-3.8 C
Verona
mercoledì, 8 Febbraio 2023

Adriano Zuppini nominato osservatore della Figc Veneta

Ha sempre amato i giovani e la spensieratezza che in campo sanno dare. Parlare di Adriano Zuppini è sempre tanta roba, grande scopritore di talenti, nei tanti anni passati alla Virtus Verona del presidente-allenatore Luigi Fresco, pronti ad arrivare nella prima squadra rossoblù. Con lui si è creata una simbiosi di intenti e la voglia di vedere il gioco del calcio, con passione, sempre alla massima intensità. Dall’anno scorso, per volontà di tutte e due le parti, le strade si sono divise. Zuppini, una volta lasciato il mondo della Virtus, dove lui ha dato e ricevuto tanto, si è guardato attorno con calma alla ricerca di una nuova avventura. Se da una parte c’era il forte desiderio di dedicarsi agli affetti più cari, pronto ad abbandonare il “football”, dall’altra aveva ancora voglia di mettere la sua esperienza al servizio dei giovani, per farli crescere e maturare. Da qui il suo arrivo al progetto “San Martino Giovani” dove sta facendo benissimo. “Sto lavorando con entusiasmo e grande laboriosità – dice Adriano Zuppini -, abbiamo calciatori interessanti ai quali servono le dritte giuste per poter emergere”.

Ora per lui è arrivato un nuovo incarico da parte della Figc Veneta, come lui stesso ci dice: “Mi è stato proposto di fare l’osservatore a livello regionale e di andare a vedere le partite per visionare giovani interessanti che possono fare strada nel mondo del calcio. Sono orgoglioso di questo nuovo incarico che dimostra quanto la nostra Figc tenga ai ragazzi”. Dopo due anni in pratica fermi, per l’arrivo a gamba tesa del Covid-19, che cosa serve per respirare la vera essenza che solo i dilettanti ti possono dare? “Non lo dico solo io, è un dato di fatto – dice Zuppini -. Bisogna lavorare con attenzione sulle scuole calcio e non avere paura di lanciare i giovani in prima squadra. In fondo, il futuro del calcio, a tutti i livelli, è rappresentato dall’amore di giovani calciatori che sono legati alla squadra del proprio paese e territorio, ben guidati da allenatori competenti, che siano bravi sia dal punto di vista tecnico che morale. Oggi il buon allenatore deve saper lavorare sia sul cuore che sulla testa di ciascun atleta che ha a sua disposizione”.

Intanto ha destato molto interesse l’arrivo di Luca Mattesco e Stefano Trevisanello che lavorano da quest’anno nelle Rappresentative Nazionali. Mattesco e Trevisanello hanno alle spalle tanti anni di competenza in questo ambito e si occuperanno in particolar modo di scouting. Ma cosa farà Adriano Zuppini da quest’anno nell’ambito della Figc Veneta? “Semplice, mi occuperò di segnalare dei giovani promettenti. Il sabato seguirò la categoria Under, mentre la domenica pomeriggio andrò a vedere le gare dei campionati di Eccellenza e Promozione. Cercherò ragazzi che con la loro bravura potranno dare una mano nelle nostre ambite rappresentative regionali. Una ghiotta occasione per fare un piccolo bilancio dei progressi delle nuove leve del calcio Veneto”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
-3.8 ° C
2.3 °
-4.8 °
74 %
2.6kmh
0 %
Mer
5 °
Gio
5 °
Ven
7 °
Sab
8 °
Dom
12 °

I nostri social