzi, con un gran tiro dal limite respinto con i pugni da Pizzignacco, e poi con Sereni ma il suo diagonale è deviato in angolo dall’attenta difesa ospite. Sabato prossimo il ritorno allo stadio “Mario Sandrini” di Legnago dove il Ravenna dovrà solo vincere con due gol di scarto per salvarsi.

Ravenna – Legnago = 0-1
Ravenna: Tomei, Vanacore (38’st Esposito), Ferretti, Codromaz, Martignago (30’st Marozzi), Sereni, Rocchi (13’st Fiorani), Papa, Benedetti (38’st Emnes), Perri (26’st Shiba), Boccaccini. A disposizione: Raspa, Albertoni, Alari, Mancini, Caidi, Jidayi. Allenatore Leonardo Colucci
Legnago Salus: Pizzignacco, Ricciardi, Bondioli, Yabre, Rolfini (16’st Chakir), Giacobbe (38’st Lovisa), Perna, Zanoli, Grandolfo (16’st Buric), Bulevardi (38’st Antonelli), Morselli (11’st Lazarevic). A disposizione: Corvi, Pellizzari, Sgarbi, Ruggero, Ranelli, Zanetti, Mazzali. Allenatore Giovanni Colella
Arbitro: D’Ascanio della sezione di Ancona
Marcatori: al 70° Buric su calcio di rigore
Note: Ammoniti Rolfini, Vanacore, Perri, Chakir, Marozzi, Zanoli, Shiba. Recuperi: 0′ + 5′

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
23.1 ° C
26.1 °
20.6 °
83 %
0.5kmh
0 %
Lun
31 °
Mar
31 °
Mer
31 °
Gio
32 °
Ven
27 °