7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Il punto sulla 32^ giornata del girone B di Serie C

Il Legnago Salus rimonta la Sambenedettese (1-1). La Virtus Verona torna alla vittoria, 3 a 1 al Fano.

Dopo la netta vittoria sul Fano e il pareggio ad Imola il Legnago Salus di mister Giovanni Colella prosegue la sua serie positiva che rimane e continua a sperare nella salvezza diretta. Per i biancazzurri del presidente Davide Venturato 5 punti nelle ultime 3 partite giocate che fanno ben sperare. Tornando alla gara contro la Sambenedettese, squadra di marcantoni, tutti fisicamente ben attrezzati, il Legnago Salus cerca al “Mario Sandrini” di dare continuità ai 4 punti colti nei precedenti due match. In panca dei russo-blu adriatici l’ex difensore della Juventus, Pablo Montero, partito in estate, poi esonerato e quindi richiamato a fine ottobre. Subito pericoloso il Legnago con Lazarevic che, pur strattonato, riesce a esplodere la propria conclusione che però finisce alta sulla porta difesa da Nobile. Al 13′ azione ospite Lescano che mette una bomba al centro, D’Angelo incrocia, ma la palla sfila sul fondo inoffensiva. Al 27′ è ancora Lescano, per gli adriatici, ad esibirsi in un bel colpo di testa che sfiora il sette della porta difesa da Pizzignacco. Alla mezz’ora Rolfini avanza palla al piede e tenta il traversone con la sfera che accarezza clamorosamente la traversa. Al 34′ arriva il primo giallo alla Sambenedettese. A Botta Montero, per fallo su Rolfini. Al 38′ si sblocca la gara: rigore per la Sambenedettese trasformato rasoterra ed angolato da Botta Montero. Fallo netto, ma avvenuto ai limiti dell’area, non si è certi se dentro l’area stessa. Nell’occasione, D’Angelo era stato atterrato da Stefanelli. Al 43′ giallo ad Angiulli per fallaccio su Yabre e al 44′ è Pizzignacco che salva miracolosamente in angolo. Viene concesso un minuto di recupero e poi arriva il fischio del signor Zamagni della sezione di Cesena che manda le squadre negli spogliatoi sull’1 a 0 per la Sambenedettese.

Nella ripresa il Legnago esce dagli spogliatoi convinto di raddrizzare la gara e dopo solo due minuti Alex Rolfini, spalle alla porta, subisce fallo e si guadagna il calcio di rigore che poco dopo verrà trasformato con sicurezza dallo stesso attaccante biancazzurro. Al 61′ mister Montero applica tre cambi in un solo colpo. Scrugli per Angiulli, De Coicochea per D’Angelo e De Ciancio per Bacio Terracino mentre al 65′ mister Colella toglie Laurenti e inserisce Giacobbe. Tre minuti dopo altre tre sostituzioni per il Legnago Salus. Escono Buric per Grandolfo, Lazarevic per Chakir mentre Morselli rileva Rolfini. Al 75′ corner di Botta Montero con l’incornata di Lescano che finisce alta. Il Legnago Salus nel frattempo sostituisce anche Zanoli con Girgi. Al 84′ cartellino giallo a Grandolfo per proteste. Idem, poco dopo a Yabre per aver strattonato Botta Montero il quale poco dopo batte la punizione che chiama alla parata in tuffo Pizzignacco. Al 89′ entra Chachon al posto di Liporace. Nei tre i minuti assegnati per il recupero non succede più nulla e la gara si chiude sull’1 a 1. Domenica prossima il Legnago Salus di mister Giovanni Colella sarà di scena allo Stadio Dino Manuzzi di Cesena contro i blasonati bianconeri che ieri hanno perso 1 a 0 il derby emiliano in casa del Modena.

Legnago Salus – Sambenedettese 1-1
Legnago Salus: Pizzignacco, Ricciardi, Antonelli, Stefanelli, Yabre, Rolfini (21’st Morselli), Perna, Lazarevic (21’st Chakir), Laurenti (17’st Giacobbe), Zanoli (29’st Girgi), Buric (21’st Grandolfo). A disposizione: Corvi, Pellizzari, Bondioli, Ruggero, Gasperi, Lovisa, Mazzali. Allenatore Giovanni Colella
Sambenedettese: Nobile, Biondi, D’Ambrosio, Botta, Rossi, D’Angelo (14’st De Coicoechea), Fazzi, Angiulli (14’st Scrugli), Bacio Terracino (14’st De Ciancio), Lescano, Liporace (45’st Chacon). A disposizione: Laborda, Fusco, Enrici, Babic, Mhetaj. Allenatore Paolo Montero
Arbitro: Sig. Zamagni della sezione di Cesena
Marcatori: 39’pt Botta Montero su rigore, 3’st Rolfini su rigore
Note: Ammoniti Angiulli, Grandolfo, Yabre, Liporace. Recuperi: 1’+4′

La Virtus Verona di mister Gigi Fresco vince 3 a 1 in casa con Fano e dopo 5 sconfitte consecutive torna a smuovere la sua classifica. Nel primo tempo, dopo i primi minuti di studio fra le due squadre, sono gli ospiti a rompere gli indugi andando al tiro al 10° con Monti e 6 minuti dopo con Nepi ma entrambe le conclusioni finiscono alte. Poco dopo è lo stesso Nepi a sbloccare la gara concludendo in rete da sotto misura un appoggio di un compagno dopo un grave errore di Pinto che sbaglia il disimpegno fuori area. Il Fano in vantaggio gioca sicuro mentre la Virtus Verona è lenta ed impacciata e fatica a rendersi pericolosa. La partita sembra in mano agli ospiti e i rossoblù locali sembrano scossi e intravedono alla orizzonte lo spettro della sesta sconfitta consecutiva. Nel finale di tempo poche emozioni da registrare, solo cartellini gialli per Brero, Marino e Pittarello. Il tempo si chiude sullo 0 a 1 a favore del Fano e con la consapevolezza che nella ripresa i rossoblù di mister Fresco dovranno cambiare marcia per rimettere a posto le cose.

E così succede con i locali che escono dagli spogliatoi con tutt’altro piglio e si fanno subito più aggressivi. Dopo 6 minuti alla prima vera occasione da gol per la Virtus arriva il calcio di rigore concesso dal signor Di Cairano di Ariano Irpino e Mimmo Danti è freddo dal dischetto a firmare l’1 a 1 rossoblù. Ora il Fano sembra perdere tutte le certezze mentre i rossoblù locali ritrovano forza e fiducia nei propri mezzi. La partita diventa molto bella con scambi veloci e ritmi alti. Al 17° minuto i rossoblù di mister Fresco mettono la freccia ancora con Danti, bravo a trasformare in rete una punizione. Al 26′ è Visentin a siglare la terza che da più sicurezza ai rossoblù. Gli ospiti provano a reagire e mister Flavio Destro tenta con dei cambi a ridare vigore alla sua squadra, toglie Carpani per Gentile e al posto di Brero entra Paolini. Nel finale di gara gli ospiti le provano tutte per trovare quel gol che riaprirebbe la gara ma nonostante le forze fresche il risultato non cambia più. Al triplice fischio finale del signor Di Cairano di Ariano Irpino è 3 a 1 a favore della Virtus Verona che torna a sognare i play-off. Domenica prossima la Virtus Verona di mister Gigi Fresco sarà di scena allo Stadio “Sandro Cabassi” di Carpi.

Virtus Verona – Fano 3-1
Virtus Verona: Giacomel, Pinto (22’st Delcarro), Visentin, Daffara, Arma (1’st De Marchi), Danti (45’st Carlevaris), Pittarello, Danieli, Cazzola, Lonardi (42’st De Rigo), Pellacani. A disposizione: Chiesa, Sibi, Mazzolo, Pessot, Bentivoglio, Paloka, Marcandella, Bridi. All. Luigi Fresco
Fano: Viscovo, Rodio, Cason, Amadio, Carpani (29’st Gentile), Barbuti (13’st Montero), Marino (10’st Scimia), Monti, Bruno, Nepi (13’st Ferrara), Brero (29’st Paolini). A disposizione: Cargnelutti, Sbarzella, Flores, Urso, Mainardi, Meli, Bernardini. All. Flavio Destro
Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino
Reti: 21′ Pinto (F), 7′ e 18′ st Danti, 26′ st Visentin
Note: Ammoniti Brero, Marino, Pittarello. Angol 3-2. Recupero: pt 1 ‘, st 3’.

Nelle altre partite valide per la 32^ giornata, tredicesima di ritorno del girone B della Serie C, il Südtirol perde 1 a 0 a Perugia, il Modena batte 1 a 0 il Cesena, il Matelica ha travolto 5 a 1 la fermana, la capolista Padova ha vinto 2 a 0 a Pesaro, il FeralpiSalò batte 1 a 0 il Gubbio, la Triestina batte 1 a 0 il Carpi, l’Arezzo ha pareggiato 0 a 0 con l’Imolese. Rinviata Ravenna-Mantova.
Classifica del girone B della Serie C dopo 32 giornate:
67 Padova
62 Südtirol
60 Perugia*
57 Modena
51 Triestina
49 Matelica e FeralpiSalò*
46 Sambenedettese*
44 Virtus Verona e Cesena***
43 Mantova*
41 Gubbio*
36 Fermana*
34 Carpi
33 Vis Pesaro
29 Imolese
28 Legnago Salus
27 Fano
24 Arezzo
20 Ravenna***
*partite da recuperare

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °