7.5 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Il punto sulla 28^ giornata del girone B di Serie C

Il Legnago Salus pareggia 0 a 0 col Carpi. La Virtus Verona cade in casa contro il Padova, decisivo il rigore di Ronaldo al 95° minuto.

Dopo la sconfitta incassata a Salò (la sesta sconfitta consecutiva), arriva per il Legnago di mister Massimo Bagatti un pareggio che smuove finalmente la classifica. I biancazzurri hanno cercato fin da subito di raccogliere i tre punti in palio ma non sono riusciti a scardinare la difesa ospite. Gara che si presenta subito abbastanza combattuta allo stadio “Sandrini”, tra il Legnago che si gioca l’ultima chance per cercare di poter lasciare la Palude Stige del girone dei play out e il Carpi che si vuol allontanare il più possibile dalla zona calda della classifica. Modulo 4-4-2 per i biancazzurri del Bussè di mister Massimo Bagatti contro il 4-3-3 dei biancorossi carpigiani del coach Sandro Pochesci che schiera il numero 2 Eleuteri in zona più avanzata. Da Grandolfo e Bulevardi i maggiori spunti offensivi dei locali. Nelle fasi iniziali le due squadre si studiano a vicenda e non riescono a creare azioni pericolose. La prima conclusione è dei padroni di casa con Rolfini ma il n.1 ospite Pozzi non si fa sorprendere. I minuti scorrono senza grosse emozioni e al 27° gli emiliani ci provano con una botta di controbalzo di Bellini che non impensierisce Pizzignacco. Subito dopo è Bondioli, ben pescato da Buric, ad impegnare Pozzi. Succede poco e al 45° arriva il fischio del signor Luca Zucchetti della sezione di Foligno che manda le due formazioni negli spogliatoi per il tè sullo 0 a 0.

Subito pericolosissimo il Carpi ad inizio di ripresa: De Sena, a tu per tu con Pizzignacco, tira a colpo sicuro ma trova il petto dell’estremo legnaghese pronto alla deviazione in angolo. E’ la prima vera occasionissima della gara. Questo al 2° minuto della ripresa. Al 5° Lomolino con un rasoterra buca e brucia la difesa legnaghese e De Sena manca di un nonnulla la deviazione in rete da sotto misura. Al 6° mister Bagatti toglie Rolfini e mette dentro Chakir. Poco dopo out chilometrico con le braccia di Ricciardi e buon colpo di testa di Chakir che è facile presa dell’estremo carpigiano Pozzi. Il Carpi sostituisce al 12° il numero 2 Eleuteri con Bayeye. Poco prima c’è stato il gran diagonale rasoterra di Grandolfo che esce fuori di poco. Il Carpi sostituisce Gozzi con Ercolano e Lomolino con Baroli: questo al 67° minuto. Al 72° ancora out lungo con le mani da sinistra a destra di Ricciardi, la palla arriva ancora a Grandolfo che non inquadra la rete avversaria. Al 78° batti e ribatti concitatissimo e ripetuto in area legnaghese con i padroni di casa che si salvano miracolosamente. Al 79° Perna entra al posto di Buric e un minuto dopo bella girata del classe 2001 Giovannini e Pizzignacco ormai battuto viene salvato dal palo. a 8 minuti dalla fine c’è spazio anche per Lovisa e Girgi al posto di Ricciardi e Giacobbe. prima della chiusura del tempo miracolo di Pizzignacco su colpo di testa ravvicinato di De Sena con velo precedente di Sabotic. Nei quattro minuti di recupero il risultato non si scolla dallo zero a zero e per il Legnago Salus arriva il primo punto dopo le 6 sconfitte di fila.

Legnago Salus – Carpi 0-0
Legnago Salus: Pizzignacco, Ricciardi (37’st Girgi), Antonelli, Stefanelli, Bondioli, Rolfini (7’st Chakir), Giacobbe (37’st Lovisa), Zanoli, Grandolfo, Bulevardi, Buric (34’st Perna). A disposizione: Pavoni, Corvi, Pellizzari, Ruggero, Zanetti, Mazzali. Allenatore Massimo Bagatti
Carpi F.C.: Pozzi, Eleuteri (12’st Bayeye), Bellini, De Cenco, De Sena, Sabotic, Venturi, Ceijas, Gozzi (20’st Ercolani), Lomolino (20’st Marcellusi), Motoc (1’st Giovannini). A disposizione: Rossi, Llamas, Varoli, Ghion, Ferretti, Offidani, Ridzal, Marino. Allenatore Sandro Pochesci
Arbitro: Sig. Zucchetti della sezione di Foligno
Note: Ammoniti Antonelli, Bulevardi, Gozzi, Lomolino. Recuperi: 0′ e 4′.

 Con un calcio di rigore dubbio concesso all’ultimo minuto di recupero, tra le vibranti proteste della panchina e dei giocatori della Virtus Verona, il Padova vince ieri sera a Verona e ritorna in vetta da solo dopo essere stato agganciato dal Südtirol nel pomeriggio. Protagonista il giocatore patavino Ronaldo che si procura e trasforma il penalty al 50° della ripresa condannando alla seconda sconfitta consecutiva per 1 a 0 la Virtus Verona. Serata sentitissima al “Gavagnin-Nocini” per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco che ospitava la capolista Padova guidata dall’ex tecnico dell’Hellas Verona Andrea Mandorlini. Gara già da subito vibrante e combattuta e con diverse occasioni da entrambe le parti. Partono forte gli ospiti di mister Mandorlini che con Chiricò centrano una clamorosa traversa dopo solo un minuto con un gran tiro dal limite dell’area. I rossoblù locali di mister Fresco rispondono con un tiro di Danti che non inquadra la porta avversaria. Poco dopo il quarto d’ora occasionissima dei biancoscudati con Della Latta che da due passi da Giacomel manca clamorosamente in acrobazia il gol del vantaggio. Al 21° tiro di Halfredsson deviato dalla difesa rossobù e poco prima della mezz’ora è Rossettini ad impegnare Giacomel con un colpo di testa. I rossoblu non restano a guardare e sfiorano il vantaggio al 32° con Pittarello che sfiora il palo e con Danieli che al 37° spara alto. Si va così negli spogliatoi sullo 0 a 0 tutto sommato giusto.

Il secondo tempo inizia come era cominciato il primo, con il Padova che tiene il pallino del gioco e la Virtus che riparte pericolosamente in contropiede. Al 3° minuto il Padova con Rossettini centra la sua seconda traversa con un imperioso colpo di testa. Gli Euganei sono poi pericolosi con il solito Chiricò che spara sull’esterno della rete. I rossoblù rispondono con il colpo di testa di Pellacani senza pretese. Al 22° gran botta di Danti da appena dentro l’area e miracolo di Vannucchi che devìa in angolo. Poco dopo altra occasione Virtus con due rossoblù che a due passi da Vannucchi si ostacolano e la palla finisce clamorosamente a lato. L’azione sembra ripetersi dalla parte opposta al 84° ma stavolta è un’attaccante biancorosso ad essere chiuso da un difensore rossoblù al momento di concludere da due passi da Giacomel. Negli ultimi secondi di recupero dell’incontro Ronaldo riceve palla al limite entra in area e Danti lo contrasta prendendo chiaramente la palla ma l’attaccante ospite accentua la caduta e il signor Matteo Gualtieri della sezione di Asti abbocca e concede il calcio di rigore che scatena le proteste dei rossoblù che portano all’espulsione di Cazzola (foto grande). Ronaldo si presenta sul dischetto e di piatto spiazza Giacomel regalando i tre punti al Padova che torna in testa alla classifica del girone B della Serie C mentre la Virtus Verona è all’8° posto con 41 punti. Grande delusione in casa rossoblù a fine gara con capitan Mimmo Danti che dice: “Siamo stati puniti da un rigore inesistente! Ronaldo ha fatto il furbetto ed è caduto dopo che io gli avevo tolto la palla. L’arbitro ha abboccato e per noi è arrivata una sconfitta per noi immeritata…roba da pazzi!”.

Virtus Verona – Padova 0 a 1
Virtus Verona: Giacomel; Delcarro, Visentin, Pellacani, Daffara; Cazzola, Danieli (18°st Lonardi), Zarpellon (34°st Marcandella); Danti; Arma (34°st De Marchi), Pittarello. In panchina: Chiesa, Sibi, Pinto, Mazzolo, Pessot, Bentivoglio, De Rigo, Carlevaris, Bridi. Allenatore: Fresco.
Padova: Vannucchi; Germano (30°st Jelenic), Rossettini, Gasbarro, Curcio; Della Latta, Ronaldo, Hallfredsson (18°st Firenze); Chiricò, Nicastro (30°st Paponi), Biasci (13°st Santini). In panchina: Merelli, Mandorlini, Biancon, Vasic, Kresic, Hraiech, Andelkovic, Pelagatti. Allenatore: Mandorlini
Rete: al 95° Ronaldo su rigore.
Arbitro: Gualtieri di Asti.
Ammoniti: Nicastro, Pellacani, Arma, Zarpellon, Gasbarro. Espulso: Cazzola

Nelle altre partite valide per la 28^ giornata, nona di ritorno del girone B della Serie C, il Perugia ha pareggiato 1 a 1 con la Sambenedettese, la Fermana ha battuto 2 a 1 il Cesena, il Modena liquida 3 a 1 l’Imolese, l’Arezzo fa 1 a 1 in casa col Mantova, il Südtirol vince 3 a 0 in casa col Fano, il Gubbio pareggia 0 a 0 a Trieste e il Vis Pesaro batte 2 a 0 il FeralpiSalò.
Classifica del girone B della Serie C dopo 28 giornate:
58 Padova
55 Südtirol
53 Modena e Perugia**
45 Triestina
42 FeralpiSalò* e Cesena***
41 Virtus Verona
39 Matelica e Sambenedettese
38 Mantova
34 Fermana*
32 Gubbio*
31 Carpi
27 Vis Pesaro
25 Imolese* e Fano*
23 Legnago Salus
20 Ravenna
17 Arezzo
*partite da recuperare

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7.5 ° C
8 °
7.2 °
66 %
5.1kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
12 °