9.2 C
Verona
mercoledì, 12 Maggio 2021

Il punto sulla 37^ giornata del girone B di Serie C

Legnago Salus travolto 3 a 0 al "Braglia" di Modena. La Virtus Verona vince in casa della Fermana (0-1) e continua a sognare i play-off.

 Dopo la beffa dei tre punti svaniti al 96° minuto di gioco contro l’Arezzo mercoledì scorso allo stadio “Mario Sandrini” , il Legnago Salus di mister Giovanni Colella cade 3 a 0 in casa del Modena e la vittoria della Vis Pesaro di ieri allo stadio “Martelli” di Mantova per 1 a 0 condanna i biancazzurri della bassa ai sicuri play-out. Ieri il Legnago ha giocato un buon primo tempo e la prima occasione dei biancazzurri arriva dopo solo un minuto con un gran diagonale di Grandolfo che esce di poco a lato alla sinistra della porta difesa da Gagno. Al 9° ancora Gagno si supera sulla conclusione dell’attaccante numero 24 dei veronesi ospiti. Il Legnago insiste e al quarto d’ora di gioco va vicinissimo al goal. Morselli si destreggia fra i difensori gialloblù e serve Giacobbe che ben appostato sul secondo palo si vede respingere la conclusione dall’ottimo Gagno, la palla arriva nei paraggi di Grandolfo che però manca l’aggancio da buona posizione. Al 22° arriva il primo tiro dei locali con Muroni che non inquadra la porta difesa da Pizzignacco. Un minuto dopo ospiti ancora vicini al gol con il destro di Giacobbe che colpisce clamorosamente il palo destro danzando sulla linea per poi sbattere anche sul palo sinistro e finire fra le mani di Gagno. Al 35° il Modena va al tiro ancora con Muroni ma il suo destro è ancora fuori misura. Quattro minuti dopo ci prova Spagnoli dal limite dell’area ma la sua conclusione non impensierisce Pizzignacco. Il Modena prende coraggio e allo scadere del tempo la punizione di Pierini viene respinta da Pizzignacco sui pieni di Muroni che scheggia la traversa. Si va così al riposo sullo 0 a 0.

Nella ripresa si vede in campo un altro Modena. Al 6° minuto mister Colella toglie Yabre ed inserisce Lovisa. La gara offre poco nei primi minuti ma al 22° l’episidio che cambia le sorti dell’incontro. 67′ Calcio di rigore per il Modena, Luppi e Pierini scambiano bene in area e il n.27 viene steso in area con il signor Mattia Ubaldi di Roma che assegna il calcio di rigore ai canarini. Sul dischetto si presenta l’ex Davide Luppi che segna l’1 a 0. Mister Colella al 72° toglie Bulevardi e Giacobbe per Buric e Rolfini ma la musica non cambia. Anzi sono i locali che un minuto dopo raddoppiano con Nicholas Pierini che solo davanti a Pizzignacco insacca la palla in rete. Sul 2 a 0 il Modena effettua due cambi con Prezioso e Castiglia che prendono il posto di Muroni e Spagnoli. E il nuovo entrato Luca Castiglia ci mette solo un minuto per siglare il fa il terzo gol che spegne le speranze dei biancazzurri. Al 77° il Legnago sostituisce Zanoli e Grandolfo con Pellizzarri Sgarbi mentre il Modena inserisce De Santis al posto di Ingegneri. sei minuti dopo i gialloblù locali cambiano anche Pierini e Corradi con Scappini e Bearzotti. I restanti scampoli di gara, compresi i 5 minuti di recupero, non dicono più nulla e la gara si chiude con un 3 a 0 che penalizza oltre misura un buon Legnago che nel primo tempo poteva segnare almeno un paio di gol.

Modena – Legnago Salus = 3-0
Modena (4-3-1-2): Gagno, Mattioli, Ingegneri (c), Pergreffi Mignanelli, Muroni, Gerli, Corradi, Luppi, Spagnoli, Pierini. Allenatore: Michele Mignani. A disposizione: Narciso, Chiossi, Gobbi, De Santis, Rabiu, Castiglia, Varutti, Bearzotti, Davì, Sodinha, Scappini, Prezioso, Monachello.
Legnago Salus: Pizzignacco, Zanoli, Bondioli Perna, Girgi, Antonelli, Yabre, Bulevardi, Giacobbe, Morselli, Grandolfo. Allenatore: Giovanni Colella. A disposizione: Pavoni, Corvi, Pellizzari, Rolfini, Sgarbi, Lazarevic, Ruggero, Chakir, Zanetti, Lovisa, Mazzali, Buric.
Arbitro: Mattia Ubaldi di Roma 1 .
Assistenti: Maicol Ferrari (Rovereto) e Vincenzo Madonia (Palermo).
Quarto ufficiale: Deborah Bianchi (Prato).
Reti: Luppi al 68° su rigore, 73° Pierini, 75° Castiglia

Dopo la sconfitta interna contro la Sambenedettese i ragazzi di mister Gigi Fresco si riscattano offrendo una buona prestazione allo stadio “Bruno Recchioni” di Fermo portando a casa tre punti importantissimi che li mantengono in corsa per i play-off. Decide la gara un gol di Michael De Marchi in pieno recupero quando lo 0 a 0 sembrava ormai scritto e le speranze play-off dei rossoblù già spente. Invece da una palla recuperata da Lorenzo Lonardi, fresco di rinnovo, ha innescato De Marchi che dal limite dell’area ha esploso un missile che si è infilato nell’angolino alla destra di Massolo per l’0 a 1 Virtus. Prima del triplice fischio finale miracolo del portiere rossoblù Sheikh Sibi che salva il risultato volando a deviare in angolo un gran tiro che sembrava diretto a finire proprio all’incrocio dei pali.

La Virtus Verona compie così un deciso passo in avanti per sperare in una poltrona ai play off da contendere al Mantova appaiato ai rossoblù al 10° posto a 48 punti e che domenica sarà di scena in casa della Triestina mentre i rossoblù di mister Gigi Fresco domenica nell’ultima gara di campionato ospiteranno al “Gavagnin-Nocini” il Modena. Tornando alla gara contro la Fermana buona la Virtus nel primo tempo che ha creato alcune buone occasioni da rete sventate da Massolo mentre i locali hanno risposto solo con un colpo di testa di Bonetto. Nella ripresa, giocata a ritmi elevati, tante occasioni da ambe le parti, la prima di De Marchi che angola troppo il tiro, poi è la Fermana che centra il palo interno con una tiro a giro di Boateng. Poi per i locali due pericolose rovesciate che trovano prima un super Sibi e poi c’è il palo che salva la Virtus Verona. Allo scadere, come detto, la grande parata di Sibi che salva gli ospiti sul tiro cross di Neglia.

Fermana: Massolo, Manzi, Urbinati, Neglia, Scrosta, Boateng, Cremona (8’st Cais), Sperotto (40’st Palmieri), Grbac (8’st Iotti), Graziano (20’st D’Anna), Bonetto. A disposizione: Colombo, Manetta, Grassi, Fabris, Grossi, Rossoni, Bigica, Mosti. All. Cornacchini
Virtus Verona: Sibi, Visentin, Daffara, Danti, Pittarello (27’st Arma), Danieli (37’st De Rigo), Amadio (27’st Delcarro), Cazzola, Lonardi, Pellacani, De Marchi. A disposizione: Giacomel, Chiesa, Pinto, Mazzolo, Pessot, Paloka, Carlevaris, Marcandella, Bridi. All. Fresco Luigi
Arbitro: Baratta di Rossano
Reti: al 92′ De Marchi
Note: Angoli: 1-3. Ammoniti: Urbinati, Sperotto, De Rigo. Recuperi 0′ + 4′

Nelle altre partite valide per la 37^ e penultima giornata del girone B della Serie C, l’Arezzo impatta 1 a 1 col Ravenna, stesso risultato fra Fano e Triestina, il Mantova cade in casa con la Vis Pesaro (0-1), il Padova vince 1 a 0 a Carpi e il Perugia risponde battendo 2 a 0 il Matelica, l’Imolese doma 1 a 0 il Gubbio, infine pareggi fra Sambenedettese e Feralpisalò (0 a 0) e fra Sudtirol e Cesena (1 a 1). L’ultimo turno di domenica prossima prevede Padova-Sambenedettese, Feralpisalò-Perugia, Virtus Verona-Modena, Triestina-Mantova, Matelica-Imolese, Legnago-Fermana, Ravenna-Carpi, Cesena-Arezzo, Gubbio-Fano e Vis Pesaro-Sudtirol.
Classifica del girone B della Serie C dopo 37^ giornate:
76 Padova e Perugia
72 Südtirol
69 Modena
60 FeralpiSalò
58 Triestina
54 Cesena, Sambenedettese
53 Matelica
48 Mantova e Virtus Verona
45 Gubbio
42 Fermana
41 Carpi e Vis Pesaro
35 Imolese e Legnago Salus
33 Fano
29 Arezzo
27 Ravenna

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
9.2 ° C
13 °
2.2 °
88 %
6.7kmh
75 %
Mer
18 °
Gio
18 °
Ven
16 °
Sab
17 °
Dom
20 °