7.5 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Il punto sulla 30^ giornata del girone B di Serie C

Il Legnago Salus annienta il Fano in 45 minuti. La Virtus Verona incassa la quarta sconfitta consecutiva.

Dopo la pesante sconfitta incassata in casa del Matelica, che ha portato all’esonero di mister Massimo Bagatti, il Legnago Salus, rigenerato dalla cura del nuovo mister Giovanni Colella, ritrova stimoli e grinta e batte nettamente per 3 a 0 il Fano di mister Flavio Destro tenendolo invischiato nella zona play-out al quart’ultimo posto a 27 punti con l’Imolese e ora solo un punto sopra ai biancazzurri veronesi che tornano a sperare nella salvezza diretta che è li a soli 4 punti. Legnago che ritrova la gioia della vittoria dopo un pareggio e 7 sconfitte incassate nelle ultime 8 partite. Partono forte i biancazzurri e dopo 4 minuti c’è la gran bella girata al volo dal limite dell’area di Bulevardi, vola l’estremo fanese Viscivo a neutralizzare in calcio d’angolo salvando la rete. Il vantaggio del Legnago è però solo rimandato perchè all’8° minuto c’è un bel lancio dalla fascia che va a pescare a centro area Andrea Bondioli che si gira bene e azzecca la palombella vincente che si insacca alla destra di Viscovo. Il Legnago insiste è al 26° raddoppia: vanno via in bel tandem Lazarevic e Chakir, e alla fine arriva la conclusione vincente a firma dell’ottimo giocatore mahgrebino che aggira Viscovo e insacca il 2 a 0. Il Legnago è incontenibile e al 33° Lazarevic mette in rete il 3 a 0 riuscendo a infilare Vescovi tra le gambe. Al 37° si vede finalmente il Fano che si fa pericoloso con un colpo di tacco a seguire di Barbuti, ma la palla, dopo aver attraversato tutto lo specchio della porta, sfiora il palo più lontano da Pizzignacco.

Nella ripresa il Legnago si limita a controllare la gara e il Fano fatica a creare problemi seri dalle parti di Pizzignacco, mister Colella vivacizza la gara operando qualche cambio. Subito dentro Morselli per Lazarevic e al 55° entra Grandolfo che prende il posto di Buric. Poi al 64° minuto inserisce Laurenti per Giacobbe mentre Antonelli prende il posto di Chakir. Al 73° tocca a Pellizzari che rileva il posto di capitan Perna. Un secondo tempo all’insegna del galoppo e al risparmio per i “biancazzurri del Busse” in vista anche della trasferta di mercoledì prossimo quando saranno impegnati nel turno infrasettimanale a Imola in una sorta di spareggio salvezza. Aldilà del risultato, si è fin da subito visto un altro Legnago, tutt’altro che rassegnato, spavaldo e più desideroso di cambiare pagina con il nuovo trainer, il campano Colella. All’80° un sussulto del Fano con l’incornata potente di Flores Heatley che trova il pugno di Pizzignacco che sventa l’insidioso proietto. Finisce 3 a 0 con il Legnago già concentrato sull’Imolese ieri travolta 4 a 0 dal Südtirol.

Legnago Salus – Alma Juventus Fano 3-0
Legnago Salus: Pizzignacco, Bondioli, Girgi, Giacobbe (19’st Laurenti), Perna (27’st Pellizzari), Lazarevic (1’st Morselli), Chakir (19’st Antonelli), Zanoli, Lovisa, Bulevardi, Buric (10’st Grandolfo). A disposizione: Corvi, Ricciardi, Stefanelli, Yabre, Rolfini, Ruggero, Mazzali. Allenatore Giovanni Colella
Alma Juventus Fano: Viscovo, Rodio, Cason, Carpani, Barbuti (16’st Sarli), Gentile (10’st Flores Heatley), Scimia (35’pt Marino), Monti, Bruno, Ferrara (1’st Paolini), Brero (35’pt Nepi). A disposizione: Meli, Cargnelutti, Mainardi, Martella, Busini, Bernardini. Allenatore Flavio Destro
Arbitro: Sig. Vergaro della sezione di Bari
Marcatori: all’8° Bondioli, al 26° Chakir, al 33° Lazarevic
Ammoniti: Antonelli e Grandolfo (L), Scimia, Bruno e Brero (F).

Prestazione da dimenticare sabato nell’anticipo per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco, non in panchina perché ancora squalificato, e sostituito dal suo secondo Alessandro Gamberini. I rossoblù lasciano al “Gavagnin -Nocini” l’intera posta al Gubbio dell’ex Hellas Verona Juanito Gomez seduto pure lui in tribuna perché infortunato. La Virtus non riesce più a produrre le giocate veloci ed imprevedibili che avevano caratterizzato tutto il suo girone di andata, gioca impacciata e macchinosa fornendo pochi palloni giocabili per le punte Pittarello, Arma e per il capitano Mimmo Danti entrato nella ripresa. Speriamo che questo brutto periodo, caratterizzato da quattro sconfitte consecutive, finisca in fretta, magari già da mercoledì prossimo nella difficile trasferta al “Martelli” di Mantova dove si giocherà una sorta di spareggio per i play-off visto che i biancorossi inseguono i veronesi ad un solo punto. Ritornando alla gara, il Gubbio vince e convince grazie ad una manovra attenta e prendendo le redini della partita e del centrocampo. La Virtus agisce soprattutto in contropiede ma con il passare dei minuti fa vedere di avere le polveri bagnate in fase offensiva.

Il Gubbio parte in quarta e al 3° Said Maza solo in area tira fuori. Al 15° è Fedato, sempre per gli ospiti, che si gira bene in area di rigore ma la sua conclusione non inquadra lo specchio della porta virtussina. La Virtus si fa viva al 18° con Marcandella ma la sua rasoiata dal limite è fuori. Al 23° grossa occasione per il Gubbio in contropiede con l’attaccante Pellegrini che trova il portiere Giacomel a chiuderli la porta. Al 31° ci prova di nuovo la Virtus ma il tiro a giro da fuori area di Mazzolo esce di poco dalla porta difesa da Zamarion. Al 45° arriva il gol che deciderà la partita per il Gubbio di mister Vincenzo Torrente. Contropiede di Fedato che entra in area di rigore e tira colpendo il palo a portiere battuto, la sfera arriva sul piede di Jacopo Pellegrini che tutto solo ribadisce in rete. Una doccia fredda per la Virtus che si trova a dover raddrizzare una contesa in salita.

Nella ripresa mister Fresco prova a mischiare le carte e opera due cambi al 16° che però non daranno la scossa voluta alla sua squadra. Escono Marcandella per Danti, e in seguito Pinto e Pittarello per Bentivoglio e De Marchi. Il Gubbio non soffre e controlla agevolmente le sfuriate dei rossoblù di casa che non riesce davvero a mordere come dovrebbe. Al 22° Arma colpisce bene di testa in area ma il pallone sorvola la traversa. Poi in pratica non succede più nulla, tranne al 43° con una punizione a giro del Gubbio tirata da Pasquato che Giacomel para. Al triplice fischio finale, i giocatori si siedono in mezzo al campo stanchi e delusi, mentre il Gubbio festeggia una vittoria importante in ottica salvezza. Per la Virtus e davvero notte fonda. Negli spogliatoi Arma dice: “Stiamo vivendo un brutto periodo ma dobbiamo subito reagire già da mercoledì sera quando alle 20.30 affronteremo il Mantova. 4 sconfitte consecutive fanno male ma dobbiamo tenere unito il gruppo e fare risultato a Mantova contro una squadra molto forte. Con molto lavoro e facendo le cose semplici sono sicuro che ne usciremo. Dobbiamo subito mettere alle spalle la sconfitta contro il Gubbio ritornando ad essere la grande squadra che siamo”.

Virtus Verona – Gubbio 0-1
Virtus Verona: Giacomel, Mazzolo, Visentin, Pinto (16′ st Bentivoglio), Daffara, Delcarro, Lonardi, Danieli (28′ st De Rigo), Marcandella (1′ st Danti), Arma, Pittarello (17′ st De Marchi). All. Alessandro Gamberini
Gubbio: Zamarion, Formiconi, Ugge, Signorini, Ferrini, Malaccari, Megelaitis, Sain Maza (22′ st Oukhadda), Pasquato, Pellegrini(37′ st Munoz), Fedato. All. Vincenzo Torrente
Arbitro: Zamagni della sezione di Cesena
Rete: al 45° pt Pellegrini

Nelle altre partite valide per la 30^ giornata, decima di ritorno del girone B della Serie C, Modena e Mantova hanno pareggiato 1 a 1, il Matelica ha travolto 4 a 1 la capolista Padova, il Perugia ha liquidato con un secco 2 a 0 il Carpi, il Südtirol asfalta 4 a 0 l’Imolese e rifà sotto per il titolo, la Vis Pesaro ha perso in casa 1 a 3 contro la Sambenedettese mentre il derby romagnolo Ravenna-Cesena è stato posticipato. Sabato il fanalino di coda Arezzo ha battuto 1 a 0 la Fermana mentre la Triestina ha pareggiato 1 a 1 contro il FeralpiSalò.
Classifica del girone B della Serie C dopo 30 giornate:
61 Padova
59 Südtirol
57 Perugia*
54 Modena
47 Triestina
46 FeralpiSalò*
45 Matelica e Sambenedettese
43 Cesena***
41 Virtus Verona
40 Mantova
38 Gubbio*
35 Fermana*
34 Carpi
30 Vis Pesaro
27 Imolese e Fano
26 Legnago Salus
20 Ravenna* e Arezzo
*partite da recuperare

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it
Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7.5 ° C
8 °
7.2 °
66 %
5.1kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
12 °