7.5 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Il punto sulla 33^ giornata del girone B di Serie C

Il Legnago Salus stravince a Cesena (0-3). La Virtus Verona pareggia nel recupero a Carpi (2-2).

Il Legnago Salus di mister Giovanni Colella prosegue la sua serie positiva andando a vincere anche a Cesena con un netto 3 a 0 che alimenta i sogni di salvezza dei biancazzurri del presidente Davide Venturato che hanno raccolto 8 punti nelle ultime 4 partite giocate (vittoria sul Fano e pareggi con Imolese e Sambenedettese). Tornando alla gara di ieri, allo stadio “Manuzzi” di Cesena, i bianconeri locali appaiono subito poco ispirati e faticano a costruire azioni degne di nota, palleggio lento a centrocampo e molti errori in fase di impostazione. Dall’altra parte il Legnago, dopo un inizio guardingo, comincia a farsi vedere con continuità nell’area bianconera e alla mezz’ora sfiora il vantaggio con un gran tiro di Lazarevic deviato da un giocatore bianconero che finisce di poco fuori dalla porta difesa da Nardi. E’ il preludio al gol che arriva al 33′ grazie a Nikola Buric che recupera palla e fa 1 a 0 con un bel tiro a giro che batte Nardi. Al 40° si vede finalmente il Cesena dalle parti di Pizzignacco ma senza impensierire più di tanto l’estremo difensore veronese. I bianconeri locali di mister Viali provano a guadagnare campo ma faticano a superare il muro opposto dall’attenta retroguardia del Legnago. Si va così al riposo con il Cesena in svantaggio per 1 a 0 dopo un primo tempo molto deludente. Bene invece i ragazzi di mister Colella molto concentrati e determinati a portare a casa i tre punti.

Nella ripresa il Legnago mantiene il pallino del gioco e controlla la gara mentre il Cesena non riesce quasi mai a proporsi in fase offensiva. La difesa del Legnago sembra insuperabile e i bianconeri locali patiscono la fisicità e la miglior condizione atletica dei biancazzurri. A metà ripresa non si contano ancora tiri in porta dei bianconeri locali e al 75° arriva il meritato raddoppio del Legnago con uno strepitoso gol di Pellizzari. Cross dalla destra e difesa bianconera che respinge la palla fuori area con il neo entrato giocatore biancazzurro che da circa trenta metri esplode un tiro incredibile al volo che si insacca all’incrocio dei pali della porta difesa dall’incolpevole Nardi. Il Cesena prova una timida reazione con due conclusioni di Sorrentino fuori misura e al 90° deve capitolare per la terza volta quando Grandolfo con un gran destro al volo fa secco Nardi per il meritato 3 a 0 finale che condanna i bianconeri ad una disfatta al “Manuzzi” che non si vedeva da molto tempo. Splendida la prestazione dei ragazzi di mister Colella precisi in fase offensiva e rocciosi in fase difensiva concedendo alla squadra di mister Viali praticamente quasi nessun tiro in porta nell’arco dei 90 minuti di gioco.

Cesena – Legnago Salus 0 – 3
Cesena: Nardi, Steffè, Russini, Ricci (30’st Munari), Ciofi, Favale (30’st Tonetto), Bortolussi, Borello (1’st Sorrentino), Petermann (36’st Vallocchia), Gonnelli, Capellini (22’st Zappella). A disposizione: Fabbri, Venturini, Lepri. Allenatore William Viali
Legnago Salus: Pizzignacco, Ricciardi, Antonelli, Stefanelli, Girgi, Yabre, Perna (27’st Pellizzari), Lazarevic (15’st Giacobbe), Chakir (27’st Rolfini), Laurenti (10’st Bulevardi), Buric (15’st Grandolfo). A disposizione: Pavoni, Corvi, Bondioli, Ruggero, Zanoli, Mazzali, Morselli. Allenatore Giovanni Colella
Arbitro: Sig. Perri della sez. di Roma 1
Marcatori: 33’pt Buric, 30’st Pellizzari, 45’st Grandolfo
Note: Ammoniti Perna, Gonnelli, Tonetto. Recuperi: 1′ + 4′

La Virtus Verona di mister Gigi Fresco dopo la bella vittoria per 3 a 1 in casa contro Fano, arrivata dopo 5 sconfitte consecutive, esce indenne dallo stadio “Sandro Cabassi” di Carpi pareggiando 2 a 2 nei minuti di recupero. La partita tra Carpi e Virtus Verona è cominciata con i padroni di casa allenati da mister Pochesci che partono subito forte e che al 4° minuto sono già in vantaggio grazie ad un bel colpo di testa di De Cenco sul calcio d’angolo battuto da Ghion. La reazione dei rossoblù ospiti di mister Gigi Fresco è immediata ma Danti scivola a tu per tu con l’estremo difensore biancorosso Rossi e il pareggio sfuma. Poco dopo è Ghion a sparare alto sulla porta difesa da Giacomel. I rossoblù alzano il baricentro e si rendono pericolosi con le conclusioni di Danieli e Pittarello. Ed è proprio quest’ultimo che poco prima della mezz’ora pareggia i conti insaccando la palla in rete sul lancio perfetto di Danti. Gli emiliani subito l’1 a 1 tornano avanti e cercano il nuovo vantaggio con Varoli e De Sena mentre Danti risponde per i rossoblù. Nel finale di tempo De Cenco viene anticipato in extremis da Daffara che mette la palla in calcio d’angolo. Poco dopo arriva il fischio della signora Maria Sole Ferreri Caputi della sezione di Livorno che manda le due formazioni negli spogliatoi sull’1 a 1.

Inizia la ripresa senza sostituzioni da parte dei due allenatori e la Virtus è la prima a rendersi pericolosa con Mimmo Danti che spara sull’esterno della rete. Il ritmo gara e basso e succede poco o nulla fino a 65′ quando, dagli sviluppi di un calcio di punizione, ancora De Cenco trova il varco giusto per battere Giacomel portando il Carpi sul 2 a 1. La partita si fa più nervosa è l’arbitro è costretto ad estrarre il cartellino giallo per ammonire Pinto e poi Cazzola tra le file della Virtus. Gli ospiti vogliono il pari e si fanno pericolosi con le buone occasioni fallite da Visentin e Daffara mentre a 7 minuti dalla fine Varoli sfiora la clamorosa autorete. I rossoblù insistono e ci provano con Danti all’88’ e con Pellacani al 90° minuto. Si arriva così al 94° quando l’arbitro concede il calcio di rigore ai rossoblù per un fallo su Cazzola con Danti che insacca il 2 a 2 definitivo. Allo Stadio “Sandro Cabassi” Carpi e Virtus Verona si dividono la posta e smuovono la loro classifica per i loro rispettivi ed opposti obiettivi. Il Carpi di portarsi a 35 punti a +4 dalla zona calda mentre la Virtus Verona sale a 45 punti rimanendo in zona play-off.

Carpi – Virtus Verona 2-2
Carpi: Rossi; Gozzi, Venturi, Varoli; Eleuteri (28’st Bayeye), Ghion (28’st Ceijas), Fofana, Lomolino (31’st Ercolani); Giovannini (41’st Martorelli); De Sena (28’st Bellini), De Cenco. All. Pochesci. A disposizione: Pozzi, Llamas, Tripoli, Motoc, Martorelli, Offidani, Ferretti, Ridzal.
Virtus Verona: Giacomel; Pinto (30’st Marcandella), Visentin, Pellacani, Daffara; Danieli (30’st De Rigo), Cazzola, Lonardi (30’st Delcarro); Danti; Carlevaris (14’st Arma), Pittarello. All. Fresco. A disposizione: Chiesa, Mazzei, Mazzolo, Pessot, Bentivoglio, Bridi, Amadio.
Arbitro: sig.ra Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno.
Marcatori: De Cenco 4’pt, 26’st, Pittarello 28’pt, Danti 50’st rig
Ammoniti: Visentin, Danti, Pinto, Cazzola, Ercolani, Rossi, Bayeye

Nelle altre partite valide per la 33^ giornata, quattordicesima di ritorno del girone B della Serie C, il Südtirol batte 1 a 0 l’Arezzo, il Perugia vince 1 a 0 ad Imola, il Modena perde 1 a 0 in casa della Fermana, il Matelica viene travolto 3 a 0 a Gubbio, la capolista Padova vince 3 a 0 col Ravenna, 1 a 1 tra Fano e Vis Pesaro, il FeralpiSalò vince 1 a 0 a Mantova, posticipata Sambenedettese – Triestina. Alla vigilia di Pasqua la Virtus Verona ospita il Perugia mentre il Legnago Salus attende al “Sandrini” il Südtirol.
Classifica del girone B della Serie C dopo 33 giornate:
70 Padova
65 Südtirol
63 Perugia*
57 Modena
53 FeralpiSalò
51 Triestina*
49 Matelica
47 Sambenedettese*
45 Virtus Verona e Cesena**
44 Gubbio*
43 Mantova*
39 Fermana*
35 Carpi
33 Vis Pesaro
31 Legnago Salus
29 Imolese
28 Fano
24 Arezzo
21 Ravenna**
*partite da recuperare

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7.5 ° C
8 °
7.2 °
66 %
5.1kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
12 °