10.8 C
Verona
mercoledì, 12 Maggio 2021

Il punto sulla 38^ giornata del girone B di Serie C

La Virtus Verona pareggia 3 a 3 in casa col Modena e si guadagna i play-off. Il Legnago Salus travolge 3 a 1 la Fermana ma un gol del Ravenna al 92° lo condanna ai play-out.

Al termine di una gara colma di emozioni ed occasioni, da entrambi le parti, con il capitano Danti che prima si fa parare un rigore e poi al 49′ del secondo tempo tira fuori dal cilindro una perfetta punizione a giro che regala il 3 a 3 finale, la Virtus Verona si guadagna i play off che domenica prossima la vedrà impegnata con gara secca a Trieste. Una domenica da incorniciare per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco che conquista in piena zona Cesarini, grazie al suo capitano Mimmo Danti, la possibilità di disputare l’appendice dei play off per tentare di salire in serie B, un sogno che il presidente Luigi Fresco non ha mai nascosto. Partenza a razzo per i canarini modenesi di mister Michele Mignani, oggi senza nessuna velleità in classifica, che al 11′ trovano la rete iniziale con Scappini che insacca su assist di Pierini. La Virtus paga dazio e fatica ad accelerare il passo per cercare di rientrare in fretta in partita. Anzi, sono ancora gli ospiti che al 29° raddoppiano con Pierini che calcia con freddezza un calcio di rigore, decretato dal direttore di gara, il signor Davide Di Marco di Ciampino, per atterramento del compagno Mattioli. La Virtus ora vede nero e fa fatica a risalire la china. Ma al 37° i rossoblù accorciano le distanze con Arma che trasforma il calcio di rigore concesso per un atterramento in area di rigore di Lonardi da parte di Zaro. Si va così negli spogliatoi sull’1 a 2 e con i rossoblù di casa che riprendono fiducia.

Rientrano dopo il thè, con tanta voglia di rivalsa, i virtussini che non ci stanno assolutamente a perdere tra le mura amiche. Per due volte, con Danieli e poi con De Marchi, il portiere del Modena Narciso si supera da campione, negando due reti quasi fatte alla Virtus Verona. Ma al 59′ Arma trova di nuovo il pari segnando una doppietta con un perfetto tocco sulla linea di porta sul sapiente traversone di Danti. La Virtus tiene il pallino del gioco, ma al 64′ il neo entrato Monachello trova da fuori il classico tiro della domenica e beffa nell’angolino il portiere di casa Sibi. Ora la Virtus è terribilmente in affanno e sotto 3 a 2. Nell’ultimo quarto d’ora utile, in campo succede veramente di tutto. Danti fallisce un calcio di rigore per atterramento di Amadio. Il Modena fallisce un’altra occasione da rete. Poi al 94′ arriva l’abile pennellata di Danti che su punizione sigilla il risultato sul 3 a 3. Ma non c’è tempo per riposare, domenica prossima 9 maggio c’è già il via al primo turno dei play off del girone B di serie C con le partite Cesena-Mantova, Matelica-Sambenedettese e Triestina-Virtus Verona, tutte gare in sfida secca e dall’esito incerto. Intanto il Perugia viene promosso in serie B e l’Arezzo, al termine di una stagione tribolata retrocede in serie D. Ai play-out si giocheranno Imolese-Fano e i cugini veronesi del Legnago Salus affronteranno in casa il Ravenna che segnando al 92° nega la salvezza diretta ai biancazzurri. Le qualificate ai turni successivi dei play off sono Padova, SudTirol, Modena e FeralpiSalò.

Virtus Verona-Modena = 3-3
Virtus Verona: Sibi, Daffara (40’st Pinto), Visentin, Pellacani, Amadio, Lonardi, Cazzola (23’st De Rigo), Danti, Arma (40’st Bridi), De Marchi (28’st Pittarello). A disposizione: Giacomel, Chiesa, Mazzolo, Pessot, Paloka, Carlevaris, Marcandella. Mister Gigi Fresco
Modena: Narciso, Mattioli, De Santis, Zaro (39’st Ingegneri), Varutti, Corradi, Gerli, Bearzotti, Sodihna (15’st Luppi), Scappini (21’st Spagnoli), Pierini (1’st Monachello). A disposizione: Gagno, Chiossi, Pegreffi, Castiglia, Muroni, Guerra. Mister Michele Mignani
Arbitro: Di Marco di Ciampino (Zezza – Zanellati, Mihalache)
Reti: 9 ‘Scappini, 23’ Pierini (rig.), 38 ‘Arma (rig.), 14’st Arma, 18’st Monachello, 50’st Danti
Note: Ammoniti Amadio, Zaro. Angoli 3-1. Recupero: st 6 ‘.

Ieri allo stadio “Mario Sandrini” il Legnago Salus di mister Giovanni Colella ha battuto 3 a 1 la Fermana ma la vittoria del Ravenna per 2 a 1 contro il Carpi, arrivata nei minuti di recupero, condanna i biancazzurri della bassa ai play-out dove dovranno affrontare proprio i ravennati. Ieri il Legnago ha giocato un grande primo tempo e alla prima grande occasione i biancazzurri vanno in vantaggio grazie al rigore trasformato da Francesco Grandolfo e assegnato per punire l’atterramento in area commesso ai danni di Bulevardi. Questo al 4° minuto di gioco. Fermana ieri in casacca gialla e già matematicamente salva che di certo non si danna l’anima. Al 12′ esce Fabris ed entra Palmieri per quanto riguarda i marchigiani. Al 18′ arriva il raddoppio del Legnago Salus grazie al preciso rigorista Bulevardi. Massima punizione concessa ancora per punire stavolta un tiro di Rolfini stoppato dal braccio di un difensore in piena area. Intanto il Cesena sta battendo l’Arezzo 1 a 0 e i locali sognano la salvezza diretta. Al 31′ si fa viva per la prima volta la Fermana con una bella girata di Boateng che è facile preda di Corvi. Sul ribaltamento di fronte e Francesco Grandolfo che triplica per i locali dosando un delizioso pallonetto dopo aver chiuso un bel triangolo con un compagno. Al 42′ affondo di Boateng, uno dei migliori tra gli ospiti, palla a Palmieri, e pallonetto, il suo, troppo angolato. Nel frattempo il Cesena si porta sul 2 a 0 contro l’Arezzo e i tifosi biancazzurri sognano. Vengono concessi due minuti di recupero e al 47° minuto la Fermana accorcia le distanze all’ultimo respiro grazie a Iotti con un tap-in vincente sul cross effettuatogli dalla sinistra da Cais.

Fuori Perna e dentro Pellizzari per il Legnago alla ripresa delle ostilità. Al 51′ Antonelli prende il posto di Lovisa poi al 59° arriva ancora un cambio per il Legnago Salus con Lazarevic che subentra ad un ottimo Bulevardi. Al 64′ è Bonetto che entra al posto di Spedirti per i marchigiani. La partita perde di intensità e i locali sono più con l’orecchio alle gare di Cesena e Carpi dove il Ravenna sta pareggiando 0 a 0. Al 69′ ancora cambi per il Legnago Salus, entrano Sgarbi e Zanetti, al posto di Rolfini e di Morselli. Al 78′ bella conclusione del marchigiano Palmieri con Corvi che in tuffo sventa in angolo il possibile 3 a 2. Dentro Grassi al posto di Grossi e Bigica subentra a manetta. Intanto il Ravenna era passato in vantaggio ma poco dopo arriva il pari del Carpi mentre il Cesena sta battendo l’Arezzo 3 a 0. Vengono concessi tre minuti di recupero dove al “Sandrini” non succede nulla e la gara finisce 3 a 1 per il Legnago Salus. La brutta novità arriva invece da Ravenna dove i locali vincendo 2 a 1 contro il Carpi con un gol di Sereni, al 3° minuto di recupero, tiene nei play out i biancazzurri di mister Colella che già pregustavano la salvezza diretta e che invece dovranno tornare in campo al “Mario Sandrini” proprio contro il Ravenna che ha chiuso Ravenna a meno 8 punti dal Legnago Salus, il massimo richiesto per non retrocedere direttamente.

Legnago Salus – Fermana = 3-1
Legnago Salus: Corvi, Ricciardi, Bondioli, Rolfini (24’st Sgarbi), Giacobbe, Perna (1’st Pellizzari), Zanoli, Grandolfo, Lovisa (5’st Antonelli), Bulevardi (11’st Lazarevic), Morselli (24’st Zanetti). A disposizione: Pavoni, Pizzignacco, Ruggero, Ranelli, Chakir, Mazzali, Buric. Allenatore Giovanni Colella
Fermana: Colombo, Manzi (1’st Mosti), Manetta (33’st Bigica), Caisa, Iotti, Scrosta, Fabris (13’pt Palmieri), Boateng, Grossi (33’st Grassi), Sperotto (15’st Bonetto), Graziano. A disposizione: Massolo, Neglia, Cremona, D’Anna, Rossoni, Grbac. Allenatore Giovanni Cornacchini
Arbitro: Sig. Luigi Carella della sezione di Bari
Marcatori: 4’Grandolfo su rigore, 18′ Bulevardi su rigore, 34′ Grandolfo, 46′ Iotti
Note: Ammoniti Scrosta e Manetta. Recuperi: 2′ + 3′

Nelle altre partite valide per la 38^ ed ultima giornata del girone B della Serie C, il Perugia battendo 2 a 0 il Feralpisalò si guadagna la promozione in serie B chiudendo alla pari del Padova che batte 1 a 0 la Sambenedettese ma che è in svantaggio negli scontri diretti. Terzo il Sudtirol che va a vincere 3 a 1 in casa della Vis Pesaro, Triestina e Mantova chiudono sull’1 a 1, il Matelica travolge l’Imolese per 3 a 0 mentre il Gubbio doma 2 a 1 il Fano.
Classifica finale del girone B della Serie C:
79 Perugia e Padova
75 Südtirol
70 Modena
60 FeralpiSalò
59 Triestina
57 Cesena
56 Matelica
50 Sambenedettese
49 Mantova e Virtus Verona
48 Gubbio
42 Fermana
41 Carpi e Vis Pesaro
38 Legnago Salus
35 Imolese
33 Fano
30 Ravenna
29 Arezzo

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
10.8 ° C
15 °
3.3 °
82 %
2.6kmh
75 %
Mer
18 °
Gio
17 °
Ven
17 °
Sab
18 °
Dom
20 °