7 C
Verona
lunedì, 1 Marzo 2021

Che sia la volta buona per la ripartenza dei dilettanti?

L’incertezza nel nostro calcio dilettantistico continua a regnare sovrana. Da ottobre dell’anno scorso tutti i campionati per la pandemia dovuta al Covid-19 sono stati interrotti. Con l’arrivo del nuovo anno a breve si potrebbe tornare a giocare. Il condizionale, fedeli lettori, è d’obbligo. Bisogna capire se in questi mesi la curva dei contagi si sta abbassando. Molti sperano che con l’arrivo dei vaccini, si possa tornare lentamente alla piena normalità. A viva voce i giocatori, i dirigenti, gli allenatori e le società chiedono la pronta ripresa dell’attività sportiva. Il dilemma resta ma la speranza è l’ultima a morire. Il presidente Giuseppe Ruzza, rieletto per la terza volta, è pronto a dire la sua in maniera forte agli organi competenti a Roma, vantando, a giusta ragione, che la pratica sportiva, se gestita in piena sicurezza e con il rispetto delle regole, può far bene ai giovani, alle famiglie e a coloro che amano lo sport, nel nostro caso il calcio. Insomma la volontà c’è ma la battaglia contro il virus è quanto mai accesa e determinata. La prima mossa sul tavolo dei vari presidenti dei Comitati Regionali e sottoporre al Governo, al Coni e alla Lega Nazionale Dilettanti, la possibile ripartenza dell’Eccellenza in quanto categoria di interesse Nazionale. Si pensa a febbraio di riprendere almeno con gli allenamenti per poi giocare il girone di andata e relativi play off e play out, oppure proporre una promozione ed una retrocessione sola. Tutte comunque ipotesi, con in primo piano la volontà di poter chiudere la stagione 2020-21.

Nodo cruciale il protocollo da adottare e i tamponi da fare almeno ogni tre giorni. Non dimenticando però che i costi per gli stessi i dilettanti, ed in questo caso le società che giocano in Eccellenza, non se li possono permettere. Serve quindi un aiuto concreto da parte della Figc. A cascata nelle settimane successive potrebbero partire gli altri campionati dalla Promozione in giù. Il momento è cruciale e non va messo in secondo piano. Questo “maledetto” Corona Virus in fatto di contagi va veloce in tutto il mondo. Dobbiamo imparare a conviverci, ma quello che fa ben sperare è che i medici hanno imparato a conoscerlo meglio. Incrociamo le dita, amici sportivi, una cosa è certa, se continuiamo con questo immobilismo il pianeta dei dilettanti subirà un tracollo importante, con molte società che probabilmente spariranno. Vediamo tutti assieme di mettere le nostre forze in campo e di dare un forte scossone.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
7 ° C
10.6 °
2.2 °
61 %
1kmh
0 %
Lun
15 °
Mar
14 °
Mer
15 °
Gio
14 °
Ven
13 °