IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SERIE D – 32^ GIORNATA

AMBROSIANA "CORSARA" A BERGAMO (3-4), IL LEGNAGO ESCE INDENNE A DARFO (0-0). IL VILLAFRANCA CADE IN CASA CONTRO IL COMO (1-2).

2148

La 32esima giornata del girone B di serie D ha visto ieri la bella vittoria esterna dell”Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli che si è imposta 4 a 2 a Bergamo contro la Virtus consolidando la sua posizione in zona play-out e lasciando il Ciserano a -4, che oggi retrocederebbe direttamente con l’Olginatese già matematicamente retrocessa in Eccellenza. Il Villafranca del presidente Mirko Cordioli non ha potuto nulla contro la capolista Como mentre il Legnago del presidente Davide Venturato impatta 0 a 0 in casa del Darfo Boario, nello scontro salvezza. Le tre veronesi sono attualmente tutte in zona play-out calda quando mancano solo 2 partite alla fine del campionato.

Altra vittoria importante per i rossoneri dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi, che dopo aver liquidato 3 a 1 lo Scanzorosciate domenica scorsa, si sono ripetuti ieri contro i bergamaschi della Virtus Bergamo. Ambrosiana che è partita subito a spron battuto andando quasi subito in gol con Enrico Manconi, poco dopo i rossoneri raddoppiano con Matteo Scapini che si ripeterà dopo un quarto d’ora della ripresa per firmare il 3 a 0 dei rossoneri. Alla mezz’ora accorciano le distanze su rigore i bergamaschi con Germani ma Nicolò Righetti, con un gran gol, riporta subito i veronesi sul trriplice vantaggio, 4 a 1. Arriverà poi il gol del 4 a 2 di Pozzoni con il quale si chiuderà la gara a favore dei “diavoli rossoneri” che ora vedono i play out più vicini. Bisognerà ora fare in modo che queste ultime due belle vittorie abbiano un senso. I rossoneri nel prossimo turno affronteranno l’Olginatese già retrocessa e alla 34^ ed ultima giornata se la vedranno in casa con il Ciserano, penultimo in classifica.

Il Legnago del presidente Davide Venturato porta a casa un punticino importante nello scontro salvezza in casa del Darfo Boario. Il biancazzurri di mister Andrea Pagan escono indenni a Darfo Boario dopo una partita fra giocata fra due squadre che volevano vincere per migliorare la loro classifica ed evitare i play out. E’ arrivato invece un nulla di fatto e la vittoria dello Scanzorosciate, ora a 33 punti, fa scendere il Legnago e il Darfo Boario, entrambe a quota 32 punti, in zona play out. A due giornate dal termine tutto può ancora accadere e la salvezza diretta potrebbe essere conquistata dal Legnago conquistando due vittorie e sperando in almeno un pareggio dello Scanzorosciate. Il Legnago ospiterà nel prossimo turno la Caronnese che ieri ha pareggiato 1 a 1 col fanalino di coda Olginatese.

Il Villafranca di mister Alberto Facci non ha invece potuto fare nulla contro la capolista Como che ieri si è imposta 2 a 1 con qualche sofferenza di troppo. Villafranca che al 1° minuto di gioco è rimasto incredibilmente in 10 uomini. Dopo che l’arbitro ha fischiato un fallo in attacco a Pape Faye, si accende una mischia, Strasser appoggia la mano sul collo del capitano del Como, Federico Gentile, il quale si getta a terra inscenando un fallo da condotta violenta. L’arbitro cade nell’inganno ed estrae cartellino rosso per l’ex Milanista. Como che ha un predominio territoriale abbastanza sterile ma che al 31’ passa in vantaggio con Dell’Agnello, che ben servito da Gentile, riesce a superare Martello con un tiro rasoterra da appena dentro l’area. Sul fronte opposto clamorosa traversa colpita da Marco Bertoli ben servito da Pape Faye, con pallone che rimbalza sulla linea ed esce beffardamente. Prima del riposo raddoppio comasco con Cicconi che da dentro l’area anticipa il diretto avversario e mette la palla nel sacco per il 2 a 0 dei lariani. Al rientro dagli spogliatoi il Villafranca accorcia subito le distanze con Pellacani su rigore portando i blaugrana sull’ 1 a 2. A metà ripresa occasione colossale per i blaugrana con Bertoli che, su lancio di Pellacani, riesce a eludere la marcatura di Borghese e solo davanti al portiere ospite cerca di superarlo con un rasoterra che esce di un soffio. Da lì in poi il Como accentua la tattica ostruzionistica con perdite di tempo ricercate in maniera costante fino al 95° minuto riuscendo, di esperienza, a portare a casa una vittoria che penalizza eccessivamente il buon Villafranca visto ieri in campo. Dopo la sosta Pasquale il Villafranca farà visita al Pontisola con l’obiettivo dei 3 punti, così da assicurarsi almeno i play out e non rischiare brutte sorprese, visto il calendario più agevole delle altre squadre invischiate nella lotta per non retrocedere.

Le altre partite della 32^ giornata hanno visto la Pro Sesto vincere 4 a 3 a Rezzato, il Seregno pareggiare 1 a 1 contro il Pontisola, il Sondrio cadere 0 a 2 in casa contro il Villa D’Almè e il Caravaggio perdere 1 a 4 in casa contro il Mantova. In classifica comanda sempre il Como di mister Marco Banchini con 83 punti, al 2° posto non molla il Mantova di mister Morgia che sale a 81 punti, al 3° posto a 63 punti sale la Pro Sesto che scavalca il Rezzato che è ora al 4° posto con 62 punti e precede la Caronnese a 59 punti. Al 6° posto staccatissima a 44 punti c’è la Virtus Bergamo che precede il Sondrio a 43 punti, a 40 c’è il Caravaggio raggiunto da Seregno e Villa d’Almè, poi c’è il Pontisola a 39 punti. Al 12° posto con 33 punti c’è ora lo Scanzorosciate che precede il Darfo Boario e il Legnago, appaiate a 32 punti, poi c’è il Villafranca a 29 e l’Ambrosiana a 27 punti. A 23 quasi spacciato c’è il Ciserano mentre l’Olginatese ultima con 19 punti è già matematicamente retrocessa.

tratto dagli addetti stampa delle società per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata