12.5 C
Verona
venerdì, 7 Ottobre 2022

Il punto sulla Seconda categoria: 24^ giornata

Nel girone "A", si confermano le big, con Consolini e Colà sempre a soli 2 punti di distacco, a 3 invece la pescantinese Academy. Nel "B", il SommaCustoza è a 4 punti dalla capofila Dorial, rallenta la terza, "El Pizzo", semaforo rosso per l'Alpo Lepanto. Nel girone "C" continua la lotta tra "El Borgo" e l'Aurora Marchesino sempre divise da un solo punto, pari per i colligiani, ancora terzi. Nel girone "D", il Locara inguaia il Cadeglioppi e lo inchioda al terz'ultimo posto ex aequo con la padovana Union CUS.

Girone “A”, che procede sempre nella massima incertezza circa la lotta per la conquista dello scudetto. Vincono tutte le 4 interessate al titolo, cade il solo Lazise dello skipper Andrea Urbenti, affondato nelle proprie acque dolci da un sorprendente Gargagnago sguinzagliato da mister Stefano Modena …Brennero) e dalla molto competente Giorgia Brenzan (decide l’ex Valpolicella Calcio, il 1993 attaccante Matteo “Spumante” Ferrari). A far l’andatura, sempre la Pol. Consolini di mister Luca Ponzini, ora a 47 punti, all’indomani del rotondo (0 a 3) successo esterno colto al velodromo pescantinese, casa del Team San Lorenzo di mister Adriano Zampini. Le reti: doppia di Erik Bonati, classe 1995, inframezzata dall’urlo del 1997 Riccardo “Vitel” Tomè da Caprino veronese. Sotto di 2 tacche, ovverosia a 45, troviamo il Colà Villa dei Cedri del lacisiense coach Raffaele Pachera: vincente 1 a 3, ieri pomeriggio a sant’Anna d’Alfaedo, in casa dei “falchi della Lessinia” del “falconiere” “Satana” Davide Campostrini, per primi in rete con il solito bomber Simone Benedetti, classe 1985. Per i “cedrini” giallo-verdi rispondono con vigore il 1990 Paolo Bendazzoli, lo stagionato difensore (1981) Davide Marai e il navigato realizzatore (1983) Lorenzo “Il Magnifico” Meda.

Terzo, a 44 punti, l’Academy Pescantina di mister Alberto Pizzini, ieri “pirata” per 1 a 2 in quel di Brentino Belluno, “campo amico” dell’F.C Valdadige di mister Mazzucchi (il quale mister si era illuso per quel gol prima di tutti realizzato dal suo classe 1984 Riccardo Miglioranzi). Per gli accademici pescantinesi, vanno a bersaglio pieno e in rimonta l’ex Real San Massimo, il duemillenario Riccardo Bertucco e il neo entrato (al posto di Pasetto), Camparsi. Vince anche il Calmasino 2003: al “Belvedere”, 3 a 2 dei “bianco-verdi della famiglia Quarti” ottenuto a spese dell’Ausonia Sona United di mister Christian Campagnari (in rete in apertura e chiusura di tabellino dei marcatori, rispettivamente con l'”eterno” 1979 Diego Pasetto e con Davide Bianchedi) per i biancoverdi di mister Mario Marai in gol il figlio Alessandro e doppia di Simone Benati.

Il derby tutto valpolicellese, quello tra il BureCorrubbio di mister Nicola Martini e la Pieve San Floriano del collega della panca Matteo Zanotti, si materializza nel botta risposta tra il burecorrubbiese Massimo Fresolone e il pievano Riccardo Gasparato, classe 1997. La Pieve si erge ancora più alta…di 3 cm rispetto ai burecorrubbiesi del presidente Massimiliano Zago. Al “Montindon”, passa anche – 1 a 6 – e in maniera piuttosto pesante, la Juventina Valpantena di mister Bonomo. Il gol-consolazione per i domegliaresi della Pol. La Vetta del coach “Zorro” Maurizio Zanferrari lo griffa il centrocampista 1998 Christian Tommasi. Per il resto, il carnet è tutto di marca bianco-nera, con i cecchini poianesi di gran spolvero, a partire dal doppiettista Marco “Piazza Renato” Simoni (1993), ai solisti Filippo Ambrosi (1998), Davide “Rambo” Rampo (difensore del 1997), all’avanti 1998 Luca Bragantini e per finire al centrocampista, pure lui della classe 1997, Riccardo Fanigliulo.

Nel girone “B”, il pareggio per 1 a 1 clamorosamente ottenuto dal lanciato Pizzoletta della famiglia Maragna al Polisportivo “Avesani”, nel rione Ponte Crencano, in casa dell’U.S. Cadore, lo allontana a -7 dalla vetta – occupata sempre dalla Dorial di mister Isacco “Newton” Marostica, salita a quota 54 punti. Ora, la più agguerrita contendente della Dorial è quel SommaCustoza del leccese trainer Antonio “Conte” Sperani, classe 1957, che non si ricorda più l’ultima volta che ha assaggiato la polvere della sconfitta. Ebbene, i “tamburini sommacustozani” del diggì Moreno Trevisani, vincendo chiassosamente – 0 a 3 – in casa dell’Alpo Lepanto del condukator Massimiliano “D’Asburgo” Signoretto, si mantengono a – 4 dalla vetta (il rapporto, lo ripetiamo, è di 54 a 50 per la Dorial). Per gli eredi del Magico Sommacampagna dei fratelli Maccacaro, la buttano dentro, nel canestro giusto, il 1999 Francesco Greco, il medico “Buondì” Leonardo Motta (1990) e “bomber” Nicolò Bolla, classe 1983, e punta sempre in…bolla con le marcature domenicali. Tornando all’U.S. Cadore, l’undici di mister Massimo Zito, ieri, ha fatto scattare il giallo al lanciato Pizzoletta, il quale aveva provato la fuga andando in rete grazie al difensore 1991 Andrea Magagnotto. Poi, il pari scoccava al 93° minuto, a fil di sirena, grazie allo spunto vincente del neo entrato Ciserani, al posto di Lugoboni. Nero-verdi cadorini al penultimo posto alla fatidica boa n.17! Sopra, a 22 la Gabetti Valeggio, a 23 il Saval Maddalena, a 24 i Boys Buttapedra, e a 26 la coppia Giovane Povegliano-Lessinia.

All'”Eliseo Zendrini”, i campioni della solidarietà dei Boys Buttapedra di mister Tiziano “Titti” Salvagno scivolano, 1 a 3, piuttosto malamente al cospetto dei ragazzi della via Pal …Saval di mister Edgar Fasola Genovesi. Per i buttapietresi, quint’ultimi a 24, segna il solo e solito avanti 1998 Pietro Grossule. Per i giallo-rossi savalesi, invece, esultano per due volte “il killer dell’area”, che tanto ricorda con il cognome che evoca il luogo di nascita di Zigo-gol (Gianfranco Zigoni da Oderzo), Alessandro Uderzo, classe 1998, ex Atletico Squarà, imitato – una sola volta – dal compagno del pacchetto offensivo, il 1993 Alberto Mazzacani. La Dorial, e veniamo così alla meritata capolista, sbanca – 0 a 3 – in casa del Lessinia di mister Massimo Burato, e lo fa grazie alla doppia di Samir Zaouak ed all’acuto pavarottiano emesso da Bruno Pascarella, ex Olimpica Dossobuono, classe 2000. Al “Busani”, in borgo Milano, 0 a 0 tra il San Marco di “Fergusson” Emanuele Battocchio e l’Avesa HSM di “baffo” Flavio Marai. Al “Benali-Bonomo” di San Massimo, il Real di mister Roberto Albertini scivola – 0 a 1 – al cospetto del Giovane Povegliano di mister Antonio Como: il tiro, beffardo perché scoccato al 93°, lo effettua il neo entrato – al posto del bomber tascabile, il 1989 Michele Marchesan, Michele Gardoni. A Valeggio, 2 a 2 tra i “pirati del Mincio” del mister e ristoratore Luca Carletti e la Pol. Borgo Trento: doppio il vantaggio ospite, a cura dei marcatori “bondolari” Giovanni Migliorini (2001) e Lanna. Alla rimonta, ci pensano Fortunato (Alessandro, classe 1997) e al 94° il 2002 Nicolò Caliari, appena entrato al posto dell’avanti del 2003 Emanuele Venturelli, omonimo del vice-presidente valeggiano, l’imprenditore metalmeccanico Guerrino.

Nel girone “C”, non si staccano le braccia l’una dall’altra della capolista BorgoPrimomaggio del sanzenate trainer Andrea Lunardi, ora a 53 punti, e quelle dell’inseguitrice Aurora Marchesino del coach lupatotino Paolo Novali, sempre a -1, cioé a 52. Entrambe le duellanti ieri hanno trionfato: i “draghi rossi” borgatari al loro “Monterotondo” per 3 a 1 contro la Nuova Cometa Santa Maria di mister, l’ex professionista ed oggi dirigente scolastico all'”Antonio Provolo” di Chievo, Stefano Garzon, classe 1981, ieri in campo con la maglia n.8. Per i cometini ha segnato il solo 1994 Davide Stevani, invece, per i borgatari hanno gioito il difensore 2001 Simone Rocchi, bomber Stefano Ferrarese (1981) e l’ex pozzano Francesco Girometti, classe 1993. A Salizzole, in casa dell’amletico Gips di mister Andrea Greggio (della serie, non vi riconosciamo più!), l’Aurora Marchesino passa per 1 a 2, sospinta da un Andrea Sabbion al gerovital, visto che alla vigilia delle 34 primavere e sempre super-acciaccato in odore di andare in pensione (speriamo il più tardi possibile per il nato a San Giovanni Lupatoto il 1° luglio 1988), e visto che ha firmato su punizione alla Roby Baggio una delle due reti e procurato l’assist vincente all’ex difensore dell’ACD Cadidavid, il 1997 Andrea Varano. Per i salizzolesi aveva fatto sognare i tre punti con quel suo urlo prima degli altri due la punta 1991 Michele Pimazzoni.

Gips Salizzole scavalcato al 4° posto dall’Intrepida, ora a 38 punti, due in più dei rosso-blu del castello scaligero della Bassa rimasti al palo dei 36 punti. Al “San Giuseppe” di Erbè, 1 a 1 tra l’Union Best di mister, il mastro piadinaro Luca Bortoletto, e l’ACD Colognola ai Colli del collega, il mister-psicologo sanzenate Manuel Pauciullo. Un botta e risposta, in buona sostanza, tra …il filo di… Arianna (Edoardo, difensore del 1998), e il colligiano – difensore pure lui! – Luca Balestro, classe 1992. A Maccacari, cadono, 1 a 2, i Boys Gazzo di “Fergusson” Matteo Gobbetti: il semaforo verde scatta per la Venera di mister Marco Turrini (assistito dal vice Patrick Parolin da Campalano di Nogara), in duplice vantaggio grazie ai fendenti sferrati dal difensore, ex Lions Casaleone, Alessandro Corso …del Gol e della Vittoria, classe 1989, e da Elia Vicentini, classe 1999. Inutile il tentativo di rimonta abbozzato da quel gol realizzato nella ripresa dal difensore classe 1991 Nico Donà.

A Madonna di Campagna, all’ombra del Santuario con cupola di Michele Sammicheli, architetto veronese, anche militare, del 1500, l’Intrepida del federmaresciallo Antonio Donatiello si aggiudica il derby tra “club di rioni satelliti e ad Est di Verona”, quello contro l’Ares Calcio Verona di mister Martin Marrone: la differenza la fa la punta 1996 Luca Notaro. Al “Polisportivo Europa”, nei quartieri a Sud di Verona, vicino al Quadrante Europa, il Noi La Sorgente, del mister e Direttore del Consorzio Tutela dei vini del Soave, Igor Gladich, ha ragione – 3 a 1 – dei quasi rassegnati alla retrocessione Lions Casaleone del mister e ristoratore milanista Davide Peroni. Doppietta di bomber Andrea Salemi, classe 1998, ed assolo…nobile di Francesco Conti, suo coetaneo e suo compagno di reparto, per i sorgentesi; a due minuti dal triplice fischio finale, invece, il solo ruggito emesso dal casaleonese Baldo. A Raldon, brutto scivolone interno dei “ramarri nero-verdi” di mister Stefano Castaldo: 0 a 2, e passa la Scaligera Lavagno di mister Simone Marini; a cura del prolifico realizzatore Juliano “Ariel” Ortega, classe 1999, e del centrocampista del 1993 Nicolò Viviani.

Nel girone “D”, già conquistato con ben 4 feste in anticipo dal Bonavigo di mister Manuel Cuccu, ieri straripante, con lo 0 a 5 inflitto, a Gazzolo d’Arcole, alla matricola ed ultimissima in graduatore SSD Sule di mister Matteo Pellizzaro; doppietta del 1999 ex Albaredo Calcio Matteo Andriollo, acuti del difensore 1997 Andrea Morìn, del centrocampista 2002 Francesco Valle e dell’avanti 1994 Mattia Ciccomascolo, e bonadicensi a quota 62 punti. Ebbene, la damigella d’onore, la vicentina Spes Pojana di mister Davide Pialli, in casa sua, non è andata oltre il 2 a 2 con il Gazzolo 2014 di mister, il sambonifacese Tiziano Barbieri (coadiuvato da Christian Cannavò). Per i “giallo-blu degli ottimi e pregiati asparagi dell’Arcolese” – meravigliosi quelli offerti alla redazione in settimana dal generoso presidente gazzolese Paolo Valle, classe 1951, rinomato pavimentista-piastrellista – doppietta dell’albanese che minaccia ogni volta di appendere gli scarpini al chiodo, Arben Kumara, e doppia anche dei giallo-blu basso-vicentini di “panzer” Alberto Zampaolo, classe 1993.

Terzo miglior classificato, a 42 punti, la sorpresa Villa Bartolomea di mister, l’italo-argentino Luis Gustavo Passera e del presidente-carrozziere “Pininfarina” Lucio Albarello. Ieri, per i rosso-neri delle Grandi ed Estreme Valli Veronesi, 3 a 0 secco inflitto all’ospitata Real Monteforte del “profe” di Italiano Latino e Greco al prestigioso Liceo Classico di Verona, “Scipione Maffei”, Dionisio Zamperini, sempre attaccato al palo n.30. Tutti e tre diversi i marcatori de “La Villa”: il 1991 Mattia Romani, il 1997 ed ex Spinimbecco Mattia Rigobello e il 1996 Elia Bellinello, tutti e tre facenti parte del reparto avanzato. A La Prova di San Bonifacio, 2 a 1 dell’U.S. Provese di mister Freddy “Mercury” Serato e del diesse Nicola Bergamasco rifilato al deludente GSP Vigo 1944 di mister Adriano “Ros” Rossignoli e di un avvilitissimo presidente, l’ex salottiere originario della patavina Saletto, Raimondo De Angeli (in gol i bianco-granata grazie al rigorista, capitano e diesse, il molisano Antonio Ciocca, 1984). Per i rosso-neri del club della frazione sambonifacese ha urlato due volte “goool!” il dottore in Legge, l’ex punta albaretana, Pierluigi Dal Bosco, annus domini il 1987.

Al “Pasti” di Cà degli Oppi, si appesantisce la posizione in zona play out dei biancazzurri di mister, “Liverpool” GianMatteo Malagnini, sconfitti per 0 a 1 già alla mezz’ora del primo round da un’unghiata sferrata dal locarese – mister è Carlo Danieli dei biancazzurri, frazione di San Bonifacio – “papa” “Giovambattista” “Paolo VI” Montini, ex Arcugnano vicentino, classe 1992, che di nome di battesimo fa Luca. Il quadro completo del girone “D” si completa con i due 0 a 0 con cui al “Mancassola” di Lonigo si è concluso Lonigo (mister Ricky Perlotto) vs la padovana (di Casale di Scodosia) Union CUS (mister è Giuseppe Schivo) e l’identico verdetto maturato a Porto di Legnago, tra i bianco-rossi di mister Matteo Zancanella e di sua cugina, la presidentessa Beatrice, impegnato contro i vicentini del Sossano Villaga Orgiano di mister Alberto Strazzacappa, classe 1980, ex calciatore sossanese. In coda, ultimo il Sule, a quota 6 punti, sovrastato dal Sossano a 14, a sua volta distanziato di ben 7 punti – a 270 minuti al termine della regular season e con ancora in palio 9 punti e basta!- dalla coppia, quella formata da Cà degli Oppi e dalla padovana Union CUS.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Ultimi articoli

Verona
nubi sparse
12.5 ° C
15.2 °
12.2 °
87 %
2.1kmh
76 %
Ven
24 °
Sab
23 °
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
20 °

I nostri social