9.5 C
Verona
venerdì, 28 Gennaio 2022

Confessioni di un segretario di calcio

Allenamenti di calcio sospesi, segreterie deserte e tutti che sono in attesa di buone notizie: è l’emblema della chiusura della prima parte di questa particolare stagione dilettantistica 2021-2022. Un normale passaggio nelle precedenti, nelle quali terminavano i gironi di andata dei campionati ed iniziavano le vacanze di Natale, ma nelle quali si sapeva già quando questi avrebbero ripreso. Viviamo in un periodo di attesa imbarazzante, come il silenzio che copre le scrivanie i computer delle segreterie del nostro calcio dilettante. Lì, ci puoi trovare un po’ di tutto, dal compressore d’aria per gonfiare i palloni, seminascosto in un angolo perché troppo prezioso per lasciarlo nel magazzino alla portata di tutti, e quella maglietta scordata da chissà quale ragazzino nello spogliatoio e che ora è su una sedia in attesa di essere riconsegnata al suo legittimo proprietario. Chi l’ha scordata negli spogliatoi sa benissimo che il primo posto dove informarsi è di chiedere in segreteria perché molto spesso questa si trova proprio all’interno dello stesso impianto sportivo o in qualche locale sotto le gradinate, questo per le società più fortunate. Per altre si è optato in sistemazioni di fortuna, come container o baracche. Tutte però hanno in comune le stesse funzioni, è li dentro che si programmano i campionati, si discute il bilancio e si sogna di vincere il campionato.

Ma, per ora, si aspetta solo di ripartire. Mai così incerto il proseguo dell’attività come nell’anno 2022 che è appena iniziato, quello appena andato in archivio ci ha lasciato tanti interrogativi e poche certezze. I comunicati ufficiali della Figc, sfornati durante la settimana, azzardano delle date per la ripresa ma non mancano di sottolineare che sarà suscettibile di variazioni in base all’andamento della pandemia. Già, questa maledetta pandemia che ci sta condizionando la vita di tutti i giorni. I segretari, sempre incollati davanti al computer, quando il telefono squilla sanno già che cosa gli chiederanno, “Siamo in attesa di imminenti comunicazioni ufficiali” rispondono. Oppure. “Si, gli allenamenti si possono fare, ma bisogna avere le carte in regola”. E giù a ripetere le stesse cose fino alla noia. È una stagione agonistica, la 2021-2022, che si era aperta con rinnovato entusiasmo per lo sport ma ora purtroppo non c’è certezza su quando si ripartirà e in che maniera. Non lo sa nessuno, ma appena ci saranno delle novità il vostro paziente segretario ve lo comunicherà. Da quel via libera, cari ragazzi ed allenatori, anche le segretarie riprenderanno vita, si riaccenderanno i loro computer, il compressore ridarà fiato ai palloni e il ragazzino finalmente ritroverà la sua maglietta. Ritornerà il solito via e via dentro e fuori dalla segreteria. Si, certo, ma quando succederà? Per adesso tutti noi restiamo in paziente attesa che gli impianti sportivi riprendano vita.

Renzo Cappelletti per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
foschia
9.5 ° C
13.4 °
4.4 °
70 %
2.1kmh
0 %
Ven
9 °
Sab
8 °
Dom
9 °
Lun
7 °
Mar
9 °