IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI ECCELLENZA – 31^ GIORNATA

VIGASIO, ALLUNGO MANCATO, CALDIERO A -2, A SETTE GIORNI DAL BIG MATCH ALL’”UMBERTO CAPONE”. RIMONTA PODEROSA E VINCENTE DEL “VALGA” A PIOVE DI SACCO, LUPATOTINI BLOCCATI SULLO 0-0, GARDA RIPRESO DAL SONA, S.MARTINO PAREGGIO AD ABANO SU RIGORE. 3-3 TRA GARDA E SONA, CON I LACUSTRI IN DOPPIO, MOMENTANEO VANTAGGIO. VITTORIA D'ORO PER LA BELFIORESE

2150

Sfuma la possibilità per il Vigasio di mister “Mou” Mario Colantoni di allungare di altri 2 punti sul “riposante” Caldiero: all’”Umberto Capone” arriva un Team S.Lucia Golosine di mister Andrea Scardoni non ancora del tutto salvo e la gara termina a reti inviolate anche per la grande parata su rigore di Gabriele Marini (1981), che si oppone nel migliore dei modi al termolese uomo del momento vigasiano, Andrea Antenucci.

“Guerrieri del Tartaro” vigasiani, i quali proprio domenica prossima, sempre sulla stessa ribalta a loro cara sfideranno la già promossa (storicamente) in serie D Caldiero, e che non possono davvero sbagliare la ghiotta opportunità, quando, terminata la gara, mancheranno ancora 90 ed oltre minuti alla conclusione ufficiale di un campionato, che dovrebbe, in teoria, comunque andasse a finire, vedere entrambe le veronesi “salire” dantescamente a “maggior cielo” (per il Vigasio si tratterebbe di un ritorno a distanza di 3 stagioni).

Il resto dice poco oramai di interessante, se non la lotta per non retrocedere; la quale vede al “Giobatta Battistoni”, il San Giovanni Lupatoto di mister Matteo Fattori non spuntarla, 0 a 0, contro il già salvo padovano Borgoricco dell’omologo Bertàn. Anche Montecchio Maggiore, al “Gino Cosaro”, termina a reti inviolate il “derby vicentino” tra i montecchiesi di mister Davide De Forni e la simpatica, umile matricola Football Valbrenta di trainer Sandro Pontarollo.

Tre a uno, a Padova, dell’U.S. Arcella di mister Tentoni alla Calidonense Claudio Clementi, classe 1968, ed ancora tanta amarezza per i dirigenti rosso-neri per il tardivo ripescaggio – avvenuto il 21 di agosto -, il quale ha sicuramente danneggiato la squadra ieri sconfitta dai bianco-neri-rosso-scudati patavini. Tra i marcatori arcellesi, ieri, anche l’ex Belfiorese e Pozzonovo, l’ex “enfant prodige” del Genoa, Emanuele Volpara, imitato dai compagni Alessandro Zuìn (1997) e dal 1995 Riccardo Rosina, croce e delizia per aver fatto gol anche nella porta sbagliata.

Pittoresco, scoppiettante 3 a 3 a Garda, tra la matricola rosso e blu del virgiliano timoniere Paolo Corghi e il Sona di mister Marco “Ricciolino” Tommasoni: duplice realizzazione gardesana, a cura del 1999 Shaban Gashi, poi, è il neo-entrato – al posto del 1997 Francesco Castelletti, esattamente il 17 dicembre 2000, Oscar Fenner – a negare ai rosso e blu sonesi della “Dinasty” Valbusa (in rete anche il rampollo del 1993 Thomas) la gioia del colpaccio (Jordano Araujio Cesar Pereira, classe 1985, e il 1988 Federico Marchetti, gli altri due marcatori degli ospiti, ora al 10° posto, dietro a un solo punto dall’A.C. Garda).

Importante affermazione della Belfiorese di mister Michele Cherobin e del diesse, il dr Mirko Cucchetto: in riva al basso Adige, i biancazzurri superano, 3 a 2, il Pozzonovo di mister Massimiliano Sabbadìn, dopo essere passati in doppio vantaggio con il minerbese Mattia Pauletto e su rigore trasformato da Francesco Baltieri. Il 1991 bianco-blu padovano Andrea Birolo e il 1995 Ismail Et Tahity perfezionano l’operazione aggancio, ma, è l’ex a lungo bomber di Virtus ed Alba Borgo Roma, Michele Vesentini a decidere, su rigore, da quale parte deve pendere il piattino della bilancia.

Sempre su rigore, Pietro Filippini consente al San Martino-Speme di mister Pippo Damini di raggiungere e di chiudere sull’1 a 1 la trasferta ad Abano Terme, con i “nero-verdi delle Terme” guidati da Lucchini in illusorio vantaggio grazie a “Gianni” Roberto Morandi, classe 1986. Colpaccio dell’F.C. Valgatara di mister Jody “Schekcter” Ferrari, classe 1984, a Piove di Sacco: 2 a 3, con i bianco-rossi piovesani in illusorio e duplice vantaggio grazie ai colpi esplosi dal 2000 Poncia e dal 1997 Marco Dovico. Poi, è el “Barça della Valpolicella” a salire in cattedra, andando in rete prima con Dario, lo…Scardina-basculanti, “annus domini” il 1987, e poi con Leonardo …da Vinci Aldrighetti, realizzatore alla Renato Cesarini, perché in pieno extra time (doppia per il classe 22 agosto 1992). Si tratta per lui del 14° gol stagionale.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata