26.1 C
Verona
sabato, 18 Settembre 2021

Il punto sulla 3^ giornata del girone A di Serie C

Virtus Verona punita dal Renate e dall'arbitro (3-1). Legnago Salus travolto in casa dal Padova (0-4)

Sfortunata la Virtus che sul terreno di Meda deve soccombere per 3 a 1 contro il Renate di mister Cevoli. Gioca una grande partita a tutto campo, ma il Renate si dimostra più cinico e produttivo in attacco. Al 30’ del primo tempo espulsione ingiustificata da parte del signor Mirabella di Napoli, e forse troppo affrettata, ai danni di Daffara della Virtus Verona che deve così guadagnare anzitempo gli spogliatoi. Per 60 minuti la truppa di mister Fresco è costretta a giocare in dieci uomini e la partita che diventa in salita. Otto minuti dopo però Lonardi, con un colpo di testa rabbioso in area di rigore, trafigge il portiere Drago del Renate su perfetto traversone di Arma. In seguito, Pittarello e compagni, sono costretti ad arretrare difendendo il vantaggio. Il Renate alza il baricentro offensivo e mette il sigillo alla sfida. Al 45’ è Rossetti a pareggiare per i padroni di casa con il portiere ospite Sibi che viene beffato dopo che il compagno Mazzolo aveva respinto la sfera. Il Renate continua ad affondare senza tregua e al 47’ Maistrello raddoppia svettando di testa e infilando per la seconda volta il portiere virtussino Sibi. Negli spogliatoi mister Fresco prova a dare molare ai suoi ragazzi, ma ribaltare la partita, in svantaggio e con un uomo in meno, non è per niente facile.

Nella ripresa il Renate controlla la gara, mentre la Virtus prova a colpire, come può di rimessa. Dopo diverse schermaglie nell’ultimo quarto d’ora la Virtus con Marchi obbliga il portiere del Renate, Drago ad operare due interventi miracolosi. Ma dopo aver sfiorato il pari al 45° i rossoblù devono subire il 3 a 1 del Renate con Galuppini in contropiede. Ora sarà fondamentale vincere domenica prossima 19 settembre al “Gavagnin-Nocini” contro i cugini veronesi del Legnago Salus, che nell’anticipo di campionato di sabato sera, sono stati battuti 4 a 0 dalla corazzata Padova. Negli spogliatoi visi rammaricati dei giocatori della Virtus Verona usciti dal campo di Meda con un pugno di mosche: “Nel primo tempo abbiamo giocato solo noi e stavamo facendo benissimo, poi ci siamo trovati in 10 alla mezz’ora per l’espulsione di Daffara. Era una palla contesa e non era l’ultimo uomo ma l’arbitro ci ha messo del suo mandandolo anzitempo a fare la doccia. Questo ha cambiato la partita. Poi un loro giocatore ha dato una gomitata a gioco fermo ad un mio giocatore prendendo solo un cartellino giallo invece di un rosso diretto. Non ho condiviso le decisioni dell’arbitro. C’erano anche due rigori, mi hanno detto i ragazzi, che io dalla panchina non ho visto, ma l’arbitro ha sorvolato. Abbiamo giocato una grande partita e non devo rimproverare nulla ai ragazzi, quindi faccio i complimenti a tutta la squadra. Noi abbiamo fatto molto meglio di loro”. Gli fa eco Lorenzo Lonardi, autore del gol virtussino: “Una sconfitta condizionata dagli episodi. Una sconfitta che ci deve far pensare e ragionare. Bisogna essere più cattivi e cinici sotto rete. Ora attendiamo il derby veronese contro il Legnago Salus di domenica prossima cercando di lavorare ancora di più questa settimana. Un match dove faremo di tutto per vincere”.

Renate-Virtus Verona = 3-1
Renate: Drago, Esposito A. (65′ Ermacora), Ranieri (77′ G Esposito G.), Anghileri, Maistrello (65′ Chakir), Celeghin, Baldassin (65′ Marano), Galuppini, Possenti (83′ Morachioli), Rossetti, Silva. All. Cevoli
Virtus Verona: Sibi, Mazzolo (78′ Tronchin), Daffara, Danieli (1’ st Amadio), Arma (1’st Marchi), Danti (1’ st Zarpellon), Pittarello, Lonardi, Metlika (78′ Silvestri), Zugaro, Faedo. All. Fresco
Arbitro: Mirabella di Napoli
Assistenti: Merciari e Tagliaferri, quarto uomo Giaquinto
Reti: 38′ Lonardi, 45′ Rossetti, 47′ Maistrello, 90′ Galuppini
Note: Espulso Daffara (V) al 30° pt

Ieri al “Sandrini” di Legnago è arrivata la capolista Padova accompagnata da 3-400 tifosi molto rumorosi. Al 3′ Giacobbe si presenta tutto solo davanti a Vannucchi, ma calibra male la conclusione e palla che attraversa tutto lo specchio della porta senza entrare in rete. All’8′ giallo a capitan Yabre del Legnago Salus. Al 29′ vantaggio patavino. Batti e ribatti in area legnaghese, arriva Kirwan, il quale manda la sfera dritta nel sette alla destra di Vannucchi. Alla mezz’ora, il Legnago Salus pareggia con Giacobbe, ma l’arbitro ravvisa la sua posizione di fuori gioco. Al 32′ si infortuna Gasparetto e al suo posto suo mister Giovanni Colella manda in campo Bondioli. Nemmeno un atleta nato nel Duemila in campo finora per il Padova di mister Massimo Pavanel. Solo un 2003, Fortin, in panchina. Tre, invece, i 2001 per mister Colella, già all’opera nel primo round della contesa, ben 8 quelli che si è portato in panca. Il direttore di gara, Gabriele Scatena, della sezione AIA di Avezzano, concede 4 minuti di recupero. I primi 45 e più minuti terminano con i biancoscudati in vantaggio per zero a uno, realizzatore Kirwan.

Nella ripresa Della Latta del Padova si prende un giallo al 51′ per fallo sull’uomo. Poco dopo fuori Chirico e Biasci, dentro Nicastro e Jelenic: questo per il Padova. Doppio cambio anche per il Legnago Salus: fuori Contini e Buric, dentro Juanito Gomez e Sgarbi, questi autore del pari ottenuto due settimane fa al “Sandrini” contro il Mantova. Al 65′ bella conclusione del neo entrato Sgarbi, addomestica la sfera Vannucchi. Poco dopo altri due ingressi legnaghesi: entrano Lazarevic e Calamai, escono Giacobbe e Laurenti. Per il Padova invece entra Pelagatti per Busellato. Al 69° arriva il raddoppio biancoscudato a firma del n.5 Della Latta, bravo a chiudere in rete un buon fraseggio. Zero a due, dunque, per il Padova. Al 70′ arriva anche il tris patavino: Della Latta allunga di testa la sfera per Nicastro, il quale da posizione favorevole impallina l’incolpevole Corvi. Al 75′ fuori Curcio e Ceravolo, dentro Gasbarro e Terrani per il Padova. Al 89′ lancio di Hraiech e in pregevole semi rovesciata Nicastro insacca il poker ospite, firmando così la personale doppietta. Due minuti di recupero, ma basta ed avanza lo 0 a 4 del Padova.

Legnago Salus – Padova = 0-4
Legnago Salus: Corvi; Antonelli, Gasparetto (33′ pt Bondioli), Ambrosini, Rossi; Salvi, Yabre, Laurenti (22′ st Calamai); Giacobbe (22′ st Lazarevic), Contini (13′ Juanito); Buric (13′ st Sgarbi). A disposizione: Gasparini, Enzo, Milani, Muteba, Pitzalis, Zanetti, Olivieri. All. Colella
Padova: Vannucchi; Kirwan, Valentini, Monaco, Curcio (35′ st Gasbarro); Hraiech, Busellato (22′ st Pelagatti), Della Latta; Chiricò (9′ st Jelenic), Ceravolo (35′ st Terrani), Biasci (9′ st Nicastro). A disposizione: Donnarumma, Fortin, Germano, Andelkovic, Settembrini, Bifulco. All. Pavanel
Arbitro: sig. Scatena Gabriele della sezione di Avezzano
Reti: 19′ pt Kirwan; 23′ st Della Latta, 28′ e 45′ st Nicastro (P)
Ammoniti: Yabre (L), Giacobbe (L), Ambrosini (L), Busellato (L)

Partite della 3^ giornata del girone A di Serie C:
Legnago Salus-Padova 0-4
Giana Erminio-Lecco 0-1
Pro Vercelli-Seregno 1-0
Renate-Virtus Verona 3-1
Südtirol-Trento 2-0
FeralpiSalò-Mantova 1-1
Fiorenzuola-AlbinoLeffe 0-2
Pro Patria-Juventus U.23 1-0

Classifica Girone A di Serie C dopo la 3^ giornata:
9 Padova e Pro Vercelli
7 AlbinoLeffe, Südtirol
6 Lecco
4 Renate, FeralpiSalò, Fiorenzuola, Trento, Giana Erminio
3 Pro Patria, Pergolettese, Mantova, Juventus U.23*
1 Legnago Salus, Seregno, Triestina**, Piacenza**
0 Pro Sesto, Virtus Verona*

*Partite in meno

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
poche nuvole
26.1 ° C
27.1 °
24.2 °
53 %
1kmh
20 %
Sab
26 °
Dom
21 °
Lun
18 °
Mar
23 °
Mer
23 °